NAPOLI-MANCHESTER CITY/ Che paura per gli azzurri: principio di incendio in ritiro!

- La Redazione

La situazione, per fortuna, è sotto controllo, grazie alla prontezza dei pompieri. Ancora sconosciute le cause. E intanto la moglie di Hamsik è stata rapinata dell’auto: che vigilia…

marek_hamsik_r400
Marek Hamsik (Foto: ANSA)

Che vigilia assurda per il Napoli, impegnato stasera al San Paolo contro il Manchester City. Due episodi hanno turbato la tranquillità del gruppo Mazzarri, intento a trovare la giusta concentrazione in vista del big-match di stasera. Un principio di incendio nel ritiro azzurro, per fortuna subito domato dal pronto intervento dei vigili del fuoco, e la rapina dell’auto della signora Hamsik. Ma andiamo con ordine. Stamane Martina Franova, giocatrice di pallamano e moglie del centrocampista slovacco, si trovava a Varcaturo, frazione di Giugliano, quando è stata fermata da due malviventi a volto coperto che l’hanno costretta, con la pistola puntata contro, a consegnare loro l’automobile, una Bmw X6. La donna, all’ottavo mese di gravidanza, è apparsa naturalmente terrorizzata al cospetto degli investigatori, a cui ha spiegato la dinamica esatta del furto. I due ladri hanno, però, dovuto abbandonare l’auto a Casacelle, nel casertano, a causa dello scattato allarme dell’antifurto satellitare. Il mezzo è stato già ritrovato dagli uomini del commissariato di Giugliano, che l’hanno restituito alla legittima proprietaria. Nell’auto erano custodite le chiavi di casa, per cui si sta provvedendo, in queste ore, a cambiare tutte le serrature dell’abitazione. La polizia, che ha disposto la sorveglianza della residenza di Hamsik, a scopo precauzionale, è convinta di avere in mano gli elementi utili per acciuffare i due malviventi. Come non bastasse, come dicevamo, c’è stato anche un principio di incendio all’hotel che ospita gli azzurri, l’Holiday Inn di Castelvolturno, come riportato dal sito del Corriere dello Sport. Ancora sconosciute le cause dell’incidente, che ha messo in agitazione i clienti dell’albergo. La situazione, comunque, è ora sotto controllo. Per Mazzarri, insomma, non proprio il modo migliore per preparare una partita così delicata come quella di stasera. Servirà vincere per scavalcare il City ed avere fondate speranze di passare la fase a gironi. In quel caso gli azzurri sarebbero padroni del proprio destino. Dipenderebbe tutto da loro, nell’ultima sfida del raggruppamento, da giocare in terra spagnola contro il Villarreal. Ma è presto adesso per pensare ai Sottomarini.

Incombono i temibili Citizens di Roberto Mancini. Non l’unica minaccia, come si è visto, di una pazza giornata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori