DIRETTA/ Napoli-Juventus live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Napoli-Juventus è l’attesissimo recupero dell’undicesima giornata del campionato di Serie A. Non sarà Champions ma al San Paolo l’atmosfera è già da brividi. La diretta di Napoli-Juventus

lavezziR375_17ott08
Lavezzi (Foto: Ansa)

Napoli-Juventus è l’attesissimo recupero dell’undicesima giornata del campionato di Serie A. Non sarà Champions League ma al San Paolo l’atmosfera è già da brividi, e da alcune ore. Mentre la notte cala sul golfo di Napoli sale la tensione per la partitissima con la Juventus, che non è finale scudetto, certo, ma il meglio di quanto il campionato possa offrire in questo momento. Il Napoli a quota sedici punti è a caccia del gran colpo che lo proietterebbe di nuovo nella zona “europea” della classifica. Di contro la Juventus, capolista con venticinque punti, non può perdere punti per strada e l’occasione di un allungo sulle inseguitrici. Se non ce la facesse basterebbe un passo falso per farsi recuperare e questo Conte non lo può certo permettere. Spettacolo a parte, un risultato di parità in questo Napoli-Juventus potrebbe certamente verificarsi, e praticamente tutti i diretti avversari se lo augurano. E se per il Napoli i due punti persi sarebbero piuttosto pesanti, per la Juventus sarebbe un mezzo stop facile da digerire, perchè sulla lunga “strada” che porta allo Scudetto, in fin dei conti qualche inciampo ci può anche stare…
Il Napoli si prepara ad ospitare la Juventus dopo aver raccolto sei punti in cinque partite. Non certo una media-scudetto, e questo non fa che mettere in campo ulteriori stimoli per i partenopei che non vogliono bruciare questa possibilità di un “bonus” per tornare a mietere punti. Certo, analizzare la striscia del Napoli senza prendere in considerazione la Champions League è fuoriviante, ma a questo punto della stagione, se non si vogliono fare scelte impopolari tra Campionato e Coppa o De Laurentiis metterà mano al portafoglio a Gennaio o queste scelte saranno inevitabili. Non è solo un problema “mentale” giocare ogni tre giorni, ma di turnover e, insomma di uomini di livello. E stasera una assenza pesantissima, a meno di pretattica o di miracoli di Gennariana fattura, sarà quella del Matador Cavani. Era acciaccato da una botta alla tibia, non ce la farà ad essere della partita, anzi della partitissima. Inler stringerà i denti e prenderà il suo posto in mezzo al campo, per il resto il turnover della scorsa giornata di campionato lascerà il posto a tutti i titolarissimi. Ad Aronica, a Maggio, a Lavezzi. Tutto sta a capire chi sostituirà Cavani. Lavezzi punta centrale contro il Bayern Monaco non ha convinto granché, ma decisamente riproporre Pandev potrebbe essere un azzardo. E allora Santana o Mascara sono pronti a gettarsi nella mischia.
La Juventus di Antonio Conte affronterà il Napoli con gli occhi puntati ad Andrea Pirlo e al suo ginocchio già cautelativamente fasciato nell’ultima di campionato. Pirlo è un fuoriclasse ma tutti sanno che non è certo un ironman e giocare ogni tre giorni potrebbe essere al di sopra delle sue capacità fisiche di sopportazione. Quelle mentali, ovviamente no, ma l’assenza per squalifica di Claudio Marchisio rischia, se le cose si metteranno male, di diventare una mazzata pesantissima per la Juventus che sulla sua strada a centrocampo troverà dei cagnacci come Inler e Gargano che certo rendono il reparto centrale del Napoli uno dei più completi e temibili della Serie A. Così se il morale è alto, la tensione lo è anche di più. La Juventus è stata capace di macinare tredici punti nelle ultime cinque partite, e non è affatto un risultato da poco. Gli enigmi tattici si sprecano in mancanza di Marchisio Conte priviligerà la copertura nella zona centrale del campo affidandosi all’ex Pazienza o cercherà piuttosto di mettere in difficoltà gli esterni del Napoli costringendoli a difendere con  un esterno “furetto” stile Giaccherini o Estigarribia? Conte darà fiducia a Quagliarella a sorpresa al posto di un Vucinic spesso altalenante? Tanti interrogativi, per conoscere le risposte basta aspettare. Poco. Napoli-Juventus sta per cominciare. 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori