CALCIOMERCATO/ Napoli, Pandev: dopo la doppietta alla Juventus sei incedibile!

- La Redazione

Grande prestazione dell’attaccante del Napoli in prestito dall’Inter, Goran Pandev. Ieri il nazionale macedone ha realizzato una splendida doppietta contro la Juventus

delaurentiis_bigon_mazzarri_R375x255_13ott
Mazzarri con De Laurentiis e Bigon (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO – Una rete del solito Hamsik e poi una doppietta di quelle che non ti aspetti. Al San Paolo, ad esultare sotto la curva, non ci va Ezequiel Lavezzi ma Goran Pandev. Proprio così, il nazionale macedone, sbarcato in prestito dall’Inter in estate e fino ad oggi scarsamente utilizzato per motivi sia fisici quanto tecnici, è stato uno dei protagonisti assoluti del match di ieri fra Napoli e Juventus. Per l’attaccante una doppietta che sa tanto di rivincita nei confronti delle malelingue ma soprattutto di conferma in vista del calciomercato invernale e delle moltissime voci che si sono rincorse in questi mesi. Una vera e propria festa per Pandev che realizza le prime reti azzurre e in un’occasione davvero prestigiosa. La sognava da tanto tempo una partita così e questa doppietta gli ha restituito l’entusiasmo che aveva perso in queste ultime settimane. Un esordio difficile a Napoli, fallendo un clamoroso gol contro il Cesena a porta vuota, poi l’infortunio contro l’Inter, e la speranza, vana, di tornare in campo durante la magica sfida di Champions League contro il Bayern Monaco. Anche sabato sera, durante il match contro l’Atalanta, il macedone ha lasciato il campo dell’Atleti Azzurri d’Italia molto contrariato e deluso. Ma ieri è arrivata la svolta e in una serata davvero magica: «Sono due gol importanti – ha ammesso -. Io volevo i 3 punti. Per me, ripeto, sono due gol gratificanti, sono tornato, per me il campionato comincia ora». Poi l’attaccante ex Lazio snocciola al meglio la questione: «Avevo perso fiducia dopo l’infortunio, ma tutti mi sono stati vicini, tifosi e società. Io personalmente sono felice. Per me ex interista è stata una sorta di derby. La standing ovation finale? Bellissima». Una prestazione, quella del Napoli contro la Juventus, condita anche dalla rete di Marek Hamsik. Il nazionale slovacco conferma il suo feeling con il gol quando vede il bianconero. Una prima rete sprecata su calcio di rigore poi un colpo di testa che ha fatto urlare di gioia un San Paolo per l’ennesima volta gremito. Per Marekiato si tratta della quinta rete in carriera contro la Zebra, di cui 3 fra le mura domestiche dove non segnava dallo scorso 27 settembre, sfida di Champions contro il Villarreal.

Curiosità: ad Hamsik era già capitato di fallire un rigore contro la Juventus, il 25 marzo del 2010, ma anche in quell’occasione riuscì a rifarsi trovando il gol subito dopo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori