DIRETTA/ Novara-Napoli live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Novara-Napoli è il primo posticipo della 15ma giornata di Serie A. Dopo la scorpacciata di Champions gli azzurri cercano un’altra notte magica, ci sarà? La diretta di Novara-Napoli live

marek_hamsik_r400
Marek Hamsik (Foto: ANSA)

Novara–Napoli è il primo posticipo della quindicesima giornata di serie A. Dopo la scorpacciata di Champions, il Napoli fa visita al Silvio Piola di Novara per non vedesi sfuggire il treno di vetta. Quinti a quota 20 punti gli azzurri provano a centrare la seconda vittoria consecutiva contro il Novara, penultimo fermo a quota 10 punti e costretto a rispondere allo squillo del Cesena. Partita dunque tutta da vivere questo Novara–Napoli ed aperta ad ogni soluzione con il pareggio che farebbe sicuramente più piacere ai padroni di casa costretti a smuovere la classifica dopo troppi passi falsi. Stesso discorso, anche se con ben altre ambizioni e condizioni di classifica, può essere fatto per il Napoli che stasera non può proprio fallire.
Il Novara si presenta alla sfida con il Napoli dopo aver racimolato solo quattro punti nelle ultime cinque partite. Sembrano – e sono – pochi ma il Novara sta attraversando davvero un momentaccio con un rendimento deludente che deve cambiare notevolmente a questo punto della stagione, anche se davanti ha una squadra come il Napoli. Il Novara deve fare i conti con diverse defezioni, specialmente in difesa dove i piemontesi devono fare a meno di Lisuzzo e Paci. L’andamento casalingo degli uomini di Tesser è stato sin qui regolare con 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte nei 6 precedenti, un rendimento che ha fruttato 8 punti. Per contenere il Napoli, i padroni di casa pensano ad un abbottonatissimo 5-3-2. Davanti a Ujkani, il terzetto di centrali sarà composto da Dellafiore, Centurioni e Ludi. Esterni bassi dovrebbero invece essere Morganella e Gemiti. A centrocampo, attorno alle geometrie di Rigoni, spauracchio numero uno per gli uomini di Mazzarri, agiranno Radovanovic e Marianini. La coppia d’attacco dovrebbe invece esser formata da Mazzarani e Rubino.
Il Napoli arriva da una serie di tre pareggi e due vittorie nelle ultime cinque partite e, raggiunta l’impresa in Champions, vuole dedicarsi a partire da questa trasferta di Novara a recuperare terreno in campionato. Ma per il Napoli qualche problema oggi c’è. E’ l’emergenza a centrocampo dove Inler e Gargano non al meglio, dovrebbero accomodarsi in panchina. Spazio dunque ad Hamsik, arretrato per l’occasione nella linea mediana al fianco dello svizzero Dzemaili. Contro il centrocampo a tre del Novara però avere due uomini di tale qualità sulla linea mediana potrebbe anche rivelarsi un’arma in più per il Napoli. Staremo a vedere. Il posto lasciato libero dallo slovacco in zona offensiva verrà rilevato da Goran Pandev. Lavezzi e Cavani completeranno il tridente. In difesa pochi dubbi per Mazzarri che si riaffida alla difesa titolare con Cannavaro al centro e Campagnaro ed Aronica ai lati davanti al confermatissimo De Sanctis. Partita fondamentale per le ambizioni dei partenopei che devono invertire un trend che non li vede vincenti lontano dal San Paolo dal lontano 1 Ottobre, giorno in cui gli azzurri si imposero al San Siro contro l’Inter di Claudio Ranieri. Dirigerà l’incontro il signor De Marco della sezione di Chiavari, gli assistenti saranno Tonolini e Vuoto, quarto uomo Damato di Barletta. Non è però più tempo di chiacchiere, avrà meglio la maggior caratura tecnica del Napoli o la determinazione del Novara? La risposta è solo questione di minuti, perché Novara–Napoli sta per iniziare.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori