PAGELLE/ Novara-Napoli (1-1): i voti, la cronaca e il tabellino (quindicesima giornata)

- La Redazione

Il primo posticipo della quindicesima giornata di Serie A regala un pareggio. Il Novara ferma il Napoli di Mazzarri e ora per i partenopei è tutto più difficile. Le pagelle di Novara-Napoli

Tesser_R375_12gen10
Attilio Tesser (Foto: ANSA)

Il primo posticipo della quindicesima giornata di Serie A regala un pareggio. Il Novara ferma il Napoli di Mazzarri sull’1 a 1. Alla bellissima rete di Radovanovic risponde Blerim Dzemaili che evita la sconfitta ai partenopei. Confermata la maledizione delle partite post-Champions.
– Al Silvio Piola, Mazzarri presenta un Napoli in versione super offensiva più per necessità che per scelta. Colpiti dall’ormai consueta emergenza a centrocampo, il tecnico di San Vincenzo decide di arretrare Hamsik sulla linea mediana e lanciare il tridente pesante con Cavani, Lavezzi e Pandev. La scelta non sembra pagare perché è il Novara a partire meglio con Gemiti che scalda i guantoni di De Sanctis. Con il passare dei minuti però, i piemontesi disposti con un coperto 5-3-2, concedono campo al Napoli. I partenopei crescono pur non incantando e vanno vicini al vantaggio con Cavani, ben servito da Hamsik, ma anticipato dalla tempestiva uscita di Ujkani. La fase finale della prima frazione di gioco è tutta ad appannaggio degli ospiti che sfiorano ancora la rete con il perentorio terzo tempo di Maggio, ben pescato dal preciso traversone di Dossena. L’incornata del terzino vicentino schizza sul terreno del Piola ed esce fuori di un nulla strozzando l’urlo in gola ai 4000 sostenitori azzurri accorsi a Novara. 
– Nella ripresa la partita si vivacizza. Il Novara trova coraggio e sfrutta l’affiorante stanchezza degli ospiti. La squadra di Tesser imprime infatti un’accelerata al match e va vicina al vantaggio in un paio di occasioni, prima Rubino anticipa Aronica ma la sua conclusione di testa supera il secondo palo; poi Marianini mette i brividi al Napoli con una conclusione dai 30 metri deviata sopra la traversa del piedino malizioso di Mazzarani. È la prova generale per il gol che arriva al 34esimo. Cannavaro commette fallo su Rigoni dalla trequarti, Radovanovic raccoglie il tocco di Gemiti e scarica una fucilata che si incunea nelle crepe della barriera napoletana, De Sanctis è impallato da Dossena e vede all’ultimo il pallone non riuscendosi ad opporre. Mazzarri tenta il tutto per tutto inserendo Inler e Zuniga e passando al 4-2-3-1 con Pandev prima punta. La pressione costante e la paura di vincere dei padroni di casa apre così lo spazio giusto per il pareggio. Inler serve il filtrante a Lavezzi che disegna un cross delizioso per Hamsik, lo slovacco ha sul piede la palla del pari ma la svirgola; l’errore dello slovacco aggiusta però il pallone a Dzemaili che con un tiro a botta sicura firma la seconda rete consecutiva e rimette in equilibrio il match. Il forcing finale portato dagli uomini di Mazzarri non frutta però ulteriori scossoni all’incontro. Al triplice fischio di un De Marco versione British, Novara e Napoli agguantano un punto che a livello di classifica non serve a nessuno ma che per i piemontesi fa morale.

TABELLINO

NOVARA-NAPOLI 1-1

 

Novara (5-3-2): Ujkani; Morganella, Dellafiore, Centurioni, Ludi (9′ st Labrin), Gemiti; Marianini, Radovanovic (33′ st Porcari), Rigoni; Mazzarani (40′ st Morimoto), Rubino. A disp.: Fontana, Pesce, Granoche, Jeda. All.: Tesser

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (31′ st Zuniga); Maggio, Hamsik, Dzemaili, Dossena (35′ st Inler); Pandev, Lavezzi; Cavani (22′ st Mascara). A disp.: Rosati, Fernandez, Fideleff, Gargano. All.: Mazzarri

Arbitro: De Marco

Marcatori: 25′ st Radovanovic (No); 39′ st Dzemaili (Na)
Ammoniti: Rigoni, Dellafiore, Centurioni (No);
Espulsi: –

Pagelle

Novara 

Ujkani 6.5: Poco chiamato in causa ma sempre presente quando c’è da intervenire.
Morganella 6: Cura la spinta di Dossena con attenzione.
Ludi 6.5: Si fa male dopo soli 18 minuti ma regge fino ad inizio ripresa senza sbavature. (Dall’8’st Labrin 6.5: Entra immediatamente in partita e non sbaglia praticamente nulla).
Dellafiore 6: Contenere Lavezzi non è facile, se la cava comunque facilitato dallo schieramento ultra-difensivo proposto da Tesser.
Centurioni 6: Copre bene la zona aiutato dal grande filtro che porta il centrocampo.
Gemiti 7: Una grandissima prestazione. Spinge con costanza creando non pochi problemi alla difesa, concede qualche spazio in più a Maggio ma è un rischio calcolato.
Marianini 6.5: Grande lavoro di interdizione che ingolfa le vie centrali.
Radovanovic 6.5: Prestazione di sostanza condita dalla punizione capolavoro che illude i padroni di casa. (Dal 32’st Porcari sv)
Rigoni 5: Non decisivo come al solito. Poteva sfruttare meglio la linea mediana leggera proposta da Mazzarri.
Mazzarani 6: Lavora molto vicino a Rubino; si sbatte con poco costrutto ma il suo sacrificio è comunque tatticamente fondamentale. (Dal 39’st Morimoto sv)
Rubino 5.5: In una partita del genere un attaccante deve essere bravo a sfruttare tutte le minime occasioni lui, invece, si libera spesso bene ma manca la zampata vincente.

 

All. Tesser 6.5: Colpisce il Napoli nel suo difetto maggiore, la difficoltà nell’aggirare sistemi difensivi che coprono bene la zona e bloccano le vie centrali. Con un po’ più di concentrazione i suoi avrebbero potuto portare a casa i tre punti, ma lui ha poche colpe.

Napoli

De Sanctis 6: Non ha colpe sul gol nonostante la lunghissima distanza. Attentissimo soprattutto nelle uscite alte.Campagnaro 6.5: Gran grinta e diverse proiezioni offensive.
Cannavaro 5.5: Un po’ troppo svagato, spesso in ritardo sulle chiusure commette il fallo su cui nasce la rete del Novara.
Aronica 5.5: Rubino lo brucia in più di un’occasione. (Dal 30’st Zuniga 6: Cambia il ritmo alla manovra azzurra).
Maggio 6: La media aritmetica tra la capacità e la continuità d’inserimento (7) e la scarsa lucidità sottorete (5).
Hamsik 6: Qualche lampo isolato e molto sacrificio per la squadra. Cicca l’invitante pallone di Lavezzi fornendo però l’assist involontario a Dzemaili.
Dzemaili 6.5: Mette le pezze alla giornata negativa dei suoi con il gol che vale un punto. Non è però sempre impeccabile soprattutto nelle scelte di giocata. Può crescere.
Dossena 6: Ogni tanto fornisce buoni cross ma gli manca la continuità nella giocata. (Dal 35’st Inler 6: Da una sua splendida imbucata nasce il pareggio).
Lavezzi 6.5: Molto fumo e la consueta quantità di dribbling ad altissimo ritmo. Aggira il grimaldello difensivo del Novara sprofondando sulla sinistra in occasione del gol di Dzemaili.
Pandev 6.5: Un primo tempo da migliore in campo, nella ripresa cala vistosamente ma resta uno dei più brillanti con la palla al piede.
Cavani 4.5: Irriconoscibile, manca l’appuntamento con il pallone ma soprattutto innesca una serie di conropiedi del Novara con appoggi illogici. (Dal 20’st Mascara 5: Non incide sull’andamento dell’incontro). 

 

All. Mazzarri 5.5: Paga ancora una volta i soliti difetti dei suoi uomini: l’impegno di Champions e la fatica di scardinare sistemi difensivi ordinati non gli permettono di andare oltre un pareggio che non serve a nulla.

 

(Massimiliano De Cesare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori