SERIE A/ Novara-Napoli (1-1): sintesi, gol e video highlights (quindicesima giornata)

- La Redazione

Il primo posticipo della quindicesima giornata di Serie A si chiude con un pareggio. Novara e Napoli si dividono la posta. Ma non basta a nessuno. Il video di Novara-Napoli, gli highlights

pocho_lavezzi_r400-1
El Pocho Lavezzi (Foto: ANSA)

Il primo posticipo della quindicesima giornata di Serie A si chiude con un pareggio. Novara e Napoli si dividono la posta in palio conquistando un punto che, a conti fatti, non serve a nessuno. Il Napoli di Mazzarri si dispone con il tridente pesante Cavani, Lavezzi e Pandev mentre Hamsik viene arretrato sulla linea dei centrocampisti a causa delle defezioni di Inler e Gargano, entrambi in condizioni non ottimali e relegati alla panchina. La propensione offensiva del Napoli si scontra però con l’abbottonatissimo 5-3-2 studiato da Tesser per correggere l’impressionante fragilità difensiva evidenziata dal Novara in questo inizio di stagione. Il copione della gara è così presto scritto, con il Napoli che fa girare il pallone confidando nel maggior tasso tecnico ed il Novara predisposto in versione chiusura e ripartenza, che attende il momento opportuno per rendersi insidioso. Come spesso gli capita al cospetto di squadre così chiuse, il Napoli evidenzia un giro palla che non frutta occasioni da rete realmente insidiose. Più pratico invece il Novara, sempre pronto a ripartire ma poco ispirato nel suo uomo chiave: Rigoni. In una partita così bloccata allora, l’unico scossone all’equilibrio può venire da un calcio piazzato. Ci pensa allora Radovanovic a regalare il vantaggio ai padroni di casa, un vantaggio che considerando l’andamento della ripresa parrebbe poter durare sino al triplice fischio finale. A questo punto però, quello che cambia è soprattutto l’aspetto psicologico. Il Napoli aumenta al massimo la pressione avanzando Hamsik, lo slovacco, al triplice fischio di De Marco, avrà toccato una quantità pazzesca di palloni realizzando ben 46 passaggi riusciti (recordman dell’incontro); Lavezzi continua il suo incessante moto sulla trequarti avversaria servendo l’assist da cui nasce il pari. Un pari che è frutto anche della paura di vincere che attanaglia il Novara. È Dzemaili, al secondo gol in altrettante partite, ad infrangere i sogni della squadra di Tesser meno attenta e concentrata nel momento più importante della gara. Un gol non fortuito perché insistentemente cercato, quello realizzato dal mediano elvetico che, insieme al Pocho Lavezzi, è l’uomo ad andare più spesso al tiro con 3 tentativi realizzati nell’arco dei 90 minuti. Considerando la gara nel suo complesso ed il differente tasso tecnico delle due squadre, il pareggio appare il risultato più giusto, un pareggio che comunque soprattutto considerando i risultati ottenuti in questa giornata dalle dirette concorrenti delle due squadre, serve davvero a poco.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori