DIRETTA/ Napoli-Genoa live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Napoli-Genoa è una delle partite più attese dai tifosi per questa giornata di Serie A. Napoli e Genoa sono due squadre gemellate, ma oggi ne resterà uno. La diretta di Napoli-Genoa live

marek_hamsik_r400
Marek Hamsik (Foto: ANSA)

Napoli-Genoa è una delle partite più attese dai tifosi per questa giornata di recupero di Serie A. Napoli e Genoa sono due squadre gemellate da tantissimi anni e ogni volta, sia al San Paolo che a Marassi c’è spazio prima ancora che per il bel calcio per una grande festa di popolo tra i tifosi. Oggi non fa eccezione anche se sia il Napoli che il Genoa hanno grand bisogno di fare i tre punti. Il Napoli di Mazzarri è infatti fermo a quota ventun punti. Il treno delle prime comincia ad allontanarsi e – come si sa – il quarto posto non basta più pr entrar in Champions League. La vittoria contro il Genoa pare quindi d’obbligo anche per non mandare di traverso ai tanti tifosi napoletani l’acquisto delle statuine del presepe con le fattezze del “Trio delle meraviglie”, o di Walter Mazzarri. Ma anche il Genoa è a quota ventun punti e anche se la squadra di Preziosi non ha velleità di arrivare in Champions League, l’Europa League è un traguardo di prestigio e alla portata della squadra guidata da Malesani. Il Grifone quindi cercherà i tre punti contro il Napoli senza nascondersi nemmeno in trasferta. Festa a parte, dunque, sarà battaglia. Ovviamente c’è la possibilità che Napoli-Genoa finisca con un pareggio. In questo caso è facile pronosticare che il bicchiere mezzo vuoto sarà quello del Napoli di Mazzarri, mentre – pur se non ci sarà da ubriacarsi di felicità – il calice mezzo pieno sarà quello di Malesani. Per un brindisi di auguri per il prossimo anno basterà.
Il Napoli si prepara ad accogliere il Genoa dopo aver raccolto sei punti in cinque partite. Uno score decisamente deludente per una squadra che vuole così intensamente la vetta della classifica o almeno un posto tra le tre di Champions League. Se si continua così non sarà facile arrivare al risultato, anche perché il San Paolo ultimamente (quanto meno in campionato) non si è rivelato quell’arma in più determinante per vincere ogni avversario. In casa il Napoli ha raccolto dodici punti con tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Leggermente in attivo il saldo dei gol con quattordici segnati e undici subiti. Oggi bisogna ricominciare a costruire, e non ci sono scuse in un mercoledì che forse ricorderà al Napoli le prestazioni di Coppa, almeno questo si augura il San Paolo. Mazzarri deve fare i conti con l’assenza di Lavezzi, e questa potrebbe essere davvero pesante per i partenopei. Il Napoli senza il suo folletto perde tantissimo in velocità e incisività della manovra. Al suo posto però giocherà Pandev, giocatore che ha davvero dimostrato nelle ultime apparizioni di poter essere annoverato tra i tenori dell’attacco del Napoli. Per il resto il Napoli si affida ai titolarissimi. Perchè davvero questa contro il Genoa è una partita da vincere. Anzi, di più.
Il Genoa arriva alla trasferta contro il Napoli in un momento di transizione della propria stagione. Prima della pausa una vittoria sarebbe davvero importante per raggiungere una continuità di risultati positivi. Nelle ultime cinque partite, infatti, il Genoa ha raggranellato sei punti, vincendo due partite e perdendone tre. Un ottovolante davvero un po’ pericoloso per le coronari di tifosi che contro il Napoli vorrebbero finalmente un po’ di stabilità. Lo score in trasferta del Genoa non è però entusiasmante: sette punti, con due vittorie un pareggio e quattro sconfitte. Il bilancio dei gol è negativo (otto reti fatte e undici subite), oggi si dovrà ovviamente fare meglio e non sarà certamente facile. Malesani non potrà schierare Moretti (squalificato) nella formazione anti-Napoli del suo Genoa, e con gli infortuni di Kucka, Palacio, Birsa e Bovo non sarà certo facile imporsi in trasferta. Ma provarci è un dovere. E magari la magia del Natale…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori