CALCIOMERCATO/ Napoli, Cannavaro: Vargas? Dovrà sudarsi la maglia

- La Redazione

Il capitano ha ‘avvertito’ il cileno, precisando che chi viene a Napoli avrà tanto da lavorare. Poi una risposta a Malesani: “Nessuna presa in giro da parte nostra…”.

paolo_cannavaro_napoli_r400
Paolo Cannavaro, leader di una difesa sotto accusa (foto ANSA)

Edu Vargas sarà il primo acquisto di gennaio del Napoli. Manca solo l’ufficialità. Poi il mercato azzurro potrebbe anche fermarsi, come ha fatto capire ieri sera il ds Bigon. Fermo restando che gli occhi verranno tenuti sempre aperti, alla ricerca dell’occasione giusta, magari per rinforzare le fasce o la difesa. A Napoli il cileno troverà una folta concorrenza nel reparto avanzato. Dietro i tre ‘titolarissimi’, infatti, sta scalando posizioni un certo Pandev, che pian piano sta ritornando quello dell’Inter (era Mourinho). Non sarà facile, quindi, ritagliarsi spazio, al di là del suo indubbio talento, che ha fatto nascere impegnativi paragoni con Lavezzi e Alexis Sanchez. Anche Paolo Cannavaro, ospite oggi a Radio Marte, gli ha fatto capire che dovrà faticare non poco per conquistarsi un posto in squadra: “Vargas? Dovrà sudare la maglia come fanno tutti quelli che vengono a Napoli”, è stato il suo ‘benvenuto’. La società, ha aggiunto Cannavaro, “fa sempre acquisti forti, non c’è mai nulla di scontato”. Chissà, quindi, se dopo il talento prelevato dall’Universidad de Chile ci saranno altri regali. L’importante, ad ogni modo, è che il Napoli dia continuità al suo percorso. L’obiettivo per il nuovo anno, secondo il capitano azzurro, è quello di fare sempre meglio. “Migliorare il 2011 sarebbe un grande successo”. Finora in campionato, a suo avviso, è mancata solo la costanza. Nessun alibi, ma giocando ogni tre giorni, “qualcosa devi concedere”. Magari il Napoli lo ha fatto un po’ troppo, ma la voglia della squadra di risalire posizioni c’è tutta. Il Chelsea, assicura Cannavaro, è lontanissimo. Nel prossimo mese la missione sarà quella di recuperare quanti più punti possibili rispetto alle prime della classe. Inevitabile, poi, analizzare la goleada di ieri con il Genoa. Il difensore ha parlato di “partita perfetta, quando siamo in giornata non ce n’è per nessuno”. La reazione chiesta da Mazzarri, dunque, si è concretizzata alla grande. E le parole di Malesani (“6-1? Ce ne ricorderemo al ritorno”) vengono ignorate senza problemi da Cannavaro: “Non commento, con noi nessuno si è mai risparmiato”. Da parte degli azzurri, giura, non c’è stata alcuna presa in giro nei confronti degli avversari.

A gennaio, poi, riprenderà anche la Coppa Italia: “Sarebbe bello alzare un trofeo”, conclude l’esperto centrale. Già, i bei piazzamenti potrebbero non bastare più.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori