CALCIOMERCATO/ Napoli, Bigon: così abbiamo preso Vargas, quanta concorrenza!

- La Redazione

Il direttore sportivo del Napoli, Riccardo Bigon, racconta come è riuscito a strappare il talento Eduardo Vargas alla concorrenza che nelle ultime settimane si era fatta agguerrita

delaurentiis_bigon_mazzarri_R375x255_13ott
Mazzarri con De Laurentiis e Bigon (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO – Ultimi giorni davvero frenetici e senza sosta per il direttore sportivo del Napoli Riccardo Bigon. Il motivo dell’ansia delle ore scorse è dovuto all’operazione Eduardo Vargas. Il ds dei partenopei ha chiuso in pochi giorni un’operazione che potrebbe risultare superlativa ma ha dovuto superare non poche difficoltà. In realtà, la trattativa sarebbe nata addirittura diverse settimane fa, come svela lo stesso dirigente del Napoli a La Gazzetta dello Sport: «Lo seguiamo da più di un anno, anche se la trattativa è cominciata ad ottobre…». Un’operazione che sembrava completamente in discesa fino a quando il nazionale cileno non ha deciso di mettersi in mostra attirando i riflettori della stampa mondiale ma soprattutto dei vari top club del Vecchio Continente. Bigon racconta infatti come le società sulle sue tracce siano aumentate a dismisura negli ultimi tempi ma la forte volontà dello stesso Vargas ha permesso ai campani di chiudere positivamente la trattativa. Il sudamericano piaceva a Inter, Zenit di San Pietroburgo e non solo… «C’era anche la Roma – ha proseguito Bigon – ma più in generale Edu piaceva a tante squadre di alto livello. Averlo preso per noi è motivo di soddisfazione e di orgoglio». Vargas, racconta Bigon, è stato convinto non soltanto dal corteggiamento serrato degli uomini di mercato del Napoli ma anche dalla credibilità internazionale raggiunta dalla stessa società partenopea negli ultimi anni, in particolar modo, dopo la splendida Champions League e la qualificazione agli ottavi. Il giocatore arriverà in Italia il prossimo mese, precisamente il 4 gennaio, e si porterà dietro un bagaglio di 26 gol suddivisi tra campionato e Coppa Sudamericana. Bigon, però, confessa: «Dobbiamo lasciarlo tranquillo e non mettergli fretta, anche se abbiamo fatto un investimento importante su un ragazzo di 22 anni e dunque questo vuol dire che siamo convinti delle sue potenzialità». Negli scorsi giorni c’è stato anche tempo per una piccola polemica dopo che Mazzarri ha confessato di non conoscere il giocatore in questione. Bigon ha “giustificato” l’allenatore toscano che naturalmente non può avere un quadro completo di tutti i talenti sparsi per il mondo ma da cui partono tutte le direttive di mercato.

Vargas potrebbe essere l’unico ed ultimo acquisto di gennaio del Napoli: «Penso di sì. Non credo faremo altre operazioni, anche perché Britos e Donadel sono ormai a disposizione e con loro saremo competitivi in tutti i reparti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori