DIRETTA/ Napoli-Lecce (Serie A 2011/2012): la partita live in temporeale

- La Redazione

Napoli–Lecce è una partita spartiacque. Al San Paolo va infatti in scena una gara fondamentale per le speranze sia del Lecce sia del Napoli. La diretta di Napoli-Lecce live in temporeale

MAZZARRI_R400
Grande vittoria per il Napoli (Infophoto)

Napoli–Lecce è una partita spartiacque. Al San Paolo va infatti in scena una gara fondamentale per le speranze sia del Lecce sia del Napoli. Gli azzurri vanno alla ricerca di una vittoria che, in campionato, manca da ormai 7 partite; i salentini, invece, non possono più permettersi passi falsi dopo esser stati relegati al ruolo di fanalino di coda della Serie A. Partita fondamentale anche per il tecnico dei giallorossi Eusebio Di Francesco che, qualora dovesse uscire sconfitto anche dalla trasferta di Napoli, rischierebbe seriamente l’esonero. Un Napoli-Lecce dunque tutto da vivere quello che va in scena stasera, incontro valido per la quattordicesima giornata di una Serie A sempre più combattuta. Partita da vincere assolutamente per entrambe le squadre, con il Lecce che potrebbe però accogliere a braccia aperte un punto in una trasferta tanto impegnativa. Discorso invece non applicabile per il Napoli che, dopo aver sprecato troppe occasioni, non può permettersi un risultato diverso dalla vittoria per non vedere definitivamente sfuggire il treno di testa.
Il Napoli cerca di sfatare il tabù delle partite che precedono un turno di Champions League contro il Lecce ultimo in classifica. Reduce però da un tour de force che ha visto gli azzurri impegnati ben 4 volte nelle ultime due settimane, Mister Mazzarri torna a sperimentare il sin qui indigesto turn over. Il punto fermo dal quale ripartire sarà ovviamente il modulo, l’ex tecnico di Samp e Livorno non vuole infatti sentire ragioni e riconferma il 3-4-2-1 che tanti successi ha portato nelle ultime due stagioni. Quasi certamente dovrebbe riposare Hamsik che, nonostante la rete messa a segno martedì,  lascerà spazio al ritrovato Pandev. In dubbio anche il Matador Cavani che pare però aver recuperato dall’infortunio dopo l’assenza forzata nel turno infrasettimanale. La ferita alla caviglia rimediata contro il City ed acuita a Bergamo si sarebbe infatti rimarginata e lascerebbe dunque presupporre  ad un suo utilizzo dal primo minuto, per ogni evenienza è comunque pronto Santana che farebbe così scalare Pandev al ruolo di prima punta. In mediana, ancora out Gargano che dovrebbe essere disponibile per la fondamentale trasferta di Vila-Real, spazio alla coppia della nazionale elvetica Dzemaili-Inler chiamata a riscattare le ultime prestazioni opache. In difesa invece dovrebbero ritrovare la titolarità gli argentini Fernandez e Fideleff (in ballottaggio con il redivivo Grava) con Aronica unico rappresentante della difesa titolare.
E per quanto riguarda il Lecce non se la passa comunque meglio Di Francesco giunto all’ultima chiamata sulla panchina dei salentini. Per la proibitiva trasferta sul suolo campano l’allenatore dei giallorossi dovrà fare i conti con le importanti assenze di Olivera, Ofere, Giacomazzi, Diamoutene, Carrozzieri e Di Michele. Recupera invece all’ultimo Cuadrado che dovrebbe però partire dalla panchina. Di Francesco disegna per l’occasione un accorto abito ai suoi uomini e pensa seriamente alla difesa a 5, cercando di sfruttare la proverbiale difficoltà degli azzurri  nello sbloccare le partite con avversari particolarmente chiusi. Davanti a Benassi spazio allora per Oddo, Ferrario, Tomovic, Esposito, Mesbah. A centrocampo linea a tre con Strasser, Grossmuller e Obodo; in avanti attacco molto leggero composto da Pasquato e Muriel. 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori