CALCIOMERCATO/ Napoli, ag. Pandev: Il futuro? A giugno…

- La Redazione

Goran Pandev si è sbloccato e adesso le sue chances di permanenza aumentano. Oggi il suo agente ha fatto il punto della situazione, precisando che a giugno…

goran_pandev_napoli_r400
Goran Pandev (Foto: ANSA)

Goran Pandev sembra rinato. Tutto merito di quella fantastica doppietta alla Juventus, a cui è seguita un’altra buonissima prestazione contro il Lecce. Il macedone è sulla buona strada per ritornare quello della Lazio e della prima annata interista. Non a caso, in molti lo hanno già etichettato come il ‘quarto tenore’. Oggi il suo agente Carlo Pallavicino è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli per fare il punto sul futuro. Un futuro che, a questo punto, potrebbe essere ancora colorato d’azzurro. Pandev è a Napoli in prestito secco, senza clausole, come ha ribadito oggi Pallavicino, ma “niente deve essere escluso. A giugno i due club (Napoli ed Inter, ndr) affronteranno la questione”. Dunque, basterà che al termine della stagione De Laurentiis e Moratti siedano attorno ad un tavolo per valutare il da farsi. Il rapporto tra i due presidenti è ottimo, e non è fantacalcio pensare ad un accordo per la permanenza del ragazzo all’ombra del Vesuvio. Fermo restando che un Pandev così, come ha sottolineato lo stesso Pallavicino, potrebbe fare molto comodo anche all’Inter. Ma è presto per fare certi discorsi. L’importante, per il bene del Napoli, è che Goran ritrovi sè stesso. Del resto, “i grandi calciatori non possono certo dimenticare le proprie qualità”, dice l’agente. E’ proprio così. Non ci si dimentica come si gioca a calcio. Specialmente, poi, quando Madre Natura ti ha dotato di classe. L’inizio di stagione di Pandev – è l’ammissione di Pallavicino – è stato effettivamente molto difficoltoso, a causa degli infortuni, che non hanno consentito al giocatore di raggiungere una condizione ottimale. Adesso, però, la strada è tutta in discesa. Per lui come per Blerim Dzemaili, altro assistito del noto procuratore ed altro giocatore che pare essersi sbloccato. Soprattutto a livello psicologico. Le qualità tecniche ci sono sempre state, mancava solo un po’ di convinzione nei propri mezzi. La speranza di Mazzarri e di tutti i tifosi partenopei è che Dzemaili, grazie alla bella prova contro i salentini (con gol), abbia ‘svoltato’. C’è bisogno anche del suo apporto per far fronte ad una stagione lunga e stressante. A centrocampo non possono bastare i soli Inler e Gargano. Serve pure il miglior Dzemaili. E forse un altro elemento, che potrebbe arrivare a gennaio.

Uno dei candidati è l’argentino Yacob, e Bigon sta lavorando all’affare. Mentre incombe l’appuntamento col destino. Mercoledì contro il Villarreal. Serata da brividi. Serata da Champions.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori