SQUALIFICA LAVEZZI / Dopo Napoli-Catania, Mazzarri scagiona Controcampo

L’allenatore azzurro: Mediaset non ha colpe

21.02.2011 - La Redazione
mazzarri_lavezzi_R400_15ott10
Mazzarri con Lavezzi (Napoli) - Foto Ansa

Dopo la partita vinta dal suo Napoli sul Catania, Walter Mazzarri ne approfitta per tornare a parlare della squalifica comminata a Ezequiel Lavezzi, che obbligherà gli azzurri a disputare il big match con il Milan lunedì prossimo a San Siro senza il Pocho.

In settimana si erano diffuse voci secondo cui la trasmissione Mediaset Controcampo avrebbe fornito immagine inedite alla Corte di giustizia federale, favorendo così la conferma del provvedimento preso in precedenza dal giudice sportivo Tosel, che aveva punito lo sputo di Lavezzi a Rosi (e viceversa) durante Roma-Napoli con tre giornate di squalifica a testa. In realtà le immagini consegnate da Controcampo erano già a disposizione della giustizia sportiva prima del ricorso presentato dai partenopei e non differivano da quelle già fornite da Sky.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE DI SQUALIFICA LAVEZZI, MAZZARRI E CONTROCAMPO

Mazzarri fa così chiarezza sul caso. “Devo dire quello che penso: guardai Controcampo e ho visto Brandi, Paparesta e anche Cesari il giorno prima che dissero fin da subito che la prova tv non era ammissibile, di questo devo dargli atto. Ho letto illazioni il giorno dopo, ma io li scagiono assolutamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori