CALCIOMERCATO/ Napoli, Pazienza, Zuniga, Criscito – I rumors al 26 febbraio

I rumors di mercato del Napoli

26.02.2011 - La Redazione
Criscito_R375_24ott08
Criscito esterno rossoblu (Foto Ansa)

Se il Napoli saprà confermare nel finale quanto di buono fatto in stagione allora il sogno Champions League (e forse qualcosa in più) potrebbe diventare realtà. La squadra di Mazzarri è attualmente la seconda forza del campionato e in caso di approdo in Champions il presidente De Laurentiis ha promesso un mercato importante. In casa Napoli prima di acquistare si cercherà di blindare i giocatori protagonisti di questa stagione, tra questi figura sicuramente Michele Pazienza, centrocampista pugliese in scadenza di contratto. Il suo procuratore ha voluto smentire le voci di un possibile accordo il Genoa rivelando che il rinnovo con il Napoli avverrà presto.

Anche Zuniga si sta ritagliando uno spazio importante in questo Napoli. Il difensore colombiano è sempre più il jolly di Mazzarri. Le sue buone prestazioni lo hanno portato a competere con Dossena per il ruolo di esterno sinistro del Napoli. L’ex direttore sportivo del Napoli Pierpaolo Marino ha elogiato il giovane calciatore colombiano rivelando che sul giocatore c’era anche la Juventus ma i partenopei furono più veloci al momento dell’acquisto. Un giocatore che dopo il primo anno tribolato anche a causa di parecchi problemi fisici si sta rivelando importante nello scacchiere tattico del tecnico partenopeo.

A sinistra però il Napoli non ha perso di vista Domenico Criscito, calciatore campano in forza al Genoa. Dopo aver sfiorato a gennaio prima il Milan e poi l’Inter, il terzino rossoblu potrebbe andare via a fine stagione. Oltre al già citato Napoli, Criscito interessa anche a Bayern Monaco e soprattutto Aston Villa. Proprio i “Villans” sarebbero pronti a versare 15 milioni di euro in contanti al Genoa, offerta che potrebbe far vacillare le resistenze del presidente del Genoa Preziosi che in rosa ha già il sostituto di Criscito, ovvero il giovane Antonelli prelevato dal Parma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori