CALCIOMERCATO/ Napoli: il Tottenham su Maggio

- La Redazione

Oggi a tenere banco sono le voci che riguardano il laterale destro di centrocampo, e Nazionale italiano di Prandelli, Christian Maggio, che sembra piacere al Tottenham.

Maggio_r400-1
Cristian Maggio (foto Ansa)

La grande stagione del Napoli di Mazzarri non è ancora giunta al termine ma, man mano che si avvicina la parentesi estiva del calciomercato, sono sempre di più i giocatori partenopei ad essere accostati ad altre squadre o dati sul piede di partenza.

Soprattutto negli ultimi giorni le voci di un possibile addio di Cavani hanno a dir poco preoccupato l’ambiente napoletano, speranzoso di riuscire a trattenere il Matador ancora almeno il prossimo anno, per poter dare continuità ad un sogno.

Oggi a tenere banco sono le voci che riguardano il laterale destro di centrocampo, e Nazionale italiano di Prandelli, Christian Maggio.

Sul giocatore si sarebbe fatta avanti la formazione britannica del Tottenham, che vorrebbe Maggio per la propria corsia di destra, al fine di poter schierare un centrocampo con due incursori micidiali: Maggio e, sulla corsia opposta, Gareth Bale.

A fare il punto sull’italiano, attraverso i microfoni di “Radio gol”, trasmissione di “Radio Kiss Kiss Napoli”, è intervenuto Massimo Briaschi, agente di Maggio, che ha sottolineato come “Christian piace anche all’estero oltre che in Italia: del resto lui gioca in un ruolo molto particolare. Aspettiamo un cenno. Con Bigon rimanemmo che si saremmo rivisti, poi non ho sentito più nessuno. Noi stiamo qua: Christian a Napoli sta bene e non vuole muoversi anche se le richieste per lui ci sono. Il Tottenham? Sicuramente lo ha visto giocare”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA NAPOLI

Dopo l’assalto ai gioielli Cavani, Hamsik e Lavezzi, il patron De Laurentiis sarà chiamato ad un lavoro estenuante per trattenere anche Christian Maggio a Napoli: l’interesse per i pezzi pregiati della collezione Napoli è altissimo e, soprattutto, solo all’inizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori