DIRETTA/ Napoli-Genoa (Serie A): segui e commenta la partita live in tempo reale

- La Redazione

Napoli-Genoa è la partita che chiude gli anticipi di questa giornata di Serie A. Il Napoli insegue in secondo posto,mentre il Genoa non ha più nulla da chiedere al campionato.

mazzarri_lavezzi_R400_15ott10
Mazzarri con Lavezzi (Napoli) - Foto Ansa

Napoli-Genoa è la partita che chiude gli anticipi di questa giornata di Serie A. Il Napoli insegue in secondo posto con una vittoria, mentre il Genoa non ha più molto da chiedere al campionato per una stagione che deve finire diretta nel dimenticatoio al più presto possibile. Si è fatto un gran parlare di questo Napoli-Genoa, per via della grande amicizia che lega le due tifoserie da tempo gemellate, ma si spera che in campo sia partita vera, seppur in una auspicabilissimo clima di festa di colori e cori comuni al San Paolo. Nautralmente, se Napoli-Genoa finisse con il segno X sarebbero solo i ragazzi di Mazzarri a dolersene…

Il Napoli si avvicina alla sfida del riscatto con tanta concentrazione e voglia di far bene nonostante le voci sempre più fastidiose che circondano il futuro del suo allenatore. Mazzarri infatti è piuttosto criptico nel parlare del domani e questo dà modo a stampa e tifosi di ipotizzare tantissimi scenari futuri per il Napoli e uno degli artefici principali del suo campionato “miracoloso”. Dopo due brutte sconfitte consecutive forse è svanito il sogno tricolore, ma è più che mai viva la voglia per conquistare una Champions League dalla porta principale. Il Napoli si presenta all’appuntamento con il Genoa a pieno organico senza infortunati o squalificati nella rosa titolare. Si ricompone davanti il trio delle meraviglie, mentre a centrocampo si ritrova la coppia Gargano-Pazienza. Si riparte dall’inizio con i ragazzi che hanno cominciato questa avventura, quindi, con De Sanctis tra i pali, Campagnaro, Cannavaro e Aronica in difesa, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena a centrocampo, Hamsik, Lavezzi e Cavani a far danni là davanti.
Il Genoa di Ballardini arriva rattoppatissimo al San Paolo. Falcidiato dagli squalificati (ben tre) e dagli infortunati (due). Non ci saranno infatti Dainelli, Milanetto, Palacio, Veloso e Rossi. Mica poco. Se poi non ce la facesse nemmeno Rafinha, allora a centrocampo sarebbero davvero guai seri. Ballardini – non potrebbe far altro – fa buon viso a cattivo gioco e prova a disegnare un 4-4-2 che provi ad essere solido a centrocampo e a non cedere sugli esterni. Contro il Napoli non sarà facile. I grifoni giocheranno probabilmente con Eduardo tra i pali, Criscito, Kaladze, Moretti e Mesto in difesa, Antonelli, Kucka, Rafinha e Konko a centrocampo, Paloschi e Floro Flores in avanti. Ballardini si dimostra diffidente verso chi parla di un Napoli in crisi “Il Napoli è una squadra molto carica perché oltre al grande campionato che stanno facendo vengono da due partite con due risultati non positivi e saranno motivatissimi. Vorranno fare bene davanti al proprio pubblico e noi siamo pronti a fare bene”. E poco dopo tira una vera bordata a Mazzarri, che aveva definito la rosa del Genoa superiore a quella del Napoli “Se fosse così – ha detto -, allora Mazzarri sarebbe davvero un grande allenatore”…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori