PAGELLE/ Napoli-Genoa (1-0): i voti, la cronaca e il tabellino (trentacinquesima giornata)

- La Redazione

Una rete di Hamsik regala al Napoli tre punti fondamentali in chiave terzo posto e Champions League. Gli azzurri sono ora virtualmente a +8 sulla quarta in classifica.

hamsik_maggio_R400_4ott10
Hmsik, foto Ansa

Una rete di Hamsik regala al Napoli tre punti fondamentali in chiave terzo posto e Champions League. Gli azzurri sono ora virtualmente a +8 sulla quarta in classifica, in attesa della gare di Roma, Lazio e Juventus, quest’ultime, impegnate nello scontro diretto.

Mazzarri punta sulla vecchia guardia preferendo Aronica a Ruiz e Pazienza a Yebda. Il tecnico toscano ritrova anche Lavezzi, rientrante dopo la squalifica. La sfida del San Paolo inizia sotto un diluvio d’estate che condiziona evidentemente le prestazione degli 11 in campo. Sono i padroni di casa a fare la partita e a rendersi più volte pericolosi senza però riuscire a centrare il bersaglio. Ci prova subito il Pocho da fuori, mancando di precisione, così come Cannavaro, Cavani e Pazienza, quest’ultimo, autore di un tiro che sfiora il palo. All’offensiva azzurra risponde però il Genoa in contropiede che con la coppia Paloschi-Floro Flores, innestata da Kucka, rischia di fare davvero male. Il finale del primo tempo si chiude comunque con il Napoli in attacco che non riesce però ad aggiustare la mira.

I secondi 45 minuti di gioco si aprono con il Napoli padrone del campo. Il più ispirato è sempre Lavezzi che crea continui grattacapi alla retroguardia del Genoa e soprattutto a Eduardo bravissimo a salvare la porta in più occasioni. Ballardini, però, non sta a guardare, e mescolando le carte in tavola toglie Kucka e inserisce Destro, passando dal 4-4-2 ad un maggiormente offensivo 4-3-3. Il Napoli non molla la presa e continua a rendersi pericolosissimo in attacco grazie anche ad un colpo di testa di Yebda, subentrato a Pazienza, respinto dall’estremo difensore portoghese. E’ il preludio alla rete che arriva dopo un cross di Aronica, “spizzato” da Cavani: la palla arriva a Marek Hamsik che stoppa di petto e batte con un diagonale preciso l’incolpevole estremo difensore rossoblu. Mazzarri concede la standing ovation allo slovacco sostituendolo negli ultimi minuti di gioco per far entrare Mascara.

Il Tabellino

 

NAPOLI-GENOA 1-0

 

Nel st 38′ Hamsik Cesena (4-3-3):

 

Napoli (3-4-3): De Sanctis, Campagnaro, (48′ st Santacroce), Cannavaro, Aronica, Maggio, Pazienza (15′ st Yebda), Gargano, Dossena, Hamsik (41′ st Mascara), Lavezzi, Cavani. (1 Iezzo, 4 Ruiz, 18 Zuniga, 99 Lucarelli). All.: Mazzarri.

 

Genoa: (4-4-2): Eduardo, Mesto (17′ st Polenta), Moretti, Kaladze, Criscito, Konko (20′ st Destro), Kucka, Rafael, Antonelli, Paloschi (32′ st Jelenic), Floro Flores. (73 Scarpi, 15 Carlini, 29 Doninelli, 9 Boselli). All.: Ballardini.

 

Ammoniti: Antonelli, Gargano e Mascara per scorrettezze

 

Espulsi: //

 

Arbitro: Gava

 

 

Napoli (3-4-3): De Sanctis 6, Campagnaro 7 (48′ st Santacroce sv), Cannavaro 6, Aronica 6,5, Maggio 6, Pazienza 6(15′ st Yebda 6), Gargano 6,5, Dossena 7, Hamsik 7,5 (41′ st Mascara sv), Lavezzi 7, Cavani 6. (1 Iezzo, 4 Ruiz, 18 Zuniga, 99 Lucarelli). All.: Mazzarri 6,5.

 

Genoa: (4-4-2): Eduardo 7, Mesto 6,5 (17′ st Polenta 5,5), Moretti 7, Kaladze 7, Criscito 6,5, Konko 6 (20′ st Destro 5,5), Kucka 6,5, Rafael 5, Antonelli 5, Paloschi 5 (32′ st Jelenic sv), Floro Flores 6. (73 Scarpi, 15 Carlini, 29 Doninelli, 9 Boselli). All.: Ballardini 6

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori