CALCIOMERCATO/ Napoli: Xherdan Shaqiri per l’attacco, che derby con la Roma

Alla squadra partenopea piace Xherdan Shaqiri del Basilea. Sul giovane talento che milita nel campionato svizzero ci sarebbe da tempo anche la Roma di Luis Enrique.

03.08.2011 - La Redazione
Bigon_r400
Bigon (foto Ansa)

Il Napoli è stata sicuramente la squadra che si è mossa con maggiore intraprendenza in questa prima fase del mercato estivo. Alcuni acquisti – del calibro di Dzemaili ed Inler – e il riuscire a trattenere in maglia azzurra sia Hamsik che Lavezzi sono stati davvero dei colpi di mercato straordinari, che hanno rilanciato alla grande le ambizioni partenopee in vista della prossima stagione. Adesso il Napoli è chiamato a fare solamente dei piccoli ritocchi alla rosa, il più importante dei quali è nel reparto offensivo, che vede cinque giocatori a disposizione. Ecco perchè da qualche giorno si vocifera con insistenza di Floro Flores, la cui candidatura è stata caldeggiata anche dal suo procuratore (“Il gradi­mento è stato espresso, inutile per­sino sottolinearlo. Io so che ci sono vari club interessati a Floro Flores ma anche che c’è qualcosa di vero, a proposito del Napoli. Però rima­niamo spettatori, in attesa degli eventi”) ma anche, e questa è una grossa novità, della giovane promessa del Basilea Xherdan Shaqiri, trequartista kosovaro di vent’anni, capace di mettersi in luce già nella passata stagione. Sul giovane ragazzo ci sarebbe da tempo la Roma di Walter Sabatini, che si sarebbe limitata ad un sondaggio esplorativo. Il Basilea avrebbe fatto sapere al club giallorosso di non avere alcuna intenzione di privarsi del proprio talento, almeno fino alla finestra di mercato di gennaio, dato che da settembre a dicembre il Basilea sarà impegnato in Champions League. Con la Roma alla finestra, De Laurentiis non avrebbe perso tempo e avrebbe inviato alcuni emissari in Svizzera per capire bene le richieste del club proprietario del cartellino del ragazzo.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO NAPOLI

L’operazione quindi non solo sembra vedere la spietata concorrenza della Roma, ma anche non sembra avere i crismi per poter essere concretizzata in tempi brevi. L’ipotesi più probabile è quella di un affare che si farà più avanti nel tempo, magari provando a strappare adesso al Basilea un diritto di prelazione sulla vendita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori