CALCIOMERCATO/ Napoli, Campedelli: Moscardelli? Se me lo chiedono…

- La Redazione

Il presidente del Chievo ha parlato del possibile affare: “Se il Napoli me lo chiede, sono disposto a trattare”. Intanto l’agente di Pandev fa il punto sull’ambientamento del macedone…

goran_pandev_r400
Goran Pandev (foto ANSA)

Il Napoli visto ieri sera a Verona era troppo brutto per essere vero. Ed infatti non era il vero Napoli. Perchè non è certo la stessa cosa giocare con i titolarissimi e con le cosiddette riserve. Se ne sarà reso conto pure Walter Mazzarri, finito sul banco degli imputati con l’accusa di ‘troppo turnover’. A punire gli azzurri ci ha pensato, ancora una volta (come l’anno scorso), l’attaccante del Chievo Davide Moscardelli, autentica bestia nera. Moscardelli ha sfruttato nel modo migliore un erroraccio dell’esordiente Fideleff ed ha battuto De Sanctis con un bolide da centro area, in pratica una sorta di rigore in movimento. Tanto che a qualcuno, in casa Napoli, è venuta in mente un’idea: visto che Moscardelli ci fa sempre gol, perchè non provare a prenderlo? Dell’ipotesi – per ora di ‘fantamercato’ – ha parlato oggi il presidente del club gialloblù Luca Campedelli, intervenuto ai microfoni di Radio Crc. “Se il Napoli mi chiedesse Davide Moscardelli se ne potrebbe parlare”, ha annunciato il patron. Dunque, porte apertissime all’operazione, anche perchè, se lo stesso Moscardelli dovesse chiedere di andare via, troverebbe la piena disponibilità del Chievo ad accontentarlo. Insomma, tutti contenti. E chissà che a gennaio non si gettino realmente le basi di un affare che per ora sa di suggestione e poco altro. Il bomber clivense andrebbe ad aggiungersi ai vari Mascara e Pandev nell’attacco ‘alternativo’ del Napoli. Dal macedone in particolare, la società si aspetta molto. Contro il Chievo non ha brillato, come quasi tutti i suoi compagni, ma la miglior condizione non è lontanissima. Almeno questo è il parere del suo agente Carlo Pallavicino, che ha parlato di un giocatore “trasformato dalle motivazioni”. Lo spogliatoio azzurro, dice Pallavicino, lo ha accolto benissimo e lui si sta ambientando al meglio, in un gruppo unito e che non conosce rivalità. Adesso, però, Pandev, aspetti umani a parte, dovrà dimostrare di essere l’attaccante-gregario dell’Inter mourinhiana. Un giocatore capace di sdoppiarsi tra centrocampo ed attacco, fornendo al contempo sprazzi di grande qualità. Mazzarri lo stima molto e sa che il Pandev visto finora è ancora al 50% del suo enorme potenziale.

I tifosi azzurri non vedono l’ora di ammirare il vero ‘Pandemonio’, come lo ha ribattezzato il telecronista-tifoso Raffaele Auriemma…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori