CALCIOMERCATO/ Napoli: verso la sfida con il Villareal con il sogno Giuseppe Rossi

- La Redazione

In casa Napoli tiene banco la vicenda Giuseppe Rossi. L’attaccante italiano, seppur non giocherà contro il Napoli in Champions League, è ammirato da tutto il popolo azzurro.

GiuseppeRossi_r400
Giuseppe Rossi (foto ANSA)

In casa Napoli è tempo di Champions League. Domani sera il Villareal farà visita al San Paolo per la sfida valida per la seconda giornata della Uefa Champions League, in una gara che ha già tutti i crismi della sfida decisiva per il girone. In fondo in un raggruppamento infuocato come quello capitato ai partenopei non potrebbe che essere così: ogni sfida mette e metterà in palio punti pesantissimi, per quattro squadre che hanno le carte in regola per ambire al passaggio del turno. La squadra partenopea – dopo la bellissima prestazione di Manchester – vuole festeggiare il ritorno della principale competizione europea in città con una vittoria, che servirebbe tra l’altro a mettere già 4 punti tra sè e gli spagnoli, sconfitti in casa dal Bayern Monaco all’esordio (2 a 0). La partita di domani sera poteva e doveva essere anche il modo per convincere definitivamente l’attaccante italiano del Villareal – Giuseppe Rossi – della bontà di un’eventuale scelta di mercato che lo potrebbe portare a Napoli nel corso della prossima stagione. L’attaccante italo-americano, infatti, è stato a lungo vicino alla squadra partenopea questa estate, dopo che il Barcellona aveva rinunciato a puntare forte su di lui, preferendogli Alexis Sanchez dell’Udinese. In realtà ci furono solo brevi contatti tra le parti, dettati dalla grande stima espressa pubblicamente – e a più riprese – dal patron De Laurentiis nei confronti del giocatore. Il procuratore del ragazzo, tuttavia, ha ammesso tali contatti ma ha anche messo in luce come non ci siano mai stati contatti diretti e continuativi tra la società partenopea e l’entourage del ragazzo. Secondo le indiscrezioni dello stesso procuratore, Giuseppe Rossi sarebbe pronto a lasciare la squadra dei “sottomarini gialli” solo per trasferirsi in un top club europeo. Al Napoli adesso il compito di convincere Rossi e tutti gli estimatori di essere un grande club, meritevole di essere considerato “appetibile” in caso di trasferimento dei grandi giocatori. Ma domani sera Rossi, fermato da un infortunio, non sarà della partita, che si godrà comodamente seduto in tribuna.

Accanto a lui potrebbe esserci il patron De Laurentiis, quel presidente che lo ha a lungo lusingato esaltandone le doti. Lo spettacolo del San Paolo – che si annuncia gremito – dovrebbe e potrebbe fare il resto. Almeno così sperano a Napoli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori