CALCIOMERCATO/ Napoli, sfida all’Inter per Marin, intanto Mazzarri chiama Bozzo…

Non vi è soltanto l’Inter sulle tracce del gioiello del Werder Brema, nel giro della nazionale tedesca, Marko Marin. Il giocatore piace infatti anche al Napoli come post-Hamsik

13.01.2012 - La Redazione
walter_mazzarri_napoli_calma_R400
Walter Mazzarri (Foto: Infophoto)

CALCIOMERCATO – Sono moltissime le società interessate al talento di casa Werder Brema e della nazionale tedesca, Marko Marin. Il 21enne trequartista è finito nel mirino dell’Inter, in cerca di un giocatore offensivo, dinamico e di qualità. Attenzione però anche ai partenopei. Pare infatti che Aurelio De Laurentiis e il direttore sportivo Riccardo Bigon starebbero mettendo gli occhi sul gioiello 21enne nato in Bosnia ma con passaporto tedesco. Marin viene infatti considerato il clone perfetto di Marek Hamsik, giocatore che appunto come il collega della nazionale slovacca, è propenso agli inserimenti e ha il gol facile. Il prezzo del cartellino sembrerebbe abbordabile visto che con circa 9/10 milioni di euro lo si può acquistare. E’ chiaro, il Napoli non ha messo in preventivo un colpo importante dopo aver speso una grossa somma per il gioiello cileno Eduardo Vargas ma non è da escludere che se dovesse presentarsi l’occasione la dirigenza azzurra potrebbe tentate l’acquisto. La società campana così come l’Inter sarebbe comunque maggiormente propensa ad affondare il colpo su Marin soltanto in ottica estiva, quando il quadro della situazione sarà più delineato e soprattutto si capirà se da corso Vittorio Emanuele partirà Wesley Sneijder e se a Castelvolturno rimarranno tutti e tre i tenori. Intanto giunge un’interessante indiscrezione riguardante Walter Mazzarri, l’allenatore del club napoletano. Secondo quanto circolante nelle ultime ore il tecnico toscano avrebbe deciso di avvalersi della consulenza di un procuratore. La scelta è caduta sull’avvocato Giuseppe Bozzo, uno dei più importanti agenti d’Italia, colui che vanta nella propria scuderia i nomi di Quagliarella, Cassano, Caceres e via discorrendo, e che di recente ha supportato Claudio Ranieri nel definire i termini del contratto con l’Inter. In realtà la Federazione calcistica italiana vieta agli allenatori di essere assistiti da un procuratore ma Bozzo ha potuto dribblare facilmente tale divieto (per altro assurdo) essendo un avvocato e quindi libero di agire indipendentemente dagli obblighi a cui sono sottoposti gli agenti iscritti all’albo della Fifa. Una mossa, quella di Mazzarri, che permetterà allo stesso allenatore di “ripararsi” maggiormente da eventuali polemiche con la società, come ad esempio quelle scaturite durante la scorsa primavera in seguito alle avance della Juventus.

Un passo, infine, che secondo alcuni potrebbe di fatto annunciare l’addio a fine stagione dell’allenatore toscano al club partenopeo, tentato con insistenza da Moratti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori