DIRETTA/ Napoli-Inter live (Coppa Italia 2011/2012): la partita in temporeale

Napoli-Inter è un affascinante quarto di finale di Coppa Italia tra due squadre forti e motivate. Tornano tra i titolari Lavezzi e Sneijder, quindi una partita da non perdere.

25.01.2012 - La Redazione
Sneijder
Sneijder (infophoto)

Questa sera i quarti di finale di Coppa Italia proseguono con Napoli-Inter, partita di grande fascino tra due delle squadre più importanti e seguite d’Italia. A dire il vero, queste due formazioni stanno vivendo momenti ben diversi: per il Napoli sono lontane le grandi notte di Champions League, e in campionato le posizioni più nobili della classifica si stanno allontanando; l’Inter invece, dopo uno degli inizi più disastrosi della propria storia, si è ottimamente ripresa ed è tornata in corsa anche per lo scudetto, anche se il gioco attira ancora alcune critiche. Insomma, questa sera si scontreranno la voglia di rivincita del Napoli (anche per l’eliminazione subita dall’Inter l’anno scorso), che potrà contare anche sull’apporto del pubblico delle grandi occasioni, e il desiderio di continuare questo ottimo periodo da parte dei nerazzurri, che vogliono anche difendere il trofeo vinto nelle ultime due edizioni.
Il Napoli, come detto, non sta attraversando un buon periodo. Eppure se si dovesse giudicare dall’antusiasmo dei tifosi per questa gara di Coppa Italia Napoli-Inter finirebbe minimo 3-0 peri partenopei. Oltre trentamila i tagliandi ventuti ai tifosi del Napoli, mentre pare che per l’Inter da milano siano partiti solo in 50 ardimentosi, difficile pure rilevarli. La presenza allo stadio sarà comunque un’altra cosa perchè se è vero che il Ciuccio a Napoli è una religione, in Campania l’Inter è comunque molto popolare. Dall’entusiasmo che si respira a Fuorigrotta pare che il momento brutto della squadra di Mazzarri non abbia rovinato l’appeal della banda del Pocho nel cuore dei tifosi, anche se prima della ripresa della Champions League il Napoli doveva risalire in classifica, ed invece sta perdendo altri punti e posizioni. In questi giorni hanno fatto discutere le dichiarazioni di Mazzarri sul settimo posto come giusta dimensione per il Napoli, e questa sembra l’occasione giusta per rialzare la testa. C’è da esorcizzare l’incubo dei rigori sbagliati, ma la bella notizia è il ritorno da titolare del “Pocho” Lavezzi; l’allenatore dovrà decidere chi sarà a lasciargli il posto, e l’indiziato numero uno è Hamsik. Dovrebbe partire dall’inizio invece il grande ex, Goran Pandev, che sta vivendo un momento davvero positivo. Tirerà il fiato anche Inler, sostituito al centro del campo dal connazionale Dzemaili.
Nell’Inter che si prepara a tentare l’impresa contro il Napoli, invece va tutto bene. Anzi a gonfie vele. Se si vuole trovare una pecca nel radioso presente dei nerazzurri allora si può tirare in ballo l’influenza che ha messo fuori causa all’ultimo momento Lucio e Pazzini. A Napoli non ci saranno, ma in compenso era previsto un certo ricambio in formazione perchè il Campionato resta il primo obiettivo dell’Inter. Ranieri cambierà la formazione, e un pò ci sarà anche costretto dall’avversario, ma senza esagerare: l’Inter tiene comunque molto a questa competizione che ormai da molti anni continua regalare soddisfazioni ai colori nerazzurri. Se si pensa che poi la vincente di Napoli-Inter in semifinale troverà una avversaria davvero abbordabile rispetto all’altro lato del tabellone i conti sono presto fatti. In porta per l’Inter ci sarà Castellazzi, ma per il resto giocheranno quasi tutti i titolari, dagli inossidabili Zanetti e Cambiasso al possibile partente Thiago Motta al ritrovato “Principe” Milito; e se i padroni di casa ritrovano Lavezzi tra i titolari, l’Inter risponde con Wesley Sneijder dal primo minuto. Insomma, le premesse per una grande partita ci sono tutte: ora la parola può passare al campo, Napoli-Inter sta per avere inizio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori