DNIPRO-NAPOLI/ Venerato: testa già al Chievo, ma “palestra” utile per giovani. Su Mazzarri… (esclusiva)

- int. Ciro Venerato

CIRO VENERATO parla della trasferta che il Napoli affronta questa sera in Ucraina sul campo del Dnipro: in campo ci saranno ancora le seconde linee, la testa sarà già rivolta al Chievo.

edu_vargas_napoli
Edu Vargas in campo contro l'AIK Solna (INFOPHOTO)

Il Napoli stasera si giocherà molte delle sue chances di qualificazione al prossimo turno di Europa League. In Ucraina gli azzurri affronteranno il Dnipro alle 21,05. Nella classifica del girone il Dnipro è in testa dopo 2 giornatecon due sorprendenti vittorie; seguito dallo stesso Napoli e dal Psv Eindhoven a 3 punti. Chiude la classifica l’Aik Solna a 0 punti. Nella classifica del campionato ucraino il Dnipro è secondo dietro solo allo Shakhtar Donetsk, anche se accusa ben 12 punti di ritardo. Quella allenata da Juande Ramos, due Coppe UEFA consecutive con il Siviglia, è una squadra di tutto rispetto, con elementi interessanti in rosa. Potrebbe mettere in difficoltà la squadra allenata da Mazzarri che stasera metterà in campo le seconde linee. L’Europa League non sembra infatti essere un grande obiettivo per gli azzurri che stanno pensando più al campionato, a contendere lo scudetto alla Juventus. Per commentare questo match abbiamo contattato il giornalista di Rai Sport Ciro Venerato. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Quali insidie nasconde questa trasferta in Ucraina? Il Dnipro è una buona squadra, il Napoli farà certamente fatica, anche perchè in campo ci saranno le seconde linee. Sarà una partita ad alto rischio per gli azzurri.
Ma è giusto schierare le seconde linee in Europa League? Sì, perchè l’obiettivo in questa stagione è il campionato. Non possiamo fare come l’anno scorso quando il duplice impegno Champions League-campionato ci precluse obiettivi importanti.

Così però il Napoli rischia di non qualificarsi al prossimo turno… E’ un’eventualità che bisogna prendere in considerazione. Per fare una buona Europa League e puntare a vincerla bisognerebbe avere una squadra per il campionato e una per questa competizione.

Allora a cosa serve disputarla? A far fare esperienza a giocatori come Insigne e Vargas, a far fare esperienza alle seconde linee.

Stasera quindi cosa si aspetta? Stasera potremo disputare una partita migliore di quella di Eindhoven, anche perchè in campo ci saranno più giocatori titolari; ma il pensiero sarà già rivolto alla partita col Chievo.

Quale sarà quindi l’obiettivo del Napoli per questa stagione? 

Entrare in Champions League, magari lottare per lo scudetto anche se la Juventus ha ancora qualcosa in più del Napoli. E poi bisognerà stare attenti a Lazio e Inter. E non trascurerei la Roma.

Cosa ha lasciato in questo senso la sconfitta di Torino? Tanta amarezza per come è maturata questa sconfitta. Il Napoli non ha giocato bene, ma la Juventus a sua volta non ha mostrato di essere molto superiore, anche lei non ha disputato una grande partita.

Cosa ne pensa del possibile anno sabbatico di Mazzarri? Dipende molto se rinnoverà il contratto col Napoli. Certo non aspetterà la conclusione del campionato. E poi i suoi rapporti con De Laurentiis non sono certo idiallici.
Sarebbe una perdita per il Napoli se se ne andasse? Certamente io un allenatore come Mazzarri me lo terrei a vita, è lui il primo artefice dei successi del Napoli.

Se partirà dove andrà? In Italia potrebbe accettare solo le offerte di quattro club: Juventus, Inter, Milan, Roma. All’estero gli potrebbero interessare il campionato inglese e quello tedesco.

Chi vorrebbe al posto suo? Luciano Spalletti, o un allenatore nato a Napoli e innamorato della sua città come Ciro Ferrara.

Torniamo a Dnipro – Napoli: un pronostico? Dico 1-X.

 

(Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori