DIRETTA/ Atalanta-Napoli live (serie A 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

L’Atalanta per proseguire il cammino verso lo scudetto, il Napoli per inseguire Juventus e primo posto: ecco cosa succederà stasera a Bergamo. Segui e commenta in diretta Atalanta-Napoli.

denis
Denis, attaccante Atalanta (Infophoto)

Questa sera scende in campo la serie A per la decima giornata di campionato in turno infrasettimanale. Allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo alle ore 20.45 scendono in campo Atalanta-Napoli, per dare vita a una partita i cui motivi di interesse sono resi ben chiari dalla classifica attuale delle due formazioni. I nerazzurri di Colantuono si ritrovano per la seconda stagione consecutiva a dovere fare fronte ad una penalizzazione in classifica (anche se stavolta di “soli” due punti), e quindi lottano ancora con l’obiettivo della salvezza, che comunque è alla portata di un ottimo gruppo e di una valida guida come l’allenatore romano. Ricordiamo che l’Atalanta al momento ha 9 punti e in effetti sarebbe salva, ma naturalmente la strada da percorrere è ancora molto lunga. Dall’altra parte, i partenopei di Mazzarri: per il Napoli ovviamente le ambizioni sono molto più in grande, e l’obiettivo finale resta quello di lottare il più a lungo possibile per lo scudetto. La marcia dei campani finora è stata molto buona (secondo posto con 22 punti), ma sono proprio partite insidiose come questa trasferta a Bergamo che possono dare una svolta al campionato: vincerla sarebbe un chiarissimo messaggio a tutte le concorrenti. Dunque la sfida si prospetta davvero molto interessante, certamente combattuta e speriamo anche piacevole.

L’Atalanta finora in casa ha ottenuto due vittorie e altrettante sconfitte su quattro partite. Un rendimento discreto ma ancora migliorabile, mentre il bilancio complessivo è di tre vittorie, due pareggi e quattro sconfitte: 11 punti “sul campo” per i nerazzurri orobici, che in effetti stanno avendo un rendimento molto simile tra casa e trasferta. Quindi potrebbe essere a Bergamo che i nerazzurri devono cercare di ottenere di più, anche se iniziare proprio contro il Napoli non è facile. La differenza reti nelle partite in casa dell’Atalanta è di 4 gol segnati e 7 subiti (7-12 il totale), anche se ovviamente il dato è fortemente condizionato dal rovescio per 1-5 contro il Torino. In seguito a quel ko, sono arrivate un’altra sconfitta a Roma (2-0), il successo col Siena (2-1) nel giorno dei festeggiamenti per i 105 anni della ‘Dea’, e il pareggio di domenica a Pescara (0-0), che però ha lasciato anche la doppia squalifica di Cigarini e Peluso, che condizionerà le scelte di formazione per stasera (clicca qui per le probabili formazioni di entrambe le squadre).

Il Napoli ha ben altro passo: sette vittorie, un pareggio e una sconfitta in queste prime nove giornate. La sconfitta contro la Juventus è costata la prima posizione in classifica, ma non intacca un cammino davvero di ottimo livello finora – i problemi, semmai, sono nella snobbata Europa League. Certo, se al San Paolo è una marcia trionfale (cinque vittorie su cinque), lontano da casa gli azzurri hanno qualche problema, con due vittorie, un pareggio e una sconfitta nelle quattro partite fin qui disputate. Appunto per questo vincere stasera avrebbe grandissima importanza: la partita si annuncia complicata, specialmente sulle fasce (clicca qui per leggere l’opinione in materia di Marco Giordano), e quindi tornare dalla Lombardia con tre punti sarebbe un colpaccio davvero da non sottovalutare per la squadra di Mazzarri. Ma è giunto il momento di cedere la linea al campo: Atalanta-Napoli sta per cominciare… 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori