SERIE A/ Atalanta-Napoli (1-0): gol, sintesi e video highlights (decima giornata)

- La Redazione

Guarda il video con la sintesi, gli highlights e il gol di Atalanta-Napoli, partita di Bergamo vinta 1-0 dagli orobici e valida per la decima giornata del campionato di serie A 2012/2013.

Carmona
Foto Infophoto

L’Atalanta batte 1-0 il Napoli nella decima giornata di serie A e sale a quota 12 punti, lasciando i partenopei a 22, scavalcati dall’Inter al secondo posto e con la Juventus che si allontana (adesso a +6). E’ stata una vittoria legitima quella orobica, e va al di là dei numeri che mostrano solo una parte di una gara che gli uomini di Colantuono hanno controllato sapendo soffrire e imponendo il loro ritmo, rifiatando giustamente nella seconda metà della ripresa ma resistendo senza troppi affanni agli attacchi del Napoli. Le principali statistiche sono tutte appannaggio del Napoli: 54% di possesso palla, 9 angoli a 2, 18 tiri a 10 con l’Atalanta che ha trovato il gol all’unica conclusione finita nello specchio, mentre Consigli ha dovuto effettuare sette parate. 621 i palloni giocati dal Napoli, che però è stato costretto a manovrare molto e a giocare poco in verticale, e questo è stato il segreto di un’Atalanta che ha pagato in supremazia territoriale (quasi 10 minuti contro 15) ma si è difesa anche meno 42,2% contro 43,8% di protezione dell’area) e ha mostrato di saper essere pericolosa nonostante abbia tenuto meno in mano il pallino del gioco, visto che la percentuale di attacco alla porta si equivale sostanzialmente (Napoli 57%, Atalanta 56%). Oltre a un grande Consigli, ottima è stata la prova di Bellini che ha recuperato 25 palloni, sopravanzando in questo dato Campagnaro (23) e Gamberini (21) e pareggiando la sfida con Inler. Lo svizzero è stato ovviamente molto sollecitato dai compagni (60 passaggi riusciti), ma più ancora nel vivo dell’azione è stato Hamsik, che ha chiuso 65 suggerimenti ai compagni. La prova che l’Atalanta ha giocato sulle ripartenze è data dal fatto che il recordman orobico per passaggi completati è Maxi Moralez con 36, poco più della metà di quelli di Hamsik. Lo slovacco e Insigne sono gli uomini che hanno cercato maggiormente il tiro: 6 conclusioni per Hamsik, 5 per il talentino ex Pescara. Denis per l’Atalanta ha tirato 3 volte verso la porta di De Sanctis.

La rete che regala i tre punti all’Atalanta arriva al 19’ ed è un gioiello di Carmona: cross di Cazzola dalla destra, Denis prende posizione al limite dell’area e, riuscendo ad anticipare Cannavaro, tocca il pallone con il ginocchio, accomodandolo all’indietro per Carmona: destro al volo del centrocampista che si infila all’angolino destro della porta difesa da un incolpevole De Sanctis.

E’ un Colantuono raggiante quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport dopo la partita: “Nel primo tempo abbiamo giocato un’ottima gara, siamo stati molto concentrati e decisi e abbiamo trovato un gran gol con Carmona che non giocava da tanto tempo ed è stato bravissimo. Abbiamo sofferto nel secondo tempo, ma stiamo parlando del Napoli e non di una squadra qualunque; è stato importante resistere e portare a casa un risultato che dà morale allo spogliatoio. L’assenza di Cigarini? Per noi è un giocatore fondamentale, sono stato fortunato a non averlo avuto a disposizione in una partita difensiva”.

Mazzarri si appella invece alla sfortuna per giustificare la seconda scofitta in campionato: “Chi ha visto la gara sa che siamo stati puniti da episodi e che non avremmo meritato di perdere, ma nel calcio ci sta”, esordisce ai microfoni di Rai Sport. Poi analizza l’assenza di  Cavani: “Non credo ci mancasse una punta centrale, le occasioni le abbiamo create ma non siamo stati lucidi davanti alla porta. Insigne ha fatto molto bene, ma anche lui sotto porta è stato poco cattivo. Forse visti i tanti cross potevamo creare più colpi di testa, ma sulla prestazione non ho nulla da rimproverare ai miei”. Una battuta sul turnover di Europa League: “E’ necessario, ovviamente la coperta è corta e paghi qualcosa. In campionato abbiamo 7 punti in più dell’anno scorso, questo è anche dovuto al turnover. Floccari e Bianchi a gennaio? Manca tantissimo, non parlo di mercato”.

 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori