SERIE A/ Cagliari-Napoli (0-1): gol, sintesi e video highlights (quattordicesima giornata)

Il Napoli passa nella prima assoluta del nuovo stadio del Cagliari ‘Is Arenas’, vicnendo per 1 a 0 con gol decisivo di Hamsik al 76’ minuto. Il video di Cagliari-Napoli: gol e highlights

27.11.2012 - La Redazione
Mazzarri_PSV
Walter Mazzarri (Foto: Infophoto)

Il Napoli passa nella prima assoluta del nuovo stadio del Cagliari “Is Arenas” , vicnendo per 1 a 0 con gol decisivo di Hamsik al 76’ minuto. Partita non spettacolare , poche azioni da gol in una partita che si è giocata soprattutto a Centrocampo, infatti sono stati tantissimi i passaggi , 595 del Cagliari contro i 523 del Napoli che oltre al minor numero di passaggi ha avuto  anche minor possesso palla,  46% contro i 54 % dei Sadi che hanno avuto anche maggior supremazia territoriale, 11 minuti e 18 secondi contro i 6 minuti e 32 secondi del Napoli , anche il numero di tiri in porta è superiore per il Cagliari 13 contro 11 di cui 4 in porta per i sardi contro i 5 dei patenopei. Tutti i dati dimostrano come il Cagliari abbia forse giocato meglio, che ha subito un gol in modo quasi rocambolesco ,con un passaggio deviato che ha fatto si che Hamsik si presentasse davanti alla porta di Agazzi. Cagliari che soprattutto nel secondo tempo ha cercato di fare la partita più degli avversari ma la maggior concretezza Napoletana, 47% di pericolosità in rapporto con le azioni, contro il 42% dei Sardi ha fatto si che i 3 punti prendessero la strada di Napoli. Tra i migliori in campo spicca infatti capitan Cannavano che nonostante le continue sollecitazioni Cagliaritane ha retto bene recuperando 31 palloni, piu di tutti. Un dato molto positivo è che nonostante la partita sia stata molto combattuta è stata anche molto corretta, con solo 4 ammoniti : 3 per il Cagliari; Sau ,Rossettini e Avelar contro l’ unico del Napoli cioè Dzemaili. Alla fine dei conti comunque è Napoli a festeggiare, rientrando prepotentemente nella corsa allo scudetto , 30 punti a meno 2 dalla juve.

Il posticipo del lunedì fra il Cagliari e il Napoli è terminato con la vittoria dei partenopei per uno a zero. Andiamo a ripercorrere insieme il match soffermandoci sulle migliori occasioni della partita. Il primo squillo della sfida è di casa, e il protagonista assoluto è il brasiliano Nenè: al 14esimo Ekdal penetra la difesa partenopea dalla destra e getta in mezzo una palla insidiosissima su cui si sta avventando l’attaccante rossoblu prima che la retroguardia del Napoli respinga. Passano sette minuti e gli ospiti rispondo presente: il giovane talento Lorenzo Insigne, titolare ieri sera, fa partire un tiro insidioso ma la palla colpisce il palo e poi rotola sulla linea prima di uscire a lato. Si salvano i cagliaritani! Al 31esimo sono di nuovo i rossoblu a farsi vedere dalle parti di Morgan De Sanctis: grande chance per Ribeiro che a tu per tu con il portiere avversario si impappina, ritardando il tiro e permettendo il conseguente intervento di Miguel Angel Britos, che devia e salva la porta. Sul capovolgimento di fronte tocca al Napoli andare vicino allo zero a uno: di nuovo Insigne, che lanciato a rete fa partire un grande tiro che illude i tifosi partenopei colpendo solamente l’esterno della rete. Al 36esimo nuova azione pericolosa del Cagliari: Thiago Ribeiro tenta fortune dalla distanza ma il pallone viene deviato ottimamente da un attento De Sanctis. Passa un minuto e i rossoblu pareggiano i legni: calcio d’angolo con palla che arriva all’esperto Conti, che colpisce, ma trova l’esterno del legno dopo un rimpallo. Al 39esimo il Napoli spreca una potenziale occasione di trovare il gol del vantaggio: Zuniga colpisce malissimo da ottima posizione. A pochi secondi dal fischio finale ci riprova il Cagliari: scivolone di De Sanctis al momento del rinvio con Avelar che prova ad approfittarne e fa partire un tiro dalla distanza che però finisce di poco alto sopra la traversa. Al 46esimo l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, facendo concludere un bel primo tempo, frizzante, con occasioni da ambo le parti. Passano quattro minuti dalla ripresa e il Cagliari colpisce la traversa: Cannavaro cerca di anticipare Nenè ma colpisce male la palla che finisce sul legno orizzontale della porta di De Sanctis. Al 51esimo è ancora Zuniga ad aver la palla buona sui piedi: tiro a giro del colombiano che diventa un assist per Insigne ma Avelar è bravissimo ad anticipare tutti. Al 54esimo si fa vedere per la prima volta Nainggolan: il giovane talento belga colpisce la palla al volo ma la sfera non trova lo specchio della porta di pochissimo. Al 67esimo è lo svizzero Inler a tentare il gran gol dalla distanza: tiro dai 25 metri con palla che si spegne comunque sul fondo. Al 73esimo il Napoli sblocca il match: pasticcio difensivo del Cagliari del quale ne approfitta Marek Hamsik che supera Agazzi senza problemi, ottenendo il sesto centro della stagione. Al 86esimo brivido Napoli: Conti colpisce nuovamente da calcio d’angolo, ma la palla esce di pochissimo. Gli ospiti concludo la gara in attacco e vanno vicino al raddoppio grazie al cileno Vargas, che dopo un bello scambio con Hamsik si libera per il tiro ma Agazzi para. Non succede più nulla e l’arbitro fischia tre volte.

Walter Mazzarri analizza la vittoria di Cagliari. Ecco quanto riportato da Radio Marte: “Sono soddisfatto, oggi non era facile, ma il Napoli ha fatto una grandissima partita davanti ad una bellissima cornice di pubblico. Mi è piaciuto molto il primo tempo, ho visto il miglior Napoli della stagione in trasferta. Nella ripresa abbiamo sofferto ma siamo riusciti a portarla a casa contro un Cagliari forte. Lo scudetto? Questo discorso non mi interessa, pensiamo una partita alla volta, il gruppo sta crescendo e sappiamo di dover migliorare ancora. Vargas? Ha fatto benissimo quando è entrato. La partita in Svezia gli ha dato convinzione. Non è riuscito a segnare, magari lo portiamo a benedire. Faccio i complimenti alla difesa, la prestazione è stata straordinaria. Gamberini e Britos sono stati bravi in marcatura, Cannavaro ha fatto bene in copertura. Il mio futuro? Ho un contratto, qui sto benissimo”. Pulga molto amareggiato dalla sconfitta ha una visione diversa del match: “Se c’era una squadra che meritava di vincere, quella eravamo noi. Abbiamo fatto la partita e siamo stati puniti da un episodio. Il Napoli ha difeso in undici, li abbiamo chiusi costantemente nel proprio centrocampo. Peccato perdere così, ma continuando a giocare in questo modo ci salveremo molto presto”. L’ uomo del match felicissimo commenta cosi i suoi 3 punti: “Partita molto difficile, il Cagliari ha giocato bene. Assenza Cavani? Sicuramente Edi ci è mancato, Insigne non è una punta centrale. Abbiamo messo in campo tanto cuore ed abbiamo portato a casa i tre punti. Questa vittoria ci dà qualcosa in più, siamo contentissimi”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori