CALCIOMERCATO/ Napoli, corsa a due per la mediana?

Ecco gli obiettivi azzurri per la mediana: in lizza l’argentino Yacob e il francese Matuidi. Due possibili rinforzi di spessore per un reparto che, comunque, ha ritrovato solidità…

02.03.2012 - La Redazione
walter_mazzarri_napoli_sansiro_r400
Walter Mazzarri (Foto: Infophoto)

Le grandi manovre del Napoli sono già iniziate. In vista del mercato estivo, il club azzurro non vuol farsi cogliere impreparato e ha deciso di cominciare a muoversi con largo anticipo. L’obiettivo è acquistare almeno un rinforzo di spessore per reparto. In difesa si cerca un mancino giovane e veloce, in attacco un vice-Cavani: il nome preferito, al momento, rimane quello di Olivier Giroud, ambito da mezza Europa. A centrocampo, invece, servirà un nuovo centrale, dando per scontata la conferma dei vari Gargano, Inler e Dzemaili. Donadel, un po’ per gli infortuni a catena e un po’ per lo scarso feeling con tecnico e ambiente, sembra destinato a lasciare Napoli senza colpo ferire. La dirigenza ha in mente due nomi in particolare per sostituirlo: si parla dell’argentino Claudio Yacob e del francese Blaise Matuidi. Il primo, che è molto ricercato soprattutto in Inghilterra, ha il contratto in scadenza con il suo club, il Racing. L’addio sembra un’ipotesi molto probabile, considerando anche il suo pessimo rapporto con il tecnico Alfio Basile, con il quale avrebbe rotto definitivamente. Yacob, oltre che ai partenopei, interessa a Lazio, Fiorentina e Manchester United. Per Matuidi, “tutto può essere, dipenderà dai programmi della società”, ci ha detto ieri, in esclusiva ai nostri microfoni (clicca qui per leggere), l’agente Fifa Fabrizio Ferrari, grande esperto di calcio transalpino. Il giocatore, da quest’anno al Paris Saint-Germain dopo una lunga militanza tra le fila del Saint-Etienne, non sta trovando moltissimo spazio e non è da escludere che possa partire. Molto dipenderà dal parere del tecnico Carlo Ancelotti. Si tratta, ad ogni modo, di un vecchio pallino dei partenopei, che lo hanno già inseguito a lungo la scorsa estate. Chissà che la prossima non sia quella buona per vederlo in maglia azzurra. Walter Mazzarri, comunque, può dirsi tutto sommato soddisfatto del rendimento dei suoi centrocampisti. Se arriverà qualcuno, sarà solo per dare manforte ad un reparto che non sta affatto sfigurando. Di Gargano si conosceva il valore, quest’anno elevatosi ulteriormente; qualche perplessità, almeno nella prima fase di stagione, l’avevano destata i ‘nuovi’ Inler e Dzemaili, che pian piano, però, stanno letteralmente rinascendo.

Il mister può godersi finalmente il suo asse tutto svizzero: forza e precisione, come nella miglior tradizione del football di quelle parti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori