DIRETTA/ Napoli-Palermo live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Napoli-Palermo è il secondo appuntamento di questo sabato dedicato agli anticipi di Serie A. La partita preannuncia scintille. La diretta di Napoli-Palermo live in temporeale la partita

lavezzi_cavani_r400
Ezequiel Lavezzi (Foto: Infophoto)

Napoli-Palermo è il secondo appuntamento di questo sabato dedicato agli anticipi di Serie A. La trentaseiesima giornata vede infatti impegnati alle 20:45 al San Paolo la formazione di Mazzarri contro gli isolani di Mutti. Sulla carta la partita non ha storia, guardando alle statistiche, ma in questa volta di fine campionato Napoli-Palermo potrebbe davvero riservare diverse sorprese. Il Napoli dall’alto dei suoi cinquantacinque punti fa parte del gruppetto delle pretendenti al terzo posto in classifica che significa Champions League, il Palermo invece a quota quarantadue punti deve muoversi con attenzione se non vuole rischiare un finale di stagione con qualche patema di troppo. Il Napoli in ogni caso non ha alternative se non la vittoria, perché di certo qualcuno approfitterà di questa giornata per fare bottino pieno, invece al Palermo anche un punticino potrebbe fare comodo. Insomma se Napoli-Palermo finisse con il segno X l’unico a rimpiangere i due punti parsi sarebbe certamente Mazzarri, oggi forte della classifica avulsa, ma sul filo del rasoio per arrivare al traguardo più sospirato: la Champions League.

Il Napoli si prepara ad ospitare il Palermo in una partita che come accennavamo è fondamentale per il futuro dei partenopei. Il Napoli infatti in queste ultime cinque partite ha raccolto sette punti dopo due brutte sconfitte e ora la parola d’ordine è solo una: vincere. In casa il Napoli ha raccolto trenta dei suoi cinquantacinque punti totali vincendo otto partite, pareggiandone sei e perdendone tre. Differenza reti importante con  trentacinque gol all’attivo trentacinque gol e al passivo ventuno. Un buonissimo score per Mazzarri che contro il Palermo non potrà contare sullo squalificato Dzemaili e sugli infortunati Campagnaro e Donadel. Probabile la riconferma di Fernandez nel tridente difensivo, mentre pare che Lavezzi continuerà a partire dalla panchina. Vediamo come digerirà la cosa il San Paolo. Attenzione ai diffidati, perchè con un cartellino giallo Inler, Aronica, Cavani, Fernandez e Grava salterebbero la prossima. Assenze più o meno gravi, certo, ma in questa fase del campionato la differenza la fanno i dettagli. E oggi la partita con il Palermo non è certo uno di quei “dettagli” da trascurare.

Il Palermo dal canto suo arriva a Napoli con tanta voglia di far bene e di riscattare le ultime opache prestazioni. Dopo il paventato dietro front degli arabi, per Zamparini tornano le grane sportive (di classifica più ancora che di Lega) e i rosanero, partiti con grandi ambizioni in questo campionato si trovano ora nel collo di bottiglia di una classifica insapore, ma che rischia di diventare amara. Nelle ultime cinque partite il Palermo ha collezionato solo tre punti e non ha brillato nel derby di Sicilia. Fare risultato in classifica però è davvero complicato perchè il Palermo ha collezionato solo dieci punti dei suoi quarantadue lontano dal Barbera. Una sola vittoria, sette pareggi e nove sconfitte sono il poco invidiabile biglietto da visita del Palermo che ha un pesantissimo passivo anche nella differenza reti: quattrodici gol all’attivo, ventotto al passivo. Mutti non potrà schierare gli infortunati Balzaretti, Della Rocca, Mantovani e Miccoli e dovrà preservare dai cartellini (per quanto possibile) Bacinovic e Silvestre. Comunque vada, in ogni caso Napoli-Palermo sarà una partita combattutissima e tutta da seguire…  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori