JUVENTUS-NAPOLI/ La curva partenopea fischia l’inno di Mameli, è polemica! – Video

Fischi durante l’inno nazionale di Mameli cantato da Arisa prima della sfida Juventus-Napoli. I supporters partenopei hanno fischiato il Fratelli d’Italia ma c’è un dubbio…

21.05.2012 - La Redazione
cavani_pallone_R400
Edinson Cavani, attaccante Napoli (Foto Infophoto)

NAPOLI – Una serata di festa, di divertimento e di calcio quella di Juventus-Napoli, finalissima di Coppa Italia vinta dagli azzurri, ma non sono mancate le polemiche. Durante la sfida di Tim Cup, infatti, è stato fischiato l’inno di Mameli, il noto inno nazionale dell’Italia. La cantante Arisa, partenopea doc, ha aperto le danze, cantando a cappella, senza musica di sottofondo, il Fratelli d’Italia. Un’esecuzione, però, macchiata appunto dai fischi di sottofondo provenienti dalla curva Nord dello stadio Olimpico di Roma, quella occupata dai supporters partenopei. Contestazione che non è affatto piaciuta al presidente del Senato, Renato Schifani, che stizzito, ha commentato così il tutto ai microfoni di Rai Sport durante la pausa fra il primo e il secondo tempo del match: «I fischi all’inno di Mameli sono incivili, inaccettabili e mi hanno sconvolto: credevo che in una giornata come questa il Paese potesse dimostrare di unirsi sotto un inno che è sinonimo di solidarieta, e non che si potesse dar luogo a gesti del genere». Pubblico che si è invece rivelato molto civile (e ci mancherebbe altro) in occasione dell’annuncio del minuto di silenzio per la vittima dell’attentato di Brindisi, la bomba esplosa davanti all’istituto, nonché per le vittime del terremoto che ieri mattina ha colpito l’Emilia. Il dubbio sui fischi comunque rimane. Non si è infatti capito se i tifosi partenopei abbiano voluto contestare l’inno, simbolo della nazionalità, del tricolore, del popolo italiano, o l’interpretazione della cantante Arisa dello stesso canto. Secondo molti, infatti, l’inno è stato cantato in maniera fin troppo singolare ed il pubblico non ha gradito, o per lo meno in parte, visto che alla fine dell’esecuzione è arrivato anche qualche applauso. Uno spettacolo che comunque, al di la del siparietto sopraesposto, è risultato molto civile, nonostante si temessero disordini per la voglia dei moltissimi tifosi della Juventus e del Napoli che volevano assistere all’ultimo match stagionale. Uno show davanti alle massime autorità dello sport italiano presenti in tribuna, dal presidente del Coni Gianni Petrucci al segretario generale Raffaele Pagnozzi, passando per il presidente della Lega A Maurizio Beretta ed altri ancora. Sugli spalti anche il sindaco di Napoli, De Magistris, nonché il ct Prandelli.

Clicca più in basso per vedere il video dei fischi all’inno cantato da Arisa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori