CALCIOMERCATO/ Napoli, Lavezzi-Psg, i retroscena dello stop. Su Gamberini…

- La Redazione

Perchè si è fermata la trattativa con i francesi? Problemi di rapporti tra i presidenti, a quanto pare. Ma Lavezzi, alla fine, andrà a Parigi. Minaccia Grifone, intanto, per il viola.

lavezzi_psgR400
Ezequiel Lavezzi (infophoto)

La trattativa che doveva portare Ezequiel Lavezzi al Paris Saint-Germain sta vivendo una strana fase. Di stand-by, diciamo. Eppure l’affare era, o sembrava esserlo, chiuso da tempo. Lo stesso giocatore parla ormai da ex azzurro, per cui dubbi sulla buona riuscita della trattativa non sembrano esserci. Il problema è che i due presidenti, De Laurentiis e lo sceicco a capo del club francese, Al Thani, non si parlano da un po’. Problemi di soldi, manco a dirlo. La conferma arriva dal collega di Repubblica Antonio Corbo, che oggi ne ha parlato diffusamente ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Stando a quanto raccontato dal popolare giornalista napoletano, pare che la dirigenza parigina abbia chiesto un dilazionamento della famosa clausola rescissoria in quattro anni, contrariamente a quanto previsto dal contratto (pagamento in contanti in un anno). Ricordiamo che la clausola, ormai diventata celebre anche perchè l’Inter, non potendo coprirla, si è dovuta ritirare dalla trattativa, ammonta a 30,8 milioni di Euro. Quello dei parigini è un voltafaccia che sarebbe stato ben poco gradito da De Laurentiis, descritto come infuriato da Corbo. “Il rallentamento della trattativa è stato causato dal gelo sceso tra i due club, ma non c’è alcun ripensamento di Lavezzi”, ha spiegato l’opinionista. Come sbloccare la situazione? Servirà una chiamata distensiva dello sceicco, ha detto Corbo concludendo il suo intervento in radio. Una situazione, dunque, che si è venuta ad ingarbugliare proprio in prossimità del traguardo. Insomma: il Paris Saint-Germain sta vivendo una sorta di incubo, o comunque di maledizione. Dall’arrivo di Carlo Ancelotti sotto la Tour Eiffel non ne è andata bene una: il titolo perso a favore del Montpellier è una beffa incredibile per una squadra costruita con tantissimi soldi e che a lungo aveva guidato la classifica della Ligue 1, ma a far storcere il naso ai tifosi in realtà è l’andamento del calciomercato: lo scorso gennaio sfumò l’affare Pato, di fatto già concluso con il Milan, e quasi in contemporanea Beckham rifiutò la proposta di Leonardo. Pochi giorni fa lo sceicco Al Thani si è visto sbattere la porta in faccia un’altra volta da Galliani, con Thiago Silva che aveva già preparato le valigie. Senza voler parlare dei vari Higuain e Kakà, che possono ancora raggiungere Ancelotti, dovesse saltare anche l’affare Lavezzi il PSG uscirebbe con le ossa rotte e con la reputazione decisamente rovinata dalla sessione di mercato. Nel frattempo, visto che questo non è un problema del Napoli – o lo è solo in modo indiretto per quanto concerne il Pocho – c’è da registrare l’ormai datato interesse del Genoa per Alessandro Gamberini, difensore della Fiorentina da tempo nel mirino di Bigon e De Laurentiis. Secondo gli ultimi rumors, riferiti da Tuttonapoli

… sembra che il Grifone sia sul punto di presentare un’offerta per il giocatore, ritenuto ideale per rafforzare la difesa rossoblù, di gran lunga tra le peggiori del campionato lo scorso anno. Non una buona notizia per il Napoli, che puntava decisamente il capitano della Fiorentina per modificare il proprio reparto difensivo. Dovesse sfumare l’affare, i partenopei hanno pronte le alternative, che vanno da Zapata ai soliti Yanga-Mbiwa. Senza i 31 milioni di Euro derivanti dalla cessione di Lavezzi, tuttavia, le operazioni in entrata risulteranno decisamente complicate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori