CALCIOMERCATO/ Napoli, è Capuano il primo nome per la difesa

- La Redazione

L’allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, vorrebbe il gioiello del Pescara Marco Capuano per la difesa. Gli azzurri devono vedersela però con il Dnipro e il Monaco

Capuano_Mazzarri
Walter Mazzarri, allenatore del Napoli (Foto Infophoto)

Il Napoli, lo sappiamo da tempo, cerca un difensore: è questo l’elemento che più di altri manca alla rosa dei partenopei, visti i problemi accusati dalla retroguardia nel corso dell’ultima stagione e l’età non più verdissima dei tre titolari. La novità riguarda il fatto che Mazzarri avrebbe finalmente rotto gli indugi e scelto il nuovo acquisto; non Zapata, non Godin e nemmeno Miranda o Gamberini, che restano sicuramente nella rosa dei candidati ma in questo momento sono stati sorpassati da Marco Capuano. Non un nome nuovissimo, visto che da tempo il Napoli gli ha messo gli occhi addosso; ma ora sembra essere stata fatta chiarezza, è lui il difensore del futuro immediato. Come centrale ha disputato un’ottima stagione con il Pescara, centrando la promozione in serie A; il Napoli gode del fatto di aver già ottimi rapporti con la società abruzzese, visto il prestito di Lorenzo Insigne (il cui futuro è sempre incerto) e i recenti contatti che hanno riguardato anche Marco Verratti. Castelvolturno sarebbe destinazione gradita al ragazzo classe 1991, ma Bigon deve affrettarsi: su Capuano ci sono gli occhi di molte società, a cominciare dal Monaco del neo allenatore Claudio Ranieri, ma anche e soprattutto la Roma: l’approdo di Zeman sulla panchina dei giallorossi, in questo senso, potrebbe fare la differenza, non solo per i desideri del boemo (che naturalmente proseguirebbe ben volentieri il rapporto con alcuni dei suoi eroi biancazzurri) bensì per quelli di Capuano, che un’altra stagione alla corte di “Sdengo”, tutto sommato, se la farebbe più che volentieri. Il Monaco è messo meglio, al momento: pronta un’offerta di cinque milioni di Euro per il Pescara, mentre il difensore firemerebbe un contratto quadriennale a 850.000 Euro l’anno, niente male per un ragazzo che fino al mese scorso giocava in serie B. Niente di definito comunque, anzi: Capuano ha fatto sapere che la sua priorità è quella di rimanere in Italia, e preferibilmente in serie A: Napoli, Roma o Pescara per lui sembrano non fare differenza. De Laurentiis, come dicevamo sopra, sta tessendo la tela per cercare di convincere Sebastiani alla cessione del ragazzo, magari non alle cifre messe sul piatto dai francesi. Non è da escludere anche l’ipotesi comproprietà, molto di voga in Italia (e vietata oltre i confini nazionali), che permetterebbe al Pescara di mantenere la proprietà del ragazzo ma nel contempo di ottenere una probabile rivalutazione del cartellino dello stesso. Non dimentichiamoci poi di Insigne: il Napoli vuole riportarlo a casa. Qui si possono aprire scenari interessanti, con i partenopei eventualmente disposti a lasciare un’altra stagione a Pescara il fantasista. Oppure lo stesso Capuano, dopo averlo però acquistato e quindi blindato per il prossimo anno. Capuano, arrivasse in Campania dalla stagione prossima al via, potrebbe rappresentare una validissima alternativa ai vari Britos e Aronica, un jolly per il reparto difensivo di Walter Mazzarri, pronto a blindare la squadra dopo un’annata sicuramente non positiva dal punto di vista dei gol subiti. Dal punto di vista tecnico…

… e di posizione, è sicuramente un centrale di ruolo, ma a volte può essere utilizzato come esterno in un reparto a quattro. Il Napoli non adotta questo schema di gioco, ma potrebbe pensare, in caso di necessità, di avanzare la posizione di Capuano per farlo giocare in linea con i centrocampisti. Qui, però, si punta al grosso nome: sempre monitorate le piste Armero (la più calda) e Aly Cissokho (più che altro un sogno, anche perchè l’Inter è piombata sul giocatore e ci sono offerte dall’estero).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori