CALCIOMERCATO/ Napoli, Bigon blinda Cavani e chiama i rinforzi…

- La Redazione

Il punto del ds sul mercato azzurro: il Matador rimarrà a Napoli e presto la rosa verrà puntellata, possibilmente in tempo utile per l’inizio del ritiro a Dimaro…

CavaniJuve_R400
Edinson Cavani (Infophoto)

Il calciomercato del Napoli non ha alcuna intenzione di vendere Edinson Cavani. La partenza di Lavezzi è stata già sufficientemente dolorosa, per quanto ben ripagata dal punto di vista economico, per cui non c’è bisogno di aggiungere dispiaceri. E’ chiara la linea del club azzurro sull’argomento, e dunque la Juventus, che da tempo insegue il Matador, dovrà farsene una ragione. A ribadire la politica del Napoli è stato il direttore sportivo Riccardo Bigon, ascoltato a Roma dai colleghi del Corriere dello Sport. Nei giorni scorsi era stato lo stesso Cavani, da Miami, a confermare la propria volontà di rimanere in azzurro, e le parole di Bigon non hanno fatto altro che sottolineare con forza il medesimo concetto. “Confermo la sua incedibilità”, ha dichiarato il dirigente, precisando di non aver in programma alcun incontro con i procuratori dell’uruguagio, che da tempo vorrebbe un adeguamento economico. C’è un contratto, però, e rimarrà quello: è questa la posizione di De Laurentiis sul tema. Anche sul tema rinforzi non c’è tanta voglia di cambiare filosofia: i volti nuovi, se e quando arriveranno – ha spiegato Bigon – dovranno servire a migliorare effettivamente il livello della rosa. Di certo non verranno presi per “fare numero e magari togliere altro spazio a quei giovani, come Fernandez, che hanno già dimostrato affidabilità”. Già, il Flaco. Lo scorso anno ha visto pochissimo il campo, per via di uno strano ‘ostracismo’ da parte di Walter Mazzarri. Chissà che il prossimo non possa essere l’anno della sua consacrazione, dopo i tanti consensi raccolti in patria con la maglia della Selecciòn. Sugli eventuali rinforzi – tornando al tema più caldo – Bigon non ha voluto sbilanciarsi; lo stesso dicasi per quanto riguarda gli obiettivi stagionali: “Arrivare più in alto possibile, migliorare”. C’è spazio, poi, per il tema Lavezzi: “Di lui parlerò a tempo debito. Per l’importanza della questione, lo farò solo dopo l’ufficialità”. Dichiarazioni piuttosto fredde, che fanno presagire imminenti rivelazioni. Potrebbe essere l’occasione, finalmente, per raccontare ai tifosi come stanno le cose e come si è arrivati al doloroso addio. Se non altro, la partenza del Pocho darà maggiore spazio a giovani come Lorenzo Insigne e il cileno Eduardo Vargas, attesi da un compito tutt’altro che facile: far dimenticare al San Paolo le magie dell’argentino.

“Bisogna difendere i nostri gioielli e non caricarli di eccessive responsabilità”, è la conclusione di Bigon. Doverosa ed equilibrata. Un po’ come lui. E come questo Napoli tutto concretezza e niente lustrini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori