CALCIOMERCATO/ Napoli, Lavezzi-Psg sblocca il mercato. E’ Medel il vice-Gargano?

- La Redazione

Piace l’italoargentino dell’Atalanta, scelto come possibile vice Maggio. In ballo con l’Atalanta anche Cigarini. Lunedì Lavezzi dovrebbe diventare ufficialmente del Psg…

ezequiel_schelotto_r400
Ezequiel Schelotto, 23 anni, ala destra dell'Atalanta (INFOPHOTO)

Il calciomercato entra nel vivo ed il Napoli di Mazzarri non vuole farsi cogliere impreparato. Tante le faccende che restano ancora in sospeso dalle parti di Castelvolturno. Una serie di questioni da risolvere, se possibile, prima della partenza per Dimaro, sede del ritiro pre-campionato per la squadra partenopea, prevista per il 10 luglio. Il primo tassello da sistemare è senza ombra di dubbio quello riguardante la fine della lunga telenovela riguardante la cessione di Lavezzi. Siamo ormai in dirittura d’arrivo: Lunedì, infatti, dovrebbe essere il giorno del suo sbarco a Parigi. In giornata il Pocho sosterrà le visite mediche, dopodichè diventerà finalmente un calciatore del Paris Saint-Germain. Nessun dietrofront dell’ultima ora nonostante il rallentamento avesse fatto temere la fumata nera. In realtà, rischi in questo senso non ci sono mai stati. Giusto qualche piccolo intoppo nei rapporti tra De Laurentiis e lo sceicco Al Thani dovuto alla vicenda riguardante le modalità di pagamento, ma ora tutto sembra essere superato. Il Napoli ha già deciso da tempo di guardare avanti e ha affidato la gestione dell’eredità dell’argentino a Goran Pandev, acquisito a titolo definitivo per un’operazione da 7.5 milioni di euro. Sarà il macedone a dividere con Cavani il peso dell’attacco. Ci sono ottime probabilità che il prossimo anno parta titolare, come fatto capire di recente da Walter Mazzarri. A meno di exploit dei giovani Lorenzo Insigne ed Eduardo Vargas, che la società tiene in gran conto per il futuro, non solo quello a lunga scadenza. Per un Ezequiel che va ce ne potrebbe però essere un altro che arriva. Si tratta del 23enne italoargentino Schelotto, che il Napoli – secondo il Corriere dello Sport – ha eletto come potenziale vice Maggio, con caratteristiche naturalmente più offensive. Quello dell’italo-argentino è però solo uno dei tanti nomi caldi che viaggiano sull’asse Napoli-Bergamo. Con l’Atalanta il direttore sportivo azzurro Riccardo Bigon potrebbe tessere un discorso piuttosto complesso. A parte Schelotto, ci sono in ballo Luca Cigarini e Federico Peluso, mentre per Manolo Gabbiadini appare nettamente favorita la Juventus. Il playmaker, dopo averci giocato nella scorsa annata, potrebbe subito fare ritorno a Bergamo, anche se sulle sue tracce ci sono anche Fiorentina e Milan. La soluzione prescelta sarebbe quella del rinnovo del prestito. Non è da escludere, comunque, che ‘Ciga’ venga inserito in un ipotetico affare Schelotto. O alternativamente nell’orbita della difficile operazione per Peluso. A Beautiful Mind, questo il soprannome del regista scuola Parma alle pendici del Vesuvio, potrebbe però non essere l’unico centrocampista ad abbandonare Napoli in questa sessione di calciomercato. Ricco di incognite si presenta il futuro di Walter Gargano, che piace (e non poco) al Porto, oltre che agli spagnoli del Malaga. In Italia il nome del Mota – in azzurro dalla stagione 2007-08 – è stato accostato al Milan, in cerca di rinforzi per la linea mediana. I partenopei, nell’ipotesi di una sua partenza, si sarebbero già premuniti sondando il terreno per Gary Medel, elemento dalle caratteristiche tecnico-tattiche abbastanza simili. Tutto da decidere, comunque, il destino del motorino uruguagio, che non sembra voler abbandonare il capoluogo campano, sempre a patto di un doveroso aumento dello stipendio. Non sono i soldi, ma la voglia di giocare titolare, invece, a spingere il secondo portiere Rosati lontano da Napoli. L’ex Lecce, infatti, è stufo di stare all’ombra di Morgan De Sanctis (presto l’ufficialità del suo rinnovo), per cui non disdegnerebbe un trasferimento altrove: lo vogliono Fiorentina e Torino. Ai granata piace anche l’argentino Fideleff, uno dei giocatori che il Napoli vuole cedere per permettergli di maturare esperienza altrove. La strada intrapresa è quella giusta e prevederebbe un’operazione sulla base del prestito con diritto di riscatto per la metà del cartellino fissato intorno al milione di euro. Cairo e Petrachi ci pensano, ma la sensazione è che l’affare si farà. Liberato uno spazio in difesa si procederà poi con l’acquisto di Alessandro Gamberini. L’accordo con la Fiorentina sarebbe in dirittura d’arrivo, dopo lunghe discussioni. A dare la notizia, il quotidiano Il Mattino, che riferisce di un’intesa tra i due club sulla cifra di 4 milioni e mezzo di euro, senza alcuna contropartita tecnica. Per Walter Mazzarri, dunque, sta per arrivare l’agognato rinforzo difensivo, in attesa, naturalmente, delle conferme ufficiali. Gamberini, va detto, non è di certo un top player, ma una pedina che potrebbe rivelarsi assai utile nell’alternanza con Campagnaro e Cannavaro, essendo schierabile sia come centrale che come centrale di destra nella difesa a tre di Mazzarri. Il campione vero e proprio, a quanto pare, dovrebbe arrivare in altre zone del campo. Sulla fascia sinistra, ad esempio, continua il duello tra Aly Cissokho, fino a pochi giorni fa l’opzione prioritaria, e la ‘new entry’ Alvaro Pereira. Ieri il sito uruguaiano Ovaciòn dava per fatto l’affare, prima della smentita arrivata da più parti. Con il Porto, proprietario del cartellino di ‘Palito’, non ci sarebbe ancora nulla, e sembra che potrebbero non bastare nemmeno i 15 milioni inizialmente ipotizzati.  

Arrivare all’esterno della Celeste – impiegabile anche a destra – sembra dunque molto difficile, e lo stesso dicasi per Cissokho, per il quale il Lione non intende abbassare le pretese. La volata per la corsia mancina, dunque, si presenta piena di incognite ed in quest’ottica continuano a comparire i nomi di Armero ed il già citato Peluso sulla lista della spesa di Bigon.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori