CALCIOMERCATO/ Napoli, Skrtel si complica, Britos promette il riscatto

- La Redazione

Problemi per il difensore slovacco, consigliato al Napoli dal connazionale Hamsik. Intanto l’ex Bologna, dopo gli infortuni del passato, si candida a tornare protagonista…

britos_napoli_r400
Britos vuole tornare protagonista (Infophoto)

Il calciomercato del Napoli verte soprattutto sulla ricerca di difensori di livello. Il presidente De Laurentiis è stato chiaro oggi ai microfoni di Sky Sport: “Cerchiamo un difensore e un centrocampista” (clicca qui per approfondire). Se per la linea mediana il nome è quello di Valon Behrami, centrocampista tuttofare che piace molto a Mazzarri, per la difesa si punta a un grande colpo. Tra i candidati c’è anche il nome di Martin Skrtel, difensore slovacco del Liverpool, consigliato alla dirigenza azzurra dal connazionale Marek Hamsik. Un rinforzo di spessore per la retroguardia partenopea, bisognosa di innesti. La trattativa, però, si presenta molto complessa, e le possibilità che l’affare vada in porto, al momento, sono molto basse. Secondo i colleghi di Calciomercato.com, il Liverpool non ha intenzione di vendere Skrtel, valutato dagli inglesi addirittura 20 milioni di Euro. Una valutazione gonfiata ad arte, in modo da scoraggiare le eventuali pretendenti, perchè il neo allenatore del Liverpool, Brendan Rodgers, punta molto sullo slovacco, che vuole rendere il perno su cui impostare il suo reparto difensivo (e attenzione, perchè Rodgers con lo Swansea ha fatto un gran lavoro a livello di copertura). Presto, tra l’altro, lo slovacco dovrebbe incontrarsi con la dirigenza dei Reds per discutere del rinnovo contrattuale. L’idea sarebbe quella di ritoccare verso l’alto l’ingaggio, che passerebbe così ad almeno 4 milioni annui. Sarebbe il definitivo no al Napoli e a qualunque altra squadra volesse farsi sotto. Solo se i negoziati Skrtel-Liverpool dovessero saltare (cosa piuttosto improbabile), allora ecco che la strada potrebbe riaprirsi per gli azzurri, che però avrebbero qualche problema nel coprire il costo del cartellino del giocatore, pur se sono entrati nelle casse del club i 30 milioni per la cessione di Lavezzi. Dovesse andar male, comunque, Mazzarri proverà a ‘consolarsi’ con un giocatore che nuovo acquisto non è, tecnicamente parlando, ma potrebbe diventarlo. Parliamo di Miguel Angel Britos, che lo scorso anno, causa infortunio durante le amichevoli di agosto, non è mai riuscito a mettersi in evidenza, rientrando per alcune partite solo nella seconda metà della stagione. Quest’anno lo attende una missione chiamata riscatto, come ha fatto capire lo stesso giocatore ai microfoni di Marte Sport Live: “Voglio rifarmi, lo scorso campionato non poteva andare peggio, voglio far vedere ai tifosi il vero Britos”, è stato il suo proclama di battaglia. Per l’allenatore, l’uruguagio ex Bologna può essere una pedina davvero importantem che andrebbe a giocare sul centro sinistra al posto di Aronica (che comunque resterebbe in qualità di riserva). Lui e Fernandez si candidano ad essere come i possibili rinforzi per il reparto arretrato, in attesa dei regali dal calciomercato. A proposito: 

 

Britos ne ha approfittato, nel corso del suo intervento odierno, per ribadire che, in base alle sue ‘fonti’, i connazionali Cavani e Gargano resteranno sicuramente in riva al Golfo. Da parte sua c’è grande dispiacere per la partenza di Lavezzi, definito come una pedina molto importante per la squadra. Chissà che il sostituto del Pocho non possa essere quel Gaston Ramirez suo ex compagno nel Bologna: nonostante l’agente FIFA Giacomo Petralito ci abbia detto che l’urugagio (sarebbe l’ennesimo a Napoli) è tentato da un’esperienza in Bundesliga (clicca qui per l’intervista esclusiva) e quindi il Wolfsburg resta favorito, Mazzarri non cede e continua a sperare di poter allenare il trequartista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori