AMICHEVOLE/ Napoli-Bordeaux (2-0): cronaca e tabellino. Mazzarri: in pochi come Pandev

- La Redazione

La cronaca e il tabellino di Napoli-Bordeaux, quinta amichevole del precampionato azzurro valida per la conquista della MSC Cup. Il Napli prosegue l’avvicinamento alla Supercoppa Italiana

pandev_bordeauxR400
Goran Pandev, oggi protagonista nel bene e nel male (Infophoto)

Napoli-Bordeaux, quinta amichevole del precampionato azzurro valida per la conquista della MSC Cup, finisce 2-0 per i partenopei. Che regolano i francesi con un gol per tempo: Goran Pandev al 43′ e Cristian Maggio al 61′ inchiodano al tabellone il risultato finale. Mazzarri ha schierato la squadra titolare nel 3-5-1-1 in elaborazione, con Pandev a supporto di Edu Vargas, Aronica e Fernandez dietro assieme a Campagnaro e Gargano centrale in luogo di Inler, tenuto a riposo precauzionale così come Insigne. Partiamo dai gol, il primo: Dossena pennella un bel pallone verso il lato destro dell’area di rigore, dove è posizionato Edu Vargas; il cileno lascia cadere il pallone e lo rifinisce al volo all’indietro, verso l’accorrente Pandev che in corsa infila Carrasso con bell’esterno sinistro sul palo più lontano. Il raddoppio con un altro contropiede (sempre arma prediletta degli azzurri, checchè si provi a cambiar pelle) da manuale. Maggio recupera ai limiti della propria area e parte a spron battuto: percorre il coast to coast cedendo ad Hamsik sui 40 metri avversari; lo slovacco, entrato da poco, avanza e traccia il filtrante di ritorno (voltando la crapa per l’effetto no-look alla Ronaldinho), che trova Maggio pronto all’appuntamento: interno sinistro e Carrasso è battuto di nuovo. Il primo tempo ha visto comunque un Bordeaux più propositivo (non dimentichiamo che i francesi sono più avanti nella preparazione). I girondini hanno gestito molto il pallone e spesso in maniera prolungata, deficitando però di mordente a ridosso dell’area napoletana: a mister Gillot manca un giocatore in grado di collegare regolarmente gli attaccanti al resto della squadra. L’occasione più ghiotta è quella autocostruita dal senegalese Diabatè, che che al 28’ addomestica un filtrante, si scrolla letteralmente ii dosso Aronica e spara un diagonale ravvicinato che De Sanctis (all’esordio) accudisce con le gambe e un po’ di buona sorte. Indicazioni azzurre: da sottolineare la prova di Federico Fernandez in marcatura su Gouffran, principale attrazione dell’attacco francese. Il primo tempo del Flaco argentino è stato quasi impeccabile, tra anticipi puntuali e interventi all’occorrenza rocciosi ma efficaci. E’ in attacco che il Napoli ha faticato ad incidere: prima del bel polche ha rotto le acque, Pandev è risultato a lungo ingabbiato e Vargas, schierato da centravanti di riferimento, preferisce chiaramente svariare alla ricerca di lembi di campo da aggredire in velocità. Bisogna vedere se…

…ciò risponde ai dettami di Mazzarri, ma se il Napoli vuole graffiare là davanti abbisogna di un uomo di peso e tolto Cavani, il ruolo è scoperto. A proposito, gli sfortunati eventi olimpici riconsegnaranno presto il Matador a Mazzarri: la nazionale di calcio uruguaiana è infatti da oggi ufficialmente in vacanza, dopo la sconfitta per 1-0 contro la Gran Bretagna. Intanto il tecnico si gode la prolificità (seppur estiva) di Goran Pandev, a segno in tutte le amichevoli sin qui giocate e sempre più beniamino del San Paolo. Proprio sul macedone Mazzarri ha speso parole zuccherate al termine del match: “Ne ho allenato pochi come lui, quando riesce a trovare spazi e girarsi vede il gioco come pochi. E poi è un leader: gli vogliono bene tutti, dà l’esempio ai giovani in allenamento, veramente una conferma importante“. Nella ripresa il Napoli ha approfittato del calo del Bordeaux per salire in cattedra e chiudere i giochi sfruttando la maggiore qualità dei ricambi. Conterà il giusto, ma sono cinque su cinque le vittorie per gli azzurri: un precampionato incoraggiante sin qui. Nella pagina successiva trovate il tabellino di Napoli-Bordeaux.

Il tabellino

Marcatori: 43’Pandev, 61’Maggio.

Napoli (3-5-1-1): De Sanctis; Campagnaro (1’st Gamberini), Fernandez, Aronica (26’st Grava); Maggio, Dzemaili (43’st Fornito), Gargano (11’st Hamsik), Behrami (36’st Zuniga), Dossena (31’st Vitale); Pandev (26’st Novothny); Vargas (41’st Bariti) (Rosati, Colombo, Cannavaro, Britos). All.Mazzarri.

Bordeaux (4-4-2): Carrasso; Ciani (22’st Chalme), Sane, Ferreira Filho, Planus (22’st Marange), Tremoulinas (22’st Poundje); Obraniak (11’st Sertic), Nguemo, Ben Khalfallah (11’st Saivet); Gouffran, Diabate (22’st Bellion) (Olimpa). All.Gillot

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Ammoniti: Diabate (B) per gioco scorretto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori