SSC NAPOLI/ Alberti (ag.FIFA): la tripletta di Edu Vargas? Perchè tanto clamore? (esclusiva)

- int. Josè Alberti

L’agente Fifa Josè Alberti commenta la grande notte dell’attaccante cileno, che ha steso l’AIK Solna con una tripletta, al debutto in Europa League. Vargas è stato elogiato da De Laurentiis

eduardo_vargas_napoli_r400
Edu Vargas oggi sarà titolare (Infophoto)

Finalmente Eduardo Vargas. L’attaccante cileno è stato il grande protagonista della serata di Europa League del Napoli, che ieri sera ha debuttato al San Paolo contro gli svedesi dell’AIK Solna. Un esordio di coppa con i fiocchi per Vargas, che ha messo a segno una fantastica tripletta. Tre gol abbastanza simili, con Edu lanciato sul filo del fuorigioco e pronto a calciare a rete, freddo come non lo era mai stato finora. Ora si può pensare che il 23enne attaccante cileno si sia sbloccato psicologicamente, e da lui ci aspettiamo ulteriori progressi. Una teoria che però non trova molto d’accordo l’agente Fifa Josè Alberti, talent-scout e grande esperto di calcio sudamericano che abbiamo interpellato in esclusiva. “Non esiste la psicologia nel calcio, non serve a niente. Se uno è forte, è forte“, spiega Alberti. Secondo l’agente Fifa Vargas è “sicuramente un giocatore con grandi qualità, ma non un fenomeno. Ha giocato contro l’AIK, una squadra modestissima. Se non fa la differenza nemmeno contro queste squadre il suo acquisto sarebbe stato inutile“. Insomma, l’esperto invita tutti ad andarci piano. E’ ancora presto per dire se Edu Vargas sia un elemento completamente recuperato alla causa azzurra, dopom le difficoltà palesate nei primi mesi. L’ambientamento nella realtà partenopea è stato piuttosto complicato: difficoltà con l’italiano, qualche incomprensione con Mazzarri. Tutto ciò ha contribuito a rendere ben poco agevole l’avventura del ragazzo nel nostro calcio. La notte europea, però, dovrebbe aver acceso la scintilla. Finora Vargas non aveva mai segnato al San Paolo, e in una sera ha messo a segno ben tre reti, permettendo al Napoli di battere il modesto AIK per 4-0 (il sigillo finale è stato di Dzemaili). Va detto comunque che per lui si è trattato appena della seconda gara da titolare. In pratica, aveva giocato dal primo minuto soltanto più di otto mesi fa, appena sbarcato in Italia dall’Universidad de Chile. Aurelio De Laurentiis, che ha investito circa 12 milioni per il suo acquisto, è parso molto soddisfatto a fine gara, e ha rivolto al suo attaccanti parole di elogio: “Ho sempre avuto fiducia in Vargas, e sono felice che si sia sbloccato con questi gol“, è stato il commento del patron azzurro ai microfoni di una tv cilena. “Chi gli metteva fretta – ha poi aggiunto – lo sottoponeva a una pressione sbagliata, ma ora siamo tutti contenti“.

Il diretto interessato, ancora a disagio nell’esprimersi in lingua italiana, si è detto a sua volta soddisfatto per aver rotto il ghiaccio: “Voglio regalare altre gioie ai tifosi del Napoli“. I quali, autorizzati dallo spettacolo visto ieri, richiedono altre prodezze. Per quest’anno, pare di capire, sarà l’Europa League la principale vetrina di Vargas. Certo, se continuerà a brillare come ieri, sarebbe un crimine non concedergli un po’ di spazio anche in campionato.

 

(Alessandro Basile)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori