DIRETTA/ Napoli-Lazio live (2-0 p.t. Serie A 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Segui live e commenta in temporeale a diretta del secondo tempo di Napoli-Lazio, il big match della quinta giornata del campionato di serie A 2012/2013 che si gioca allo stadio San Paolo.

mazzarri_cavani_napoliR400
Foto: InfoPhoto

Finisce due a zero il primo tempo al San Paolo, dove il Napoli sta battendo una Lazio volenterosa, ma inadeguata a fronteggiare il ciclone partenopeo, soprattutto ora che beneficia del tornado Cavani. Bollettino metereologico a parte, sono 45 minuti molto intensi quelli che vengono disputati dalle due principali pretendenti al ruolo di antiJuve, che ad ora sembra spettare di diritto alla squadra di Mazzarri, nettamente superiore a quella di Petkovic. E pensare che i primi dieci minuti avevano lasciato pensare esattamente l’opposto, visto che i laziali erano partiti con un piglio decisamente aggressivo, riuscendo a mettere sotto i padroni di casa sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. In un san Paolo non esaurito ma ribollente di tifosi, era però la Lazio a passare in vantaggio al 5′ minuto, con Klose che devia in rete con la mano un angolo battuto da Mauri. Le accese proteste dei napoletani, e l’onestà da vero tedescone, portano però Miroslav ad ammettere il misfatto, e il gol viene giustamente annullato. Ma, oltre al danno dell’illusorio 0-1 sfumato, gli aquilotti subiscono anche la beffa, perchè i partenopei reagiscono con orgoglio, venendo fuori con aggressività e talento. La squadra di mazzarri cresce sempre di più, finchè al 19′ Cavani, con un bolide da fuori area deviato, la porta in vantaggio. A questo punto, i laziali si squagliano, e il Napoli prende in mano le redini della partita, che equivale ad un destriero imbizzarrito per ritmo e intensità. Non male però il fantino campano, visto che riesce a cavalcare con grande naturalezza. Infatti i giocatori di casa giocano a meraviglia, con classe e naturalezza, producendo azioni su azioni che infiammano un pubblico già di per sè rovente. La seconda rete arriva quindi al 31′, dopo diversi minuti di attacco monodirezionale, e a segnare è ancora Cavani, con un bolide in diagonale terrificante da fuori area, che piega le mani a Marchetti. C’è ancora tempo per un gol clamorosamente sbagliato da Maggio, che risponde male all’invito strepitoso fattogli da Hamsik. Ma per il Napoli non c’è tempo per recriminare, c’è invece tempo, quello sì, per chiudere una partita per nulla decisa, e agganciare la Juventus mostrando i muscoli di chi non ha paura, ma anzi non sente il peso di proporsi come l’unica vera sua antagonista.
PAGELLE PRIMO TEMPO
NAPOLI: 7: la squadra gioca a memoria, con qualità negli spazi stretti e velocità in quelli larghi, sfrutta alla grande le cavalcate emotive del san Paolo, e davanti ha un finalizzatore eccezionale
LAZIO: 5.5: parte bene, poi pian piano si squaglia davanti ad un Napoli rovente. La difesa, soprattutto, lascia molto a desiderare
MIGLIORE NAPOLI: CAVANI, 7: doppietta con rabbia e potenza, e il solito strepitoso gioco a tutto campo
MIGLIORE LAZIO: HERNANES, 6: sembra essere l’unico in grado di poter creare pericoli da un momento all’altro
PEGGIORE NAPOLI: INLER, 6: non è una bocciatura, anzi, ma è, per dir così, il “meno meglio”
PEGGIORE LAZIO: KONKO, 4: soffre da maledetti, in attacco non ne azzecca una, e in difesa regala il secondo gol

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori