CALCIOMERCATO/ Napoli, G. Di Marzio: Montella allenatore del futuro, non paragonate Cavani a Maradona… (esclusiva)

- int. Gianni Di Marzio

In esclusiva a Ilsussidiario.net, Gianni Di Marzio, ex allenatore del Napoli e oggi consulente di mercato del Qpr, ha parlato della formazione di Mazzarri e di Montella.

cavani_napoli_esultanzaR400
Cavani (Infophoto)

La vittoria contro la Lazio per tre a zero firmata Cavani ha riportato il Napoli al primo posto in classifica assieme alla Juventus. Il calciomercato estivo dei partenopei sta dando i propri frutti aldilà delle cessioni importanti di Lavezzi e Gargano. E’ un Napoli letale in contropiede, cinico, con un Cavani che ha iniziato a segnare a ripetizione come sempre. La Juventus è avvisata, la formazione di Mazzarri non ha nessuna intenzione di fermarsi e spera di poter finalmente regalare una grande gioia ai tifosi, ovvero quella di riportare lo Scudetto a Napoli dopo gli anni di Maradona. Mazzarri è scaramantico e non vuole sentir parlare di Scudetto, ma la sua squadra è l’unica in grado di poter contrastare la forza della Juventus. Bianconeri che quest’anno saranno impegnati in Champions League, una manifestazione che toglie sicuramente più energie mentali rispetto all’Europa League del Napoli. I partenopei dovranno approfittare dei grandi impegni dei bianconeri in Champions per vincere il tricolore. Per parlare del momento del Napoli abbiamo intervistato in esclusiva per Ilsussidiario.net, Gianni Di Marzio, ex allenatore del Napoli e attuale consulente di mercato del Qpr.

Napoli da Scudetto e unico avversario della Juventus. E’ giusto? In parte. Il Napoli non è l’anti Juventus, il Napoli è alla pari con la squadra di Conte.

E’ molto convinto, come mai? Perché il Napoli ha una difesa forte come quella della Juventus, un centrocampo che aiuta molto e un attacco da paura. A centrocampo i bianconeri sono più forti, ma il Napoli in attacco ha un Cavani in più. 

Napoli favorito perché non gioca la Champions League? Potrebbe anche essere ma non è così perché il Napoli non ha la rosa della Juventus. I bianconeri hanno 16-17 titolari, il Napoli no.

In panchina il confronto tra Mazzarri e Conte chi lo vince? Montella. 

Che c’entra il tecnico della Fiorentina? Con tutto il rispetto per Mazzarri e Conte io penso che Montella sia un tecnico destinato a diventare un grandissimo allenatore. E’ il Guardiola italiano.

Grandissimi complimenti. Lo sponsorizza anche al Napoli? Montella può allenare in tutti i grandi club. Ripeto, diventerà un grande perché lui fa giocare le squadre a calcio e non a calci.

Si ma tra Conte e Mazzarri chi preferisce? Diciamo che Conte ha vinto qualche campionato in più.

Cosa è cambiato nel Napoli rispetto alla scorsa stagione?

Ci sono giocatori che sono maturati molto. Penso che Hamsik oggi sia molto più maturo e sta prendendo per mano la squadra.

Le statistiche parlano di un Cavani con una media gol migliore di Maradona… Per favore, Cavani è un attaccante, Maradona era un centrocampista offensivo.

Nessun paragone quindi… Noi napoletani non bestemmiamo mai. Si può discutere al massimo di un paragone tra Maradona e Pelé ma quest’ultimo non venne mai a giocare in Europa. 

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori