DIRETTA/ Sampdoria-Napoli live (serie A 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Allo stadio Ferraris di Genova si gioca alle 15 Sampdoria-Napoli, partita che mette di fronte le prime inseguitrici della Juventus in questo avvio di stagione. Segui e commenta la diretta.

Campagnaro
Foto: InfoPhoto

Si gioca oggi alle 15 Sampdoria-Napoli, scontro ad alta classifica tra due formazioni partite benissimo: se per il Napoli (13 punti con 4 vittorie e un pareggio) è una normalità considerate le aspettative della vigilia, i blucerchiati (10 punti che sarebbero 11 senza penalizzazioni, frutto di 3 vittorie e 2 pareggi) hanno sorpreso tutti, certo sfruttando un calendario non impossibile ma reggendo anche l’urto delle prime grandi squadre affrontate. I blucerchiati con una vittoria si ritroverebbero appaiati ai partenopei, che viceversa vincendo aggancerebbero nuovamente il primo posto in classifica; un pareggio lascerebbe comunque le due squadre nei piani alti della graduatoria, pur se la Sampdoria rischierebbe di perdere la terza posizione. Ci sono 59 precedenti in tutte le competizioni e campionati: in vantaggio la Sampdoria con 27 vittorie, 13 quelle del Napoli e 19 i pareggi. La Sampdoria ha un ricordo felice della sua ultima affermazione: correva il 16 maggio 2010 quando un colpo di testa di Pazzini fissò il punteggio sull’1-0 e consegnò ai blucerchiati la qualificazione ai preliminari di Champions League. Il Napoli si rifece quattro mesi più tardi, andando a vincere 2-1 al Ferraris a inizio stagione: gol di Hamsik e Cavani a ribaltare il vantaggio firmato Cassano. Ultimo pareggio nell’aprile 2009: doppietta di Palombo, Zalayeta e Denis per i partenopei. L’ex in campo è Hugo Campagnaro, a Genova dal 2007 al 2009, ma ce ne sono due illustri in panchina: Ciro Ferrara è napoletano doc, è cresciuto nelle giovanili degli azzurri e ha passato poi 10 stagioni al San Paolo. Walter Mazzarri invece ha allenato per due stagioni la Sampdoria prima di passare proprio al Napoli. La cornice è quella dello stadio Ferraris, uno dei più belli e caldi della serie A.

La Sampdoria ha iniziato alla grande la sua stagione: tre vittorie consecutive contro Milan (a San Siro), Siena e Pescara, poi due pareggi contro Torino e Roma che non hanno comunque fermato la striscia di imbattibili dei blucerchiati, che hanno anche superato un esame di maturità importante fermando i giallorossi pur giocando in dieci tutto il secondo tempo. Probabilmente i genovesi non reggeranno il ritmo per tutta la stagione non avendo una rosa che possa garantire un campionato di vertice, ma intanto Ferrara si gode il momento e mette in cascina punti importanti per la salvezza, che resta l’obiettivo primario. I maligni fanno notare che l’allenatore della Sampdoria era partito con quattro vittorie consecutive alla guida della Juventus e per tutto il girone d’andata era stato il principale antagonista dell’Inter prima di venire esonerato dopo la 21esima giornata; ma questa Sampdoria per adesso gioca bene e stupisce tutti, anche grazie ai 3 gol di Maxi Lopez che però oggi deve scontare la seconda giornata di squalifica (assente anche Maresca, espulso contro la Roma). 

Il Napoli invece è stato accreditato fin dall’estate come la vera anti-Juventus. Per adesso ha mantenuto le attese: alla quarta stagione con Mazzarri i partenopei sembrano aver fatto il salto di maturità definitivo. Tre vittorie in avvio contro Palermo (3-0), Fiorentina (2-1) e Parma (3-1), prima di fermarsi contro il Catania (0-0 nonostante la superiorità numerica per tutta la partita) e riprendere la marcia schiantando la Lazio (altro 3-0). Cavani è già a quota 5 gol, fuori casa De Sanctis non ha ancora subito gol e prima di questa partita il Napoli aveva le stesse cifre della Juventus: 11 gol fatti, 2 subiti e 13 punti. Oggi si cercherà dunque di tenere il passo dei bianconeri che hanno vinto ieri sera. Mazzarri si affida ai soliti undici, ma per la prima volta quest’anno ha dimostrato di fare affidamento sui giovani che hanno risposto presente: Insigne titolare nelle prime due partite ha già trovato il gol, Vargas ne ha fatti 3 in Europa League (contro l’AIK Solna) e apopare più coinvolto nel gioco di squadra. Le premesse per la lotta scudetto fino al termine ci sono tutte: a cominciare dalla Sampdoria, se il Napoli mostrerà di poter superare queste partite difficili al San Paolo si potrà sognare. 

Tanti temi in questa partita: il gioco fluido della Sampdoria è alla prova del nove contro una grande squadra che si copre bene e riparte alla grande, dall’altra parte il Napoli deve far vedere di avere l’autorità delle big nel comandare la partita anche su un campo molto difficile. Ci auguriamo comunque che sia una bella partita, peccato non assistere allo scontro dei bomber Maxi Lopez e Cavani ma i protagonisti in campo sono comunque tanti, e la Sampdoria ha messo in mostra un Eder in gran spolvero. Vedremo se le attese della vigilia saranno confermate: Sampdoria-Napoli sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori