CALCIOMERCATO/ Napoli, Di Domenico (ag. FIFA): Vargas deve rimanere. Cavani via solo se… (esclusiva)

- int. Guido Di Domenico

L’agente Fifa Di Domenico ha parlato del mercato del Napoli, società che in questo mese di gennaio dovrebbe muoversi per l’attacco: ecco le sue parole su Edu Vargas e sul bomber Cavani

Cavani_Lazio_tripletta
Edinson Cavani, capocannoniere dell'Europa League (Infophoto)

Il mese di gennaio sta entrando nel vivo anche per il calcio, e i dirigenti del Napoli quasi certamente faranno dei colpi per rinforzare la rosa a disposizione di Walter Mazzarri. Nel mirino del Napoli ci sono soprattutto dei difensori in grado di fare bene, vista la squalifica di Cannavaro e Grava per il calcioscommesse, che lascerà fuori i due giocatori per tutta la stagione. Ma il Napoli dovrà anche capire bene cosa fare a proposito del futuro di Eduardo Vargas, attaccante cileno classe ’89 che è a Napoli ormai da un anno ma che continua a faticare ad ambientarsi nel nostro Paese e nel nostro calcio: Edu non sta facendo bene da molti punti di vista e potrebbe andare via in prestito. L’addio momentaneo di Vargas porterebbe all’arrivo di un altro vice per Edinson Cavani: Mazzarri da tempo chiede ai dirigenti del Napoli di puntare con decisione su un attaccante in grado di poter affiancare o sostituire in caso di assenza il Matador. L’agente Fifa Guido Di Domenico va controcorrente e in esclusiva per Ilsussidiario.net, dichiara: “Io non prenderei nessun vice Cavani perché si andrebbe a toccare un equilibrio importante del Napoli. In attacco c’è un fenomenale Cavani e ci sono Insigne e Pandev che sono giocatori di qualità. In più c’è Hamsik che sta segnando tanto. E poi io non rinuncerei così in fretta a Vargas, cercherei di recuperarlo perché il ragazzo ha dimostrato di essere un giocatore valido. Perché mandarlo via?”. Di Domenico quindi spera che non arrivi nessun nuovo attaccante per il Napoli: “E’ importante avere l’armonia del gruppo altrimenti il rischio è quello di creare tensioni nello spogliatoio” ha continuato il procuratore. A proposito di Cavani, arrivano continui rumors riguardo al suo possibile addio a giugno. De Laurentiis è stato molto chiaro, per acquistare Cavani ci vorranno 63 milioni di euro, ovvero la clausola rescissoria presente nel contratto. Di Domenico a tal proposito rivela: “Io credo che per quelle cifre il Napoli debba vendere Cavani, perché parliamo di una cifra importantissima. Il Napoli farebbe un super affare”. Il dirigente Riccardo Bigon lavorerà soprattutto per rinforzare la difesa, anche se Di Domenico dichiara: “Non conosco le strategie del Napoli, ma non credo ci saranno operazioni lampo, anche perché fino al 31 gennaio ci sarà tanto tempo per pensare e riflettere bene”.

Mazzarri però vorrebbe arrivare subito ai rinforzi desiderati, soprattutto perché in difesa il mister non si sente al sicuro. Ci sono alcuni giocatori che Mazzarri non apprezza molto, come il giovane argentino Fernandez, nonostante sia un difensore nel giro della sua Nazionale. Altri invece non stanno convincendo, e certamente qualcosa si dovrà fare per potenziare la retroguardia partenopea. Però si continua a lavorare anche per l’attacco: non sbagliare le decisioni sul futuro di Edu Vargas sarà fondamentale.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori