Calciomercato Napoli/ Inler, Mancini lo vuole a Istanbul. Le notizie al 14 ottobre

Gokhan Inler la scorsa estate è stato uno degli obiettivi del Galatasaray. Ora lo svizzero del Napoli sembra essere tornato nel mirino dei turchi, poco convinti dal rendimento di Felipe Melo

14.10.2013 - La Redazione
pepe_reina_r400
Pepe Reina (Infophoto)

Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, Gaston Ramirez potrebbe essere un rinforzo importante per il Napoli sul calciomercato di giugno. Ecco in che modo potrebbe arrivare (clicca qui).

Se n’era parlato già durante l’ultima sessione di calciomenrcato, ma, nonostante l’esonero di Fatih Terim con il conseguente arrivo di Roberto Mancini, non sembra essere affatto tramontata la possibilità di veder approdare Gokhan Inler al Galatasaray, club interessato al giocatore già ai tempi dell’Udinese. L’ex tecnico di Inter e Manchester City, infatti, considerato il negativo rendimento di Felipe Melo, sarebbe alla ricerca di un centrocampista d’interdizione, e lo svizzero classe ’84 (che è legato alla società partenopea da un contratto di 1,5 milioni di euro fino al 2016) pare essere uno dei possibili obbiettivi per la prossima campagna acquisti di gennaio. A confermare questa ipotesi c’ha pensato il suo ex compgno di squadra Morgan De Sanctis, il quale, nei giorni scorsi, ai microfoni del sito sportivo turco Vatan Sport, ha così dichiarato: “Inler è uno dei miei migliori amici e spesso parlo con lui sia di Istanbul che del Glatasaray (l’attuale numero 26 giallorosso vi ha disputato un campionato nella stagione 2008-2009 ndr). Al momento lui sta bene a Napoli, ma sono convinto che verso il finale di carriera possa essere una concreta possibilità”. L’ipotesi di vederlo giocare alle spalle di Sneijder e Drogba, dunque, non sembra affatto una suggestione. Va ricordato, infatti, che la famiglia del giocatore è di origine turche, e questo fatto, oltre, magari, ad un eventuale aumento dell’ingaggio, potrebbe permettere alla trattativa di compiere un passo importante.

Il futuro di Pepe Reina continua ad essere argomento di discussione fra gli esperti di calciomercato. L’estremo difensore del Napoli e della nazionale spagnola è attualmente in prestito al San Paolo e il suo cartellino è di proprietà del Liverpool. A giugno tutto potrebbe succedere e fra le ipotesi più accreditate vi è senza dubbio quella di uno sbarco in Catalogna. Sulla Costa Brava c’è da fare i conti con un Victor Valdes che ha il contratto in scadenza e che sembra intenzionato a chiudere la sua lunghissima carriera blaugrana, costellata da continui successi. Reina diverrebbe quindi il sostituto del catalano mentre a Castelvolturno sarebbe la volta di Rafael, giovane “guardiano” brasiliano acquistato la scorsa estate dal Napoli. «Il mio cartellino è di proprietà del Liverpool, a fine stagione è lì che tornerò. Barcellona? Ora voglio solo fare bene con il Napoli, per il resto si vedrà». Queste le recenti dichiarazioni di Reina, che sta continuano a subire “martellamenti” dai connazionali blaugrana. Dopo Busquets e Fabregas è stata la volta di Pedro: «Si adatterebbe subito nel nostro club. Conosce bene il club, per noi sarebbe un ottimo portiere».

Una situazione che ripercorre, seppur in misura ovviamente più ridotta, quanto accaduto pochi anni fa con Fabregas, quando il blocco blaugrana della nazionale spagnola si unì per convincere Cesc a tornare in Catalogna e la missione andò decisamente a buon fine. In attesa di novità dal fronte Reina occhio ad Insigne, stella del Napoli e dell’Under-21, che piace moltissimo alla Roma. I giallorossi hanno tentato l’acquisto durante il mercato estivo ma il presidente Aurelio De Laurentiis ha bloccato sul nascere l’idea giallorossa. Non è da escludere che i capitolini possano tornare all’assalto in vista delle prossime finestre di mercato soprattutto se lo “scugnizzo” dovesse rimanere escluso dall’11 titolare di Benitez. Insigne scalpita per scendere in campo dal primo minuto e Rudi Garcia, abilissimo nel trattare con i giovani talenti, meglio se offensivi, sarebbe pronto ad offrire al giovane partenopeo ciò che desidera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori