Calciomercato Napoli/ Ag.Paletta: interesse importante, ma col Parma… Notizie del 12 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Le parole dell’agente di Gabriel Paletta: il difensore argentino del Parma può interessare al Napoli che cerca un altro difensore centrale. A gennaio potrebbe arrivare un’offerta

paletta_izco
Gabriel Paletta (infophoto)

Gabriel Paletta potrebbe diventare protagonista anche fuori dal campo, da qui a pochi giorni. Il 3 gennaio prossimo si aprirà ufficialmente il calciomercato di riparazione, e il difensore argentino del Parma potrebbe ricevere offerte da squadre di caratura superiore. Il Napoli ad esempio è tra le squadre che sembrano interessate ad acquistare il centrale gialloblù, sotto contratto con gli emiliani fino al 2017 e con uno stipendio di circa 550 mila euro a stagione. A gennaio i partenopei dovrebbero rinforzare il pacchetto difensivo e Paletta può essere un nome valido, perché nel pieno delle forze (27 anni) e già ampiamente rodato in Serie A, dopo tre stagioni positive con la maglia del Parma. Per saperne di più sui possibili scenari futuri il sito tuttomercatoweb.com ha contattato in esclusiva il suo procuratore, Martin Guastadisegno. Queste le sue parole: “Il Napoli è una grande squadra che partecipa alle competizioni europee. Chiaramente è un interessamento che fa piacere, ma questo per il Parma è un anno un po’ particolare, è la stagione del centenario. Quello che posso dire, in sintesi, è che se sono interessati devono parlare prima col Parma“. In altre parole sembra che il Parma voglia onorare al meglio la stagione dei cento anni, cercando di arrivare il più in alto possibile in classifica. Per questo la società non si vorrà provare di uno dei suoi titolari a meno che il Napoli -o chi per lui- non offra una cifra alta, di 8-10 milioni di euro.

Nemanja Matic rischia di allontanarsi dal Napoli. Secondo le indiscrezioni di calciomercato riportate dal quotidiano portoghese A Bola, l’agente del centrocampista serbo (con passaporto polacco) sarebbe a Londra per trattare il trasferimento del suo assistito al Chelsea. Si tratterebbe di un ritorno perché furono proprio i Blues ad acquistare Matic nell’agosto 2009, pagandolo quasi 2 milioni di euro ai serbi del Kosice. Successivamente il giocatore classe 1988 fu prestato agli olandesi del Vitesse, sorta di società satellite per il Chelsea, e poi ceduto al Benfica come contropartita tecnica nel maxi affare David Luiz (30 milioni più il suo cartellino). Oggi Matic è valutato 30 milioni di euro dalla sia società: il Napoli si è recentemente interessato a lui ma per il momento non è decollata una trattativa. Diversa sembra essere la situazione con il Chelsea: se l’agente del centrocampista si trova a Londra significa che qualcosa bolle in pentola. Probabilmente Matic non disdegnerebbe un ritorno in Premier League e in una città che ha già conosciuto: questo porrebbe aiutarlo nel re-inserimento in squadra. Il Napoli ha anche altri obiettivi per rafforzare il centrocampo e probabilmente su quelli virerà, anche per spendere meno rispetto ai 30 milioni fissati dal Benfica.

È un caso ancora aperto al Napoli. Gioca poco, anzi niente; ma la società lo scorso inverno aveva fatto capire di aver puntato forte su di lui, magari facendolo crescere con calma e all’ombra dei titolarissimi ma garantendogli il suo spazio. Invece così non è stato: Benitez ha tre centrocampisti centrali che ruota costantemente senza che il giovane croato entri nel turnover. Più volte si è parlato di una sua possibile cessione, magari anche in prestito; più volte l’agente, Giuseppe Bofisé, ha ribadito che il suo assistito non ha intenzione di spostarsi da Napoli. Concetto ribadito anche ai microfoni di Calciomercato.com: “Non si è mai parlato di un prestito, la società lo vuole tenere e adesso che non c’è più la Champions gli scenati possono cambiare in meglio. E’ un discorso prematuro” ha continuato Bofisé “ma certamente Josip è felice a Napoli e non ha mai chiesto di essere ceduto. Ci confronteremo con la dirigenza, è giusto che lui prosegua nella sua crescita e se partirà è solo per giocare con continuità. Lui qui si è adattato: se deve andare da un’altra parte per non giocare, tanto vale che resti”. Probabilmente dunque ci sarà un incontro di chiarimento entro il calciomercato di gennaio, il Napoli studierà le sue priorità e prenderà una decisione in merito, tuttavia con l’intento di continuare a possedere il cartellino del giocatore.

Due o tre innesti di qualità, che possano giocare in questa squadra per anni: di questo ha parlato Rafa Benitez appena dopo l’eliminazione del suo Napoli dalla Champions League, beffarda perchè arrivata nonostante i 12 punti e solo in virtù della differenza reti. Il primo reparto da sistemare, anche se per la prima volta in Champions League i partenopei non hanno subito gol nella partita contro l’Arsenal, sembra essere il centrocampo, che ha poche alternative ai titolari; in più Gokhan Inler potrebbe partire, ha tante voci di calciomercato che lo riguardano e chissà cosa può riservare il futuro prossimo. Così uno degli obiettivi, come riporta Sportsdirectnews.com, potrebbe essere Leroy Fer, olandese di 23 anni che gioca nel Norwich, società di Premier League che lo ha acquistato la scorsa estate dal Twente. Classe ’90, è un centrale che può giocare anche davanti alla difesa o in posizione più avanzata, quasi a ridosso delle punte; in campionato ha messo insieme tre gol e due assist, mostrando quindi una buona propensione in aiuto alla fase offensiva. Su di lui però c’è anche la Lazio, e sembra che ultimamente sulle tracce di Fer si sia messo anche l’Arsenal, che oltre a essere stato avversario del Napoli in Champions League ha conteso pochi mesi fa Gonzalo Higuain ad Aurelio De Laurentiis. Per ora comunque è un’ipotesi, un nome che viene monitorato: le grandi priorità di Benitez sembrano essere altre, qualora non si riesca a mettere le mani su di esse però Riccardo Bigon vuole avere alternative pronte.

Spunta il nome di Astori in casa Napoli. Stando all’agente Fifa Fini, intervistato in esclusiva da IlSussidiario.net, De Laurentiis potrebbe tentare l’acquisto del centrale del Cagliari.

Sfiora l’impresa il Napoli, ma non basta. Il club partenopeo supera per due reti a zero l’Arsenal di Wenger, ma in virtù della vittoria contemporanea del Borussia Dortmund sull’Olympique Marsiglia, è costretto ad abbandonare la Champions League. Un’eliminazione amara visto che il club azzurro è riuscito a conquistare ben 12 punti nel Girone, ma il bottino ottenuto non è bastato per accedere agli ottavi di Champions League. Non si rammarica comunque il patron De Laurentiis, che al termine del match del San Paolo ha rilasciato delle dichiarazioni interessanti in chiave mercato, quasi a voler rasserenare gli animi dei tifosi delusi: «C’è la consapevolezza che Rafa Benitez sta lavorando bene, che il gruppo può crescere, che con innesti mirati possiamo fare un lungo cammino. Ora dobbiamo perdere questo provincialismo di giudicare vittorie o sconfitte, il nostro è un lavoro che va nel tempo e sono convinto che con queste persone ce la faremo». Discorso molto simile quello fatto da Rafa Benitez, che al fischio finale ha confessato: «Credo che questa è la strada giusta. Parliamo di un progetto, di una squadra in crescita. Gli innesti? Cercheremo giocatori con una certa età, di un certo livello, che possano restare qui tanto tempo per aiutarci a vincere qualcosa nel corso del tempo, non una volta ogni 25 anni. Così possiamo competere sia in campionato che in Europa anche in futuro».

Quali potrebbero essere questi innesti richiesti? Con l’eliminazione dalla Champions League bisognerà scartare alcuni pezzi da 90, a cominciare da Javier Mascherano, che se mai sbarcherà a Castelvolturno lo farà soltanto in previsione estiva. Continua invece a piacere Maxime Gonalons, 24enne del Lione e della nazionale francese, mentre Luca Antonelli del Genoa è ormai in dirittura d’arrivo. Non sono da escludere altri movimenti sulla fascia destra come ad esempio Danilo D’Ambrosio del Torino, dato vicinissimo alla Roma ma al centro di un mistero dopo le parole di Ventura che ha parlato di prossima squadra di D’Ambrosio che farà le Coppe. Infine, attenzione anche alle novità in attacco, dove si cerca un vice-Higuain; a riguardo potrebbe tornare utile Eduardo Vargas, che a fine mese avrà vedrà il contratto con il Gremio in scadenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori