Calciomercato Napoli/ Alternative in difesa: Vergini e una vecchia fiamma. Notizie del 20 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Il Napoli punta ad un difensore di primo livello per rafforzante la retroguardia nel calciomercato di gennaio: oltre ai soliti noti emergono due outsider da tenere in considerazione

miranda_neto
Miranda, difensore brasiliano (Infophoto)

Un nome di ritorno e uno più fresco per la difesa del Napoli, che probabilmente sarà oggetto di ritocchi nel calciomercato di gennaio. Il primo è quello di Neto, centrale portoghese di 25 anni attualmente in forza allo Zenit San Pietroburgo (contratto fino al 2017). Per acquistarlo ci vorranno almeno 7 milioni di euro perché la squadra russa ne ha spesi 6,5 nello scorso gennaio, per prelevarlo dal Siena dove si era messo in buona evidenza. Neto può essere una soluzione interessante per il Napoli perché è ancora giovane e ha già conosciuto il campionato italiano, dimostrando reattività fisica e capacità in marcatura; se gli obiettivi principali (Agger, Skrtel, N’Koulou) non saranno raggiungibili l’ex centrale del Siena, che in Toscana ha sperimentato anche la difesa a tre, potrebbe diventare un nome prioritario. L’altro candidato sottolineato da Tuttosport è un argentino ovvero Santiago Regini, argentino coetaneo di Neto che gioca nell’Estudiantes di La Plata. Di lui avevamo già parlato qualche giorno fa: ha anche lui all’attivo un’esperienza passata in Italia, anche se meno redditizia rispetto a quella di Neto, e piace agli osservatori partenopei. Il suo costo è più contenuto, con un 2-3 milioni di euro potrebbe lasciare l’Argentina. Tuttavia i precedenti Federico Fernandez e Bruno Uvini potrebbero spingere la dirigenza azzurra a privilegiare le piste europee, per il rinforzo in difesa.

Non si trasferirà a Napoli il giovane talento del Barcellona, Montoya. Ne è convinto l’agente Fifa Marcheggiani, con cui abbiamo colloquiato in esclusiva del gennaio degli azzurri. L’agente Fifa Bagnoli, invece, consiglia Jucilei a Benitez: ecco le sue dichiarazioni esclusive ai nostri microfoni.

Sale l’attesa per il mercato di riparazione in casa Napoli. Durante la finestra di gennaio il club partenopeo interverrà quasi sicuramente in maniera importante, continuando di fatto quanto iniziato durante la scorsa estate. Lo sa bene anche mister Rafa Benitez che ieri pomeriggio, in occasione del ricevimento della “cittadinanza sportiva” dal Coni di Napoli, ha confessato: «Sono contento per questo riconoscimento, ora mi aspetto qualcosa anche dal mercato che continuiamo a lavorare al cento per cento per arrivare a dei risultati e vincere». Quale potrebbe essere questo regalo? Molti i nomi accostati al club partenopeo in queste ultime ore a cominciare dal centrocampista del Manchester City, Javi Garcia. Come vi abbiamo già sottolineato ieri il calciatore iberico è balzato in cima alla lista dei desideri in vista di gennaio e i Citizens sarebbero anche pronti a cederlo al migliore offerente. La situazione va aggiornata con un’offerta rifiutata firmata Zenit di San Pietroburgo e un prezzo fissato attorno ai 12 milioni di euro. Una cifra tutto sommato non esagerata tenendo conto del fatto che gli stessi inglesi pagarono Javi Garcia ben 20 milioni di euro soltanto un anno e mezzo fa.

Altro nome caldissimo in casa azzurra è quello di Kurt Zouma, colosso di difesa di soli 19 anni, nazionale francese Under-21 in forza al Saint Etienne. Adocchiato praticamente da tutte le big del Vecchio Continente, in Italia piace moltissimo sia al Napoli quanto all’Inter. Il costo non è esagerato, attorno ai 5/10 milioni di euro, e naturalmente si tratterebbe di un investimento in ottica futura visto che il ragazzo ha ampi margini di crescita vista la sua giovanissima età. Sembra invece sfumare quasi definitivamente l’idea firmata Nicolas N’Koulou, centrale 24enne dell’Olympique Marsiglia. Il ragazzo è uscito allo scoperto dichiarando di non sentirsela di lasciare l’OM nella situazione in cui si trova attualmente il club francese, navigante in acque fin troppo agitate. Attenzione infine all’idea Ranocchia, e all’ipotesi di uno scambio con Paolo Cannavaro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori