Calciomercato Napoli/ Antonelli: frenata? Notizie del 23 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Da alcune indiscrezioni di calciomercato sembra che il Napoli stia rivalutando l’acquisto di Luca Antonelli dal Genoa, indicato come già pronto per la riapertura delle operazioni a gennaio

antonelli_italia
Luca Antonelli, 26 anni, terzino sinistro del Genoa (INFOPHOTO)

Da Napoli arrivano notizie di un possibile raffreddamento della pista che porta a Luca Antonelli. Il terzino sinistro del Genoa è indicato come il primo acquisto del calciomercato di gennaio, eppure secondo quanto riporta Radio Kiss Kiss il Napoli starebbe rivalutando questa operazione, e pensando di orientarsi su obiettivi di maggiore calibro. Una voce di cui prendere atto, anche se il passaggio Antonelli ai partenopei resta verosimile. La dirigenza del Napoli potrebbe spendere di più per rinforzare il pacchetto centrale, di difesa e/o centrocampo: un giocatore come Antonelli può essere un’ottima alternativa ai terzini già in rosa e non costerebbe troppo, circa 7 milioni di euro più eventuali contropartite. Settimana scorsa anche il padre del giocatore del Genoa aveva confermato che la trattativa era in piedi anche se non ancora conclusa; nonostante le voci di raffreddamento la pista Antonelli resta percorribile per il Napoli. 

Poco utilizzato da José Mourinho, David Luiz era diventato uno degli obiettivi per la difesa del Napoli: Rafa Benitez ha lavorato con lui nei mesi al Chelsea, i due hanno vinto l’Europa League e il centrale brasiliano si era trasformato anche in mediano davanti alla difesa, con risultati più che positivi. Si pensava che sarebbe potuto essere un “bersaglio facile”, visto che lo Special One gli preferisce costantemente Gary Cahill e per Luiz il rischio è anche quello di perdere i Mondiali (almeno la formazione titolare); è stato però lo stesso tecnico portoghese, interpellato in merito da Skysports, a far sapere che il difensore non si muoverà. “David ha un contratto lungo e non ci sono stati contatti con altri club. E’ un nostro giocatore e siamo felici di averlo in squadra”. Questo non impedisce che l’impiego continui a essere scarso, ma questo chiude definitivamente la porta ad un acquisto da parte del Napoli… oppure no?

Tanti nomi per la retroguardia del Napoli, che dovrebbe effettuare nuovi investimenti nel calciomercato di gennaio. Il giornalista partenopeo Raffaele Auriemma ha fatto il punto sulla retroguardia, tramite il quotidiano Tuttosport. I preferiti di Benitez, come si dice ormai da mesi, sono Daniel Agger e Martin Skrtel del Liverpool: entrambi hanno 29 anni e un contratto con i Reds fino al 2016. Per questo costerebbero almeno 15 milioni, più o meno la stessa cifra che ci vorrebbe per strappare il camerunese Nicolas Nkoulou al Marsiglia. Quest’ultimo è più giovane dei due precedenti, ha solo 23 anni e promette bene; inoltre il Marsiglia potrebbe liberarlo più facilmente perché ha finanze più traballanti rispetto al Liverpool, ragion per cui Nkoulou si può considerare l’obiettivo più facilmente raggiungibile. Per caratteristiche ed esperienza internazionale piace anche Thomas Vermaelen, 28 anni e contratto fino al 2015 che all’Arsenal è diventato una riserva. Raffaele Auriemma nomina anche Salvatore Bocchetti, napoletano d’origine e sotto contratto con lo Spartak Mosca fino al 2016. E’ un buon candidato anche perché ha solo 27 anni e conosce il campionato italiano, d’altra parte è reduce da un’infortunio scomodo al menisco e si è da poco trasferito allo Spartak, che in estate ha pagato 4,5 milioni di euro per prelevarlo dal Rubin. Gli outsider sono Neto dello Zenit San Pietroburgo (ex Siena), Santiago Vergini dell’Estudiantes e Younes Kaboul che è in scadenza di contratto con il Tottenham. I candidati italiani sono invece Andrea Ranocchia (contratto fino al 2015) e Davide Astori (idem), valutati rispettivamente 18 e 15 milioni di euro: troppi soprattutto considerando il loro rendimento attuale. Attenzione anche alle piste giovani: piacciono il francese Kurt Zouma del Saint Etienne, roccioso centrale classe 1994, e il greco Kyriakos Papadopoulos dello Schalke 04, che però costa un pò troppo (oltre 10 milioni di euro). In sintesi il Napoli dovrebbe puntare su uno dei nomi di maggiore calibro con Nkoulou in pole position, più eventualmente un outsider: per gennaio è difficile pianificare due investimenti di primo livello. Tutto questo indipendentemente dalle uscite: Paolo Cannavaro dovrebbe salutare ma è una situazione slegata ai possibili acquisti.

Rafael Benitez ha un contratto con il Napoli fino al 2015 e il suo rapporto con Aurelio De Laurentiis è più buono. Il presidente del Napoli ha più volte espresso soddisfazione per l’operato del suo allenatore, che sta cercando di mantenere il Napoli ai primi livelli sia in Italia che in Europa. Eppure dall’Inghilterra arriva un’indiscrezione di calciomercato: secondo il quotidiano Daily Mail il Tottenham ha inserito il tecnico spagnolo tra i candidati per guidare la squadra l’anno prossimo. Dopo l’esonero di Andre Villas-Boas la dirigenza degli Spurs, capitanata dall’ex Roma Franco Baldini, ha optato per la soluzione interno promuovendo il preparatore Tim Sherwood al timone. La squadra ha reagito andando a vincere per 3-2 sul campo del Southampton (doppietta del recuperato Adebayor e un autogol a favore). La rosa del Tottenham non giustifica l’attuale settimo posto, a meno 3 (potenziale meno 4 se il Chelsea non perderà con l’Arsenal) dalla zona Europa: la società dovrà scegliere un allenatore che possa valorizzare al meglio i valori tecnici della squadra. I media inglesi inseriscono anche Rafa Benitez tra i papabili: lo spagnolo potrebbe lasciarsi tentare perché conosce bene il campionato inglese, e a White Hart Lane avrebbe l’opportunità di guidare una squadra forte accompagnato da una proprietà benestante. D’altra parte sono condizioni che anche il Napoli può offrirgli: lo stesso Benitez parla spesso di progetto a lunga scadenza in atto, e difficilmente lascerà i partenopei prima del previsto.

Sarà Vermaelen il rinforzo per la difesa Napoli del 2014. Ad affermarlo con certezza è Di Domenico, agente Fifa, con cui abbiamo parlato in esclusiva del mercato azzurro di gennaio. Josè Alberti, invece, accosta al Napoli il nome di Angel Di Maria, stella del Real: ecco le parole ai nostri microfoni del noto operatore di mercato.

Archiviato il 2013 in maniera un po’ altalenante, il Napoli è pronto a dare vita ad un mercato di riparazione con i fiocchi. Dopo una campagna acquisti estiva da urlo il patron Aurelio De Laurentiis proseguirà nella profonda ristrutturazione del proprio club con importanti novità. Si comincerà dalla difesa, il reparto più criticato in questa prima metà stagionale. Troppe le reti subite e le disattenzioni ed è per questo che bisognerà puntellare la retroguardia con un giocatore solido, di esperienza e possibilmente non dal costo eccessivo. Una combinazione difficile da trovare sul mercato ma in casa Liverpool c’è una ghiotta occasione che De Laurentiis, Bigon e Benitez non vogliono assolutamente farsi sfuggire. Stiamo parlando naturalmente di Daniel Agger, il 29enne nazionale danese che è balzato in cima alla lista delle preferenze della compagine partenopea. Negli scorsi giorni da Napoli è partita una proposta ufficiale d’acquisto con la formula del prestito semestrale con diritto di riscatto. Dal Merseyside hanno risposto in maniera un po’ freddina ma la base per una trattativa c’è, e se il club campano aumenterà la posta in gioco l’affare si potrebbe chiudere. Uno sbarco di Agger a Castelvolturno combacerebbe con l’addio di capitan Paolo Cannavaro, ormai panchinaro fisso in quel del San Paolo e nel mirino di diverse big italiane, in particolare di Inter e Milan.

Per trasformare il Napoli in un vero e proprio bunker, poi, sarebbe l’idea piazzare un centrocampista di quantità davanti alla retroguardia. Alex Song sembrerebbe essere il rinforzo ideale: fisico possente, esperienza internazionale, e sul mercato. In casa blaugrana non trova spazio nel centrocampo tutta qualità allestito da Tata Martino e di conseguenza a gennaio potrebbe fare le valigie. Con un Gonalons che il Lione non vuole vendere, il nazionale camerunese dei blaugrana è balzato in cima alla lista dei desideri e così come Agger sembra fattibile l’ipotesi di un prestito con diritto di riscatto per una cifra che si aggiri attorno ai 15 milioni di euro. Attenzione anche a Javi Garcia, nazionale spagnolo del Manchester City, che costa 12 milioni di euro e che Pellegrini non “vede”: Benitez lo vedrà?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori