CALCIOMERCATO/ Napoli, Pretti (ag. FIFA): Cavani prepara l’addio, ma i partenopei avranno il loro top player (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente FIFA Andrea Pretti ha parlato del mercato del Napoli e in particolare dell’attacco, che potrebbe restare di alto livellio anche senza Cavani

25.03.2013 - int. Andrea Pretti
cavani_salto_pandev
(INFOPHOTO)

Non rassicura i tifosi del Napoli. Prima dichiara amore al club partenopeo, dopo però gela tutti con la frase “il calcio è business“. Insomma dopo Ezequiel Lavezzi anche il Matador sembra essere pronto a fare le valigie. Il Napoli dovrà cominciare a mettersi nell’ottica di perdere il suo miglior giocatore, anche se De Laurentiis è stato chiaro: o si paga la clausola rescissoria o il giocatore non si muove. La realtà è che il Napoli potrebbe anche pretendere di meno, circa 50 milioni di euro. Cavani chiederà a De Laurentiis un maxi ingaggio da 7 milioni di euro, ma è difficile che il presidente conceda un altro adeguamento al giocatore che già percepisce uno stipendio da top player. L’uruguagio è nel mirino di club importanti come Manchester City, Real Madrid, società che non avrebbero problemi a sborsare i soldi per strapparlo al Napoli. I dirigenti partenopei sono già all’opera per l’acquisto di un eventuale sostituto di Cavani: si parla molto di Leandro Damiao anche se le quotazioni del giocatore brasiliano sono in ribasso. Nel mirino anche Mario Gomez ed Edin Dzeko. In esclusiva a Ilsussidiario.net, Andrea Pretti, agente FIFA, ha parlato del mercato del Napoli.

“Amo Napoli ma il calcio è business”. Frase d’addio di Cavani? Di certo è una frase molto eloquente, ma anche il fatto che abbia tirato in ballo De Laurentiis è una chiave di lettura di un possibile addio del giocatore.

In che senso? Dicendo “dipenderà anche dal presidente”, Cavani starebbe cercando di gettare la patata bollente su De Laurentiis. Un indizio dell’addio del giocatore a fine stagione.

Oltre ad un ingaggio più importante forse il Matador vorrebbe una squadra di livello più alto… Cavani gioca nel Napoli, che è secondo in un campionato difficile come quello italiano. Le squadre che sono interessate a Cavani, Real Madrid, Manchester City e Chelsea, non sono prime nei rispettivi campionati: c’è un gradino di differenza.

Le quotazioni di Leandro Damiao sono in discesa. Meglio puntare su Fred, il titolare della Nazionale brasiliana? Attenzione, non essere titolari della Nazionale brasiliana non significa essere scarsi. Non è facile vista la concorrenza, anche in Italia ci sono dei grandi giocatori che non sono titolari con Prandelli.

Quindi sarebbe meglio puntare sul giovane Leandro Damiao o sull’esperto Fred?

Ammortizzare il costo del cartellino di un trentenne è sicuramente difficile, rispetto ad investire per un calciatore giovane. Un conto è prendere un giocatore di 30 anni che arriva a parametro zero, un altro è spendere tanto. Damiao non è certo un giocatore di basso livello.

Osvaldo potrebbe essere un buon compromesso tra qualità ed età… Sono d’accordo, inoltre non ha un buon rapporto con la Roma e questo potrebbe favorire molto il Napoli.

Crede che giocatori del calibro di Mario Gomez e Dzeko potrebbero vestire la maglia azzurra? Il Napoli ha fatto grandi passi in avanti da quando è in mano a De Laurentiis. Io credo che facendo degli sforzi economici questi grandi giocatori potrebbero arrivare a Napoli.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori