Calciomercato Napoli / Fellaini: dove può giocare con Benitez?

- La Redazione

Il Napoli tiene Marouane Fellaini, centrocampista belga dell’Everton, tra i suoi obiettivi di mercato: ecco dove e come potrebbe impiegarlo Rafa Benitez in caso di acquisto

davidluiz_fellaini
(INFOPHOTO)

Marouane Fellaini è uno degli obiettivi di mercato del Napoli, richiesto da Benitez. Il centrocampista dell’Everton ha un contratto lungo (scade nel 2016) e una valutazione di mercato alta, attorno ai 20 milioni di euro. De Laurentiis non spenderà questa cifra per lui, ma proverà comunque ad imbastire una trattativa sulla base di un prestito con diritto di riscatto alto. Negli anni Fellaini è diventato un titolare fisso nell’Everton di David Moyes, giocando tra centrocampo e trequarti e distinguendosi per: ottime qualità fisiche (stazza, forza), capacità di lettura delle situazioni d’attacco, bel tiro dalla distanza e carattere infiammabile. Nella stagione appena conclusa ha segnato 11 gol in Premier League (in 30 presenze): i tifosi del Goodison Park lo stimano e molti di loro indossano allo stadio una parrucca in onore dei suoi capelli in stile afro (e un pò primo Maradona, tanto per stare in tema). Non sarà facile strappare Fellaini all’Everton, ma prima bisogna capire come potrebbe giocare nel Napoli di Benitez. L’allenatore spagnolo partirà dal modulo 4-2-3-1: in un contesto del genere il belga può essere impiegato come trequartista centrale, allargando Hamsik che però è intoccabile. Più probabile che in azzurro Fellaini possa affiancare il regista davanti alla difesa (Benitez vorrebbe Mascherano, per il momento c’è Inler), retrocedendo Behrami al ruolo di alternativa di lusso. In ogni caso il Napoli dovrà avere a disposizione più alternative all’altezza, per competere sul doppio fronte: l’acquisto di Fellaini sarebbe perfetto perché il giocatore è ancora giovane (25 anni, classe 1987) ma ha già esperienza, esattamente come vuole De Laurentiis. La palla passa a Bigon per una punizione all’incrocio dei pali: difficile ma se riesce…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori