Calciomercato Napoli / Ecco perchè l’operazione Negredo conviene

- La Redazione

Alvaro Negredo è uno degli obiettivi per l’attacco del Napoli: lo Squalo del Siviglia è sulla lista di Benitez. Ecco perchè l’affare conviene: prezzo più basso e margini di miglioramento

Negredo_Fiorentina
Foto Infophoto

“Negredo al Napoli sarebbe una grande operazione; non sto lavorando per la sua cessione perchè si muovono miei collaboratori. Benitez è un grande allenatore, sta facendo di tutto per costruire una grande squadra. Se vogliono investire i soldi per portarlo in Italia farebbero benissimo”. Parla così Alejandro Camano, che fa parte dello staff che gestisce gli interessi del giocatore, e che a Radio Kiss Kiss Napoli ha risposto alla domanda circa la possibilità di vedere Alvaro Negredo con la maglia azzurra. Lo Squalo del Siviglia è un nome che in questo momento scalda i direttori sportivi: su di lui c’è anche la Fiorentina. Il Napoli ci sta pensando seriamente però, e alla fine il fatto di giocare la prossima Champions League (i viola potrebbero rimpiangere a lungo quella sconfitta interna contro il Pescara) potrebbe essere decisivo nella corsa al calciatore. Negredo-Napoli come dice l’agente sarebbe un ottimo affare; per almeno due ragioni. E’ vero che i partenopei sono chiamati a ripetere l’ottima stagione passata se non a migliorarsi, ed è vero che l’eventuale addio di Cavani richiederebbe un grande attaccante; tuttavia la presenza di Benitez in panchina è già un’eventuale garanzia per il rendimento di Negredo, perchè uno spagnolo che allena uno spagnolo può essere un mix vincente, soprattutto all’estero dove c’è bisogno di una figura esterna che sappia far rendere al meglio il giocatore, aiutandolo a superare in fretta i problemi di adattamento. Poi, Napoli non è una piazza come Torino (sponda Juventus) o Milano: qui, si può lavorare con calma anche dopo un secondo posto e una Champions League da onorare. E’ chiaro: se fallisci, i tifosi non perdonano. Però a Negredo sarebbe lasciato il tempo di inserirsi, non gli verrebbe certo chiesto di essere una sorta di Cavani-bis, come invece – e qui sta la differenza – verrebbe necessariamente chiesto a un Fernando Torres o anche un Dzeko. Rispetto a loro lo Squalo costa anche meno, come cartellino e ingaggio: un’operazione al ribasso che però potrebbe rivelarsi un boom in termini di rendimento. Chi si sarebbe aspettato quel rendimento da parte del Matador? Chi, dopo le annate a Palermo, avrebbe scommesso su più di cento gol in tre stagioni? Esatto: nessuno, anche considerando che in Sicilia Cavani giocava esterno, come del resto fa con l’Uruguay. Attenzione a questo fattore, perchè anche altri calciatori hanno fatto il salto di qualità al San Paolo. Benitez ha rivitalizzato altri calciatori che sembravano in difficoltà: lo stesso Torres, ma anche David Luiz e – udite udite – Frank Lampard, che alla fine della scorsa stagione era anche stato spedito in panchina. Ecco perchè l’ipotesi Negredo non è campata per aria: situazioni diverse da Cavani, ma opportunità simili. Con il terzo fattore: comprando lui, si avrebbero altri soldi a disposizione per migliorare la rosa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori