Probabili formazioni/ Napoli-Genoa, gli assenti (serie A, 25esima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Napoli-Genoa, posticipo della venticinquesima giornata di Serie A: le scelte e le dichiarazioni di Benitez e Gasperini in vista della partita del San Paolo

hamsik_kucka
(INFOPHOTO)

In casa Napoli le defezioni rimangono sempre le stesse e sono rappresentate dalle lungodegenze di Mesto, Zuniga e Rafael Cabral che si è fatto male contro lo Swansea che è stato operato ai legamenti del ginocchio e, salvo recuperi lampo, ha concluso la sua stagione. Fortunatamente per Benitez, i campani non annoverano nessun giocatore nella lista degli squalificati. Per Gasperini la situazione è pressoché identica: gli infortuni di Kucka e Gamberini gravano sull’organico e a questi nomi si aggiungono Donnarumma e Vrsaljko.

Quali potranno essere i protagonisti di Napoli-Genoa? Stando alle premesse, al San Paolo si potrebbe vedere una partita in cui i padroni di casa hanno più probabilità di portare a casa i tre punti. In questo contesto sarà fondamentale il contributo del centroavanti argentino del Napoli e, in casa ligure, la prestazione di un giocatore il cui nome è stato a lungo sulla bocca della dirigenza napoletana.  Gonzalo Higuain sta attraversando un periodo di forma eccezionale, i gol messi a segno in campionato sono 12 e i tifosi napoletani sperano che il fuoriclasse argentino possa incrementare il suo bottino  a partire dal match di stasera contro il Genoa. Trattasi di un giocatore molto duttile che può rivestire diversi ruoli, dall’esterno di centrocampo all’attaccante nel tridente Antonelli è una delle pedine fondamentali di questa squadra. Ha già segnato due gol ed è uno dei fedelissimi di Gasperini, che se può non vi rinuncia mai. Con la sua dinamicità può mettere in difficoltà la difesa del Napoli.

Questa sera alle ore 21.00 lo stadio San Paolo ospita l’interessante partita Napoli-Genoa, sfida che chiuderà il lungo programma della venticinquesima giornata del campionato di serie A, sotto la direzione dell’arbitro Banti di Livorno. Per i partenopei l’obiettivo è quello ormai rimasto in campionato, cioè difendere il terzo posto e continuare a credere almeno nel secondo, che eviterebbe nel prossimo mese di agosto gli scomodi preliminari di Champions League. Non sarà però semplice, in un periodo fitto di impegni, anche perché il Genoa è avversario che sa essere scomodo e che proverà a continuare la tranquilla marcia a metà classifica. Le tifoserie sono gemellate, ma in campo ci sarà battaglia: eccovi dunque le ultime notizie sulle due squadre e le probabili formazioni di Napoli-Genoa.

Rafa Benitez ha parlato così alla vigilia della partita: “Contro il Genoa sarà una partita difficile soprattutto sotto il piano psicologico, perché loro non hanno pressioni di classifica e verranno a giocarsela con relativa serenità e sicurezza. Per questo noi dobbiamo andare in campo con la stessa mentalità e intensità mostrata nelle ultime settimane. Sono state queste le caratteristiche e le qualità che ci hanno portato ad ottenere buoni risultati. Sono molto soddisfatto di come sta lavorando il gruppo. Rispetto alla trasferta di Swansea abbiamo di nuovo a disposizione Fernandez, Jorginho e Radosevic. La partita che viene prima è sempre la più importante e delicata. Ho parlato a lungo al gruppo del Genoa e delle insidie che questa partita presenta. Ma questa per noi non è una novità perché sappiamo che in campionato tutte le gare hanno il loro coefficiente di difficoltà”. Sono ancora tre i dubbi relativi alla formazione titolare per questa sera: Maggio è favorito su Reveillere come terzino destro, a centrocampo per affiancare Jorginho (assente dalla lista Uefa) è più probabile che ci sia Inler piuttosto che Behrami, mentre come trequartista Pandev è favorito su Hamsik, in un attacco che comprenderà pure Callejon e Mertens alle spalle della punta centrale Higuain. In difesa rientrano Fernandez e Albiol, tenuti a riposo contro lo Swansea: il turnover sarà fondamentale.

I ballottaggi ancora pendenti condizioneranno anche l’esatta composizione della panchina, comunque non mancheranno gli elementi di spicco per modificare la partita in corso. Oltre a chi finirà in panchina fra i giocatori già citati, ricordiamo anche Dzemaili e Insigne, altri due possibili innesti a partita in corso.

L’assenza più recente è quella del portiere Rafael, che purtroppo ha già finito la stagione. Oltre a lui, ci sono le note assenze di Zuniga e Mesto, che fanno proseguire l’emergenza sulle fasce.

“A Napoli voglio conferme per il buon lavoro svolto fino a questo momento e alle buone prestazioni esibite spesso in trasferta in questo campionato”: questa è stata la presentazione di Giampiero Gasperini alla partita del Grifone di questa sera. Ieri ha parlato anche Ioannis Fetfatzidis, fantasista greco che sogna di fare grandi cose nello stadio che fu casa di Maradona: per lui ci dovrebbe essere spazio nel tridente con Gilardino e Sculli, anche se in ballottaggio con lui c’è ancora Konate, perché l’allenatore potrebbe decidere che sia meglio tenere ‘Fetfa’ per il secondo tempo. Da sottolineare che pure Sculli non è ancora sicurissimo del posto da titolare, perché Gasperini potrebbe optare per un atteggiamento più coperto con De Ceglie. L’unica certezza in avanti è quindi Gilardino come punta centrale. Molti meno dubbi invece per il Grifone negli altri reparti. Sostanzialmente, l’unica incertezza coinvolge il centrocampo, dove Bertolacci è favorito su Sturaro per affiancare Matuzalem nel cuore del gioco, mentre in difesa spazio a De Maio con Burdisso e Antonini davanti a Perin.

Un rebus ancora definire con certezza la composizione della panchina, quindi, almeno per quanto riguarda un attacco in cui certamente Calaiò sarà la punta di riserva per Gilardino. Per il resto, spicca Cofie come prima alternativa per i titolari a centrocampo, mentre Portanova e Marchese danno buone garanzie in caso di necessità in difesa per il Grifone in una trasferta certamente non facile.

Sono quattro i giocatori del Genoa che non potranno partecipare alla partita del San Paolo questa sera. A parte il portiere di riserva Donnarumma, le altre sono indisponibilità pesanti perché si tratta di Gamberini, Kucka e Vrsaljko, tutti potenziali titolari quando stanno bene.

 

Napoli (4-2-3-1): 25 Reina; 11 Maggio, 21 F. Fernandez, 33 Albiol, 31 Ghoulam; 88 Inler, 8 Jorginho; 7 Callejon, 19 Pandev, 14 Mertens; 9 Higuain. All. Benitez

In panchina: 15 Colombo, 4 Henrique, 3 Uvini, 5 Britos, 2 Reveillere, 22 Radosevic, 85 Behrami, 13 Bariti, 20 Dzemaili, 17 Hamsik, 91 D.Zapata.

Squalificati: nessuno.

Diffidati: Albiol, Dzemaili, Pandev, Higuain.

Indisponibili: Rafael, Mesto, Zuniga.

Genoa (3-4-3): 1 Perin; 3 Antonini, 4 De Maio, 8 Burdisso; 21 Motta, 27 Matuzalem, 91 Bertolacci, 13 Antonelli; 18 Fetfatzidis, 11 Gilardino, 10 Sculli. All. Gasperini.

In panchina: 53 Bizzarri, 95 Albertoni, 90 Portanova, 15 Marchese, 79 Cabral, 14 Cofie, 69 Sturaro, 77 M.Konate, 29 De Ceglie, 26 Centurion, 16 Calaiò.

Squalificati: nessuno.

Diffidati: Portanova, Burdisso, Antonelli, Cofie, Matuzalem, Bertolacci.

Indisponibili: Donnarumma, Gamberini, Vrsaljko, Kucka.

 

Arbitro: Banti.

 La venticinquesima giornata del campionato di Serie A si chiude con due partite di lunedì (24 febbraio). Alle 20:45 scendono in campo Napoli e Genoa. si gioca allo stadio San Paolo, l’arbitro del match sarà il signor Banti della sezione di Livorno; guardalinee i signori Posado e Tonolini, quarto uomo il signor Costanzo e giudici di porta i signori Damato e Merchiori. Il Napoli si trova al terzo posto con 50 punti mentre il Genoa occupa una posizione di metà classifica a quota 31. La partita di andata fu vinta dai partenopei con il punteggio di 2-0: a Marassi decise la doppietta di Goran Pandev.

 Benitez deve fare sempre a meno dei due terzini Mesto e Zuniga: il primo dovrebbe tornare ad allenarsi a pieno ritmo in un paio di settimane, il secondo invece resta un’incognita perché le sue condizioni rimangono da valutare. Ai lungodegenti si è aggiunto il portiere brasiliano Rafael, che si è fatto male durante l’ultima sfida di Europa League contro i gallesi dello Swansea: per lui un crociato rotto e stagione finita. In porta giocherà Reina mentre nella difesa a quattro giocheranno Maggio a destra, Ghoulam a sinistra, Federico Fernandez e Albiol centrali. A centrocampo il ballottaggio svizzero è tra Inler e Behrami: il primo è favorito mentre Jorginho giocherà sicuramente non avendo disputato l’Europa League. Sulla trequarti potrebbe inizialmente riposare Hamsik, che ha faticato in coppa. pronto Goran Pandev che all’andata ha colpito la difesa del Genoa per due volte. L’attacco sarà completato da Callejon a destra, Mertens a sinistra e Higuain unica punta. Il Pipita non è solo il miglior marcatore della squadra in campionato (12 gol), ma anche il giocatore che ha smazzato più assist vincenti (7 su un totale di 19). Dovrebbe cominciare in panchina Lorenzo Insigne, variante consistente nell’attacco azzurro (38 assist totali, 52 tiri tentati) anche se ancora poco cinico (3 assist decisivi, 2 gol).

 Previsto il solito modulo 3-4-3 per il Grifone con Perin tra i pali e trio difensivo formato da Burdisso, Portanova e Marchese. A centrocampo ballottaggio tra Antonini e Motta per il posto sulla fascia destra, con l’ex milanista favorito. A sinistra giocherà Antonelli mentre la coppia centrale sarà composta da Matuzalem e Bertolacci. Nel tridente d’attacco giocherà sicuramente Gilardino mentre qualche dubbio in più sulle punte esterne: De Ceglie dovrebbe partire titolare a sinistra mentre per l’altra maglia sono in corsa il senegalese Konate ed il greco Fetfatzidis. Quest’ultimo si sta dimostrando una carta molto efficace anche a partita in corso: nell’ultima di campionato per esempio è subentrato nella ripresa sfornando un assist per Gilardino (il suo terzo decisivo in Serie A), ed aiutando il Genoa a recuperare sino al 3-3 contro l’Udinese. Gli indisponibili per i rossoblù sono il portiere Donnarumma, i difensori Gamberini e Vrsaljko (che rientra tra circa due giornate) e il centrocampista Kucka.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori