Calciomercato Napoli/ News, Boatto (ag.FIFA): Hamsik, involuzione “tattica”. Zapata in prestito, Henrique… (esclusiva)

- int. Giuseppe Boatto

In esclusiva per IlSussidiario.net, intervista all’agente FIFA Giuseppe Boatto: sotto osservazione il calo di rendimento di Marek Hamsik e qualche possibile scenario estivo

Hamsik_RomaNapoli
Marek Hamsik, 27 anni, centrocampista slovacco del Napoli (INFOPHOTO)

Il Napoli ha perso 0-1 contro il Porto in Europa League e quindi dovrà necessariamente ribaltare il risultato al ritorno. A punire il Napoli ci ha pensato Jackson Martinez, attaccante colombiano che il Napoli ha messo nel mirino e vanamente inseguito in estate. Si tratta di un giocatore molto forte tecnicamente e fisicamente, chissà che il Napoli non ci riprovi nella prossima sessione di calciomercato. Anche perchè servirà probabilmente un attaccante in più, considerando che Duvan Zapata non convince del tutto. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Giuseppe Boatto ha parlato del calciomercato del Napoli.
Il Napoli punito da Martinez. Strano il calcio non crede? C’era da aspettarselo visto che di fronte c’era un grandissimo giocatore come il colombiano. Immagino un parco attaccanti con Higuain e Martinez, sarebbe devastante.
E invece è arrivato Zapata… Il ragazzo è ancora molto acerbo, credo sia giusto mandarlo in prestito in estate.
La convince questo Napoli? Assolutamente no, pensavo che Benitez potrebbe ottenere qualcosa in più in termini di risultati; questi mesi sembrano confermare che non si è ancora adattato del tutto al calcio e alla mentalità italiana. 
Il problema tattico è anche il maggior nemico di Hamsik? Credo di sì, non è l’Hamsik dei tempi di Mazzarri, a meno che non abbia deciso di cambiare aria ma non credo visto l’affetto che lo lega alla città. Però non si può mai sapere, nel calciomercato non c’è mai nulla di perenne.
Crede che Hamsik possa volere la cessione? Per quanto ne sappiamo noi osservatori esterni potrebbe anche essere, più che altro perchè il calciomercato ci ha davvero abituati a sviluppi impensati. Il dato di fatto è che Hamsik è diverso da quello che si è sempre visto. Sicuramente è anche un problema tattico, ma potrebbe non essere solo questo.
Hernique a centrocampo l’ha convinta? No, ma non mi è piaciuto neanche a difesa quando ha giocato in quella posizione. Credo che non sia adatto al calcio italiano però è ancora una prima impressione, starà a lui dimostrare di valere la Serie A e il Napoli.
(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori