Probabili formazioni/ Torino-Napoli, ultime novità: gli assenti (28esima giornata Serie A)

- La Redazione

Probabili formazioni Torino-Napoli. Oggi la 28esima giornata di Serie A propone due posticipi: le ultime notizie, le scelte e le dichiarazioni di Ventura e Benitez sul match dell’Olimpico

benitez_dito
Rafa Benitez (Foto: Infophoto)

Il Torino ha diverse assenze: deve fare a meno di Salvatore Masiello e Pasquale che scoprono la fascia sinistra e creano qualche problema a Ventura. Fuori anche Larrondo, ma l’ex di Siena e Fiorentina ha comunque trovato poco spazio in stagione e in ogni caso sarebbe oggi la quinta scelta per l’attacco; si tratta però, pur sempre, di un giocatore in meno. A questi tre si aggiunge la squalifica di Vives, il regista della squadra. Nel Napoli sono fuori sempre gli stessi: l’ultimo in ordine di tempo è Maggio, mentre Mesto e Zuniga ormai sono costretti ai box da prima di Natale e ancora non ci sono certezze circa i loro tempi di recupero. Non è mai facile impostare una formazione con tre titolari fuori, peraltro tutti terzini; il calciomercato ha parzialmente sopperito alla mancanza, ma qualche effetto si è comunque fatto sentire.

Non è tanto un ballottaggio quello di Ventura, che dovrebbe ormai aver scelto: in attacco giocheranno Barreto e Meggiorini, una decisione se vogliamo incredibile considerato che contro la terza forza del campionato non giocheranno Cerci e Immobile, 24 gol in due. A meno che il tecnico non abbia già deciso di mandarli in campo nella ripresa, sfruttando la loro freschezza. A centrocampo, squalificato Vives, il dubbio è se inserire Tachtsidis dal primo minuto oppure dare a Kurtic le chiavi della squadra affiancandogli Farnerud, in un’impostazione più classica. Per quanto riguarda il Napoli, soliti problemi di abbondanza in mediana: sembra che questa sera il favorito per agire alle spalle di Higuain sia Mertens, con Hamsik che si accomoderà in panchina. Fino all’ultimo comunque Benitez non scioglierà il nodo; un’opportunità lo slovacco potrebbe averla, e a quel punto sarebbe il belga ad essere in panchina. Per il resto tutto confermato.

Si gioca alle ore 19 Torino-Napoli, una delle due partite in programma oggi e che chiudono la 28^ giornata del campionato di Serie A. Vediamo insieme quali possono essere i protagonisti della sfida. A sorpresa, Ventura dovrebbe mandarlo in campo come titolare insieme a Meggiorini, rinunciando a Cerci e Immobile. Il tecnico genovese lo ha fortemente voluto con sè anche a Torino, dopo che a Bari aveva giocato una grande stagione; con la maglia granata però l’attaccante non ha mai sfondato, tra un infortunio e l’altro. Poi si è trovato chiuso da due giocatori che si amalgamano alla perfezione e hanno grandi numeri; questa sera partendo dal primo minuto può sfruttare la grande occasione per essere decisivo in una partita importante in assoluto e per il momento della squadra, che ha inanellato una serie di risultati negativi e deve rialzare la testa se vuole puntare ancora all’Europa. Non ha giocato in Europa League, non essendo stato inserito nella lista UEFA. E’ più fresco di altri giocatori e per questo motivo può rappresentare l’ago della bilancia. Anche tatticamente: il Torino ama ripartire in velocità dopo aver recuperato palla, e il modo per evitarlo è mantenere il controllo della partita. Che deve passare necessariamente dai piedi dell’italo-brasiliano, che ha tempi e visione di gioco sufficiente per innescare i compagni e soprattutto proteggere la palla senza aprirsi a scelte scriteriate. Il compito di mettere la palla in porta spetterà poi ad altri, ma è lui che deve innescarli e dare ariosità alla manovra.

Proseguirà e si concluderà quest’oggi la ventottesima giornata di Serie A. Alle ore 19.00 in programma il primo dei due posticipi, quello dello stadio Olimpico di Torino fra i padroni di casa Granata e il Napoli di Rafa Benitez. Il Torino vuole tornare a vincere dopo tre gare all’asciutto e vorrà farlo cercando di sfruttare il fattore campo. In contemporanea, Benitez proverà a tornare in Campania con i tre punti in tasca per mettere pressione alla Roma che scenderà in campo questa sera alle ore 21.00. Eccovi dunque le ultime notizie sulle due squadre e le probabili formazioni di Torino-Napoli, che sarà diretta dall’arbitro Doveri.

Niente conferenza stampa pre-gara per l’allenatore del Torino, Gianpiero Ventura. Per le indicazioni sulle probabili formazioni di questa sera, dovremmo quindi basarci sulle informazioni che ci giungono dal campo di allenamento. L’undici di partenza Granata potrebbe essere leggermente diverso dal solito visto che il tecnico Ventura dovrà fare a meno dello squalificato Vives. In attacco dovrebbero giocare Cerci e Immobile anche se non sono da escludere clamorose sorprese. Novità sulla sinistra dove giocherà Vesovic, mentre sulla corsia opposta ci sarà il solito Darmian al fianco di Tachtsidis, El Kaddouri e Kurtic, i tre che giocheranno in mezzo, con un solo piccolo dubbio legato a Farnerud che ha ancora chance di insidiare El Kaddouri. In difesa classico “muro” composto da Maksimovic, Glik, Moretti, con Padelli in porta.

La panchina del Torino dovrebbe essere occupata da: Gomis, Berni, Bovo, Farnerud, Gazzi, Rodriguez, Basha, Barreto, Meggiorini. Detto che Farnerud ha ancora chance di giocare titolare, Barreto e Meggiorini saranno le alternative in attacco, anche se è difficile credere che possano trovare molto spazio visto chi hanno davanti…

Per la partita delle ore 19.00, mister Ventura dovrà fare a meno del trio composto da Masiello, Larrondo, Pasquale, tutti in infermeria (solo Larrondo recuperabile a breve) oltre che degli squalificati Vives e Gillet (quest’ultimo out fino al 16 agosto).

Rafa Benitez, allenatore del Napoli, non ha tenuto la conferenza stampa classica pre-match, ma ha comunque parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss in vista della delicata trasferta in Piemonte: «Arriviamo a questa gara in buone condizioni, ma parliamo di una squadra non facile da affrontare. Certo, se giochiamo concentrati possiamo vincere con qualunque avversario. Servirà un occhio particolare per Cerci e Immobile? No, l’occhio dovranno averlo i nostri difensori per fermarli. Maggio? Mi ha detto che sta bene. Credo che sia solo questione di tempo, ma è tranquillo e sereno per il recupero. Hamsik? E’ un calciatore diverso rispetto al passato, deve crescere a livello di personalità, ora non ha più Lavezzi e Cavani al suo fianco, con i quali si trovava benissimo. Ha avuto un grande avvio di stagione, poi ha pagato qualcosa con l’infortunio, ma ha la possibilità di reagire e riscattarsi». La principale novità per la gara di Torino si chiama Giandomenico Mesto, che dopo 5 mesi torna finalmente tra i convocati. Il tecnico spagnolo dovrebbe mandare in campo un 4-2-3-1 con Reina fra i pali, confermatissimo, difesa composta da Reveiller e Ghoulam sui due esterni, con Fernandez e Albiol coppia di centrali. Sulla linea mediana, tandem Inler-Jorginho mentre in attacco, dietro al solito Higuain, dovrebbe vedersi il tridente di trequartisti composto da Callejon, Insigne e Mertens.

La panchina azzurra dovrebbe essere composta da: Doblas, Colombo, Henrique, Britos, Dzemaili, Mesto, Behrami, Pandev, Hamsik, Zapata. Dovrebbe quindi riposare Marek Hamsik, sia per le condizioni non eccelse di cui si parla molto sotto il Vesuvio, sia in previsione della sfida in programma contro il Porto giovedì al San Paolo.

Per la partita di Torino, Benitez ritrova finalmente almeno Mesto, ma dovrà fare a meno dei soliti Zuniga e Rafael, oltre che di Maggio, colpito da uno pneumotorace nei giorni scorsi. Insomma, l’emergenza sulle fasce continua.

 

Torino (3-5-2): 30 Padelli; 19 Maksimovic, 25 Glik, 24 Moretti; 36 Darmian, 77 Tachtsidis, 7 El Kaddouri, 27 Kurtic, 29 Vesovic; 11 Cerci, 9 Immobile. All.: Ventura.

A disp.: 23 Gomis, 32 Berni, 5 Bovo, 8 Farnerud, 34 Barreca, 49 Aramu, 14 Gazzi, 4 Basha, 31 Gyasi, 10 Barreto, 69 Meggiorini.

Squalificati: Vives (1), Gillet (fino al 16-08-2014).

Indisponibili: Masiello, Larrondo, Pasquale.

Napoli (4-2-3-1): 25 Reina; 2 Revelliere, 21 Fernandez, 33 Albiol, 31 Ghoulam; 88 Inler, 8 Jorginho; 7 Callejon, 24 Insigne, 14 Mertens; 9 Higuain. All.: Benitez.

A disp.: 80 Doblas, 15 Colombo, 99 Henrique, 5 Britos, 20 Dzemaili, 22 Radosevic, 85 Behrami, 13 Bariti; 19 Pandev, 17 Hamsik, , 91 Zapata.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Zuniga, Rafael, Maggio.

 

Arbitro: Doveri.

La 28esima giornata di Serie A si chiuderà domani, lunedì, con i due posticipi in programma. Il primo sarà la sfida dell’Olimpico di Torino fra i padroni di casa granata e il Napoli. La compagine piemontese vuole tornare a vincere dopo 270 minuti di astinenza, e lo farà cercando di sfruttare il fattore campo. I partenopei, però, vogliono tornare in Campania con i tre punti, per mettere pressione alla Roma che scenderà in campo successivamente. La partita di domani sera sarà diretta dall’arbitro Doveri, mentre i due guardalinee saranno Vuoto e Petrella. Liberti è stato designato come quarto uomo, infine i due addizionali saranno De Marco e Pinzani.

– Dopo tre sconfitte consecutive negli ultimi 270 minuti, il Torino vuole provare a tornare a vincere fra le mura domestiche dell’Olimpico. Giampiero Ventura chiederà il massimo sforzo a Ciro Immobile, capocannoniere della squadra granata con ben 13 reti all’attivo e 60 tentativi nello specchio della porta. Servirà in particolare l’apporto di Alessio Cerci, fermo a quota 11 marcature da un bel po’, dopo un periodo di appannamento. L’esterno di Velletri guida anche la classifica degli assist, con ben 8 passaggi vincenti realizzati da agosto ad oggi. Le statistiche di squadra sono in linea con la posizione di classifica generale del Toro. La compagine Granata si distingue in particolare per il sesto posto assoluto nella percentuale dei passaggi riusciti e nei tiri dentro la porta, mentre sono un po’ negativi i numeri relativi alla supremazia territoriale e alle palle giocate, dove il Toro occupa l’undicesimo piazzamento assoluto. Per quanto riguarda le formazioni, Ventura punterà sul suo classico 3-5-2 con Immobile-Cerci coppia d’attacco, supportata da Darmian e Vesovic, i due esterni. Out per squalifica Gillet e Vives, indisponibili Masiello, Larrondo e Pasquale.

 – Il Napoli vuole proseguire la sua marcia di avvicinamento al secondo posto. Nelle ultime cinque giornate la squadra partenopea ha ottenuto tre vittorie e due pareggi e domani sera proverà ad approfittare dello stato di forma non propri idilliaco del Torino. Sarà con grande probabilità la gara di Gonzalo Higuain, goleador della squadra campana con 13 reti all’attivo, correlate da 7 assist (primo anche in questa speciale categoria). Benitez farà affidamento anche sulla sorpresa Callejon, reduce da un’ottima stagione con 10 gol sin qui siglati. L’ex Real Madrid è anche il quarto azzurro come tiri dentro la porta (48), dietro a Higuain, Mertens e Insigne. Statistiche di squadra interessanti quelle della squadra napoletana, con un secondo posto assoluto per tiri dentro la porta, e un terzo piazzamento dietro a Juventus e Roma per indice di pericolosità. Due dati che fotografano la vena offensiva del Napoli. A livello di formazioni, sono previste poche novità. Maggio sarà out per il problema ai polmoni subito post-Porto, così come i soliti Mesto, Zuniga e Rafael. In attacco spazio a Higuain prima punta con Hamsik confermato sulla trequarti nonostante il periodo negativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori