Calciomercato Napoli/ News, A. Alberti (ag.FIFA): Cannavaro serviva! Hamsik, tentazioni zero (esclusiva)

- int. Alessandro Alberti

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Alessandro Alberti parla delle ultime news di calciomercato riguardanti il Napoli: obiettivo difesa, il reparto che funziona meno

insigne_pioggia
(INFOPHOTO)

Il Napoli ha certamente bisogno di continuità per poter ambire a qualcosa di importante. Nel mirino dei partenopei ci sono diversi giocatori che potrebbero aiutare la squadra di Benitez a fare un ulteriore salto di qualità. Di certo Aurelio De Laurentiis capirà come aiutare Rafael Benitez, che resterà sicuramente nella prossima stagione ma dovrà migliorare viste le troppe sconfitte di quest’anno. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente FIFA Alessandro Alberti ha parlato del calciomercato del Napoli.
Un’altra sconfitta per il Napoli. Solo sfortuna? Il Napoli ha evidenti problemi difensivi, dovuti forse al modulo ma anche al livello dei difensori. Certo, forse con Paolo Cannavaro è stata fatta una scelta troppo veloce.
In che senso? Credo che il capitano del Napoli non fosse il male oscuro della difesa partenopeo, anzi poteva sicuramente dare più esperienza alla retroguardia di Benitez.
Benitez è in pericolo secondo lei? De Laurentiis lo ha voluto fortemente e sono convinto che confermerà il tecnico anche per la prossima stagione. Però lo spagnolo dovrà fare meglio.
Su che modulo dovrebbe puntare Benitez? Io credo che il Napoli sia poco equilibrato con questo modulo, con il 4-2-3-1. Il centrocampo non copre a sufficienza la difesa e infatti si prendono troppi gol.
Hamsik non sta convincendo. E’ arrivato il momento dell’addio? Assolutamente no, Hamsik non vuole andare via e lo ha sempre dichiarato. E’ molto diverso da Lavezzi e Cavani.
In che senso? A differenza loro non ha mai insinuato dubbi sulla propria permanenza a Napoli. E’ normale che non stia giocando bene, ci sta, è naturale per un giocatore che ha sempre o quasi reso al massimo nelle ultime stagioni.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori